Comune di Ferrara

venerdì, 29 maggio 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Turismo e residenzialità, Sipro misura 'flussi' e 'sicurezza'

SERVIZI INFORMATICI - Sperimentazione in collaborazione con l'Università di Bologna condivisa con il Comune di Ferrara

Turismo e residenzialità, Sipro misura 'flussi' e 'sicurezza'

20-05-2020 / Giorno per giorno

Dal focus sul turismo allo studio della residenzialità in tempi di emergenza sanitaria Covid- 19. E'  Slides, progetto europeo nato per la promozione del patrimonio materiale e immateriale dei centri storici dell'asse Italia--Croazia e oggi convertito in uno strumento di presidio della mobilità urbana. Come? Mettendo a disposizione tecnologie e modelli di simulazione inizialmente pensati per comprendere necessità e movimenti di visitatori e turisti e oggi indispensabili per avere una 'mappa' degli spostamenti dei ferraresi. Una rimodulazione, con la formula della sperimentazione su Ferrara, che Sipro - che gestisce il progetto in collaborazione con l'Università degli Studi di Bologna - ha condiviso con il Comune di Ferrara per monitorare per i prossimi 4 mesi, a partire da giugno,  l'attività sociale in relazione alla pericolosità di una recrudescenza del contagio. Nella pratica, come spiega la responsabile dei Progetti Europei, Chiara Franceschini, stanno per essere installati in città, in aree particolarmente attrattive - dalle adiacenze del Castello a Porta Reno - sensori capaci di registrare il passaggio dei  dispositivi mobili collegati in Wi-Fi o Bluetooth.

Nessun problema di privacy, il focus è sulla 'quantità' di persone - residenti e turisti - che percorrono e nel caso permangono in determinati punti. L'obiettivo, come puntualizza l'assessore ai Servizi informatici del Comune di Ferrara Micol Guerrini «è esclusivamente presidiare il passaggio per introdurre, se necessario, ulteriori provvedimenti di contenimento per fronteggiare una eventuale seconda fase di emergenza Covid-19. In un secondo momento - evidenzia l'assessore - nell'ottica della sicurezza urbana, sarà cura dell'Amministrazione aumentare la presenza di sensori nelle zone a rischio e nelle zone normalmente sipario della movida ferrarese, così da supportare il lavoro delle forze dell'ordine operanti sul territorio». Soddisfatto l'Amministratore unico Stefano di Brindisi, che pone l'accento sulla capacità di Sipro «di sapere rivedere i progetti in corso sulla base delle esigenze contingenti».

 

(Comunicato congiunto a cura Sipro e Comune di Ferrara)