Comune di Ferrara

venerdì, 29 maggio 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Fase ricostruttiva post terremoto: gli interventi dell'Amministrazione comunale al 2020

LAVORI PUBBLICI E URBANISTICA - A 8 anni dal Sisma del 2012, i cantieri del 2020. Fabbri: "Ricostruzione dei privati a buon punto e ancora molto si sta facendo nel settore pubblico con positivo indotto per economia e lavoro"

Fase ricostruttiva post terremoto: gli interventi dell'Amministrazione comunale al 2020

21-05-2020 / Giorno per giorno

"Dal 2012 ad oggi sono state fatte tante cose nei territori compresi nel cratere e in particolare per Ferrara. Possiamo affermare con certezza che è partito circa il 90% delle opere, tra pubbliche e private, molte di queste sono concluse o in fase di progettazione e gara. A Ferrara, sulla parte residenziale e privata e sulla parte di ricostruzione che riguarda il mondo agricolo il Comune ha firmato ad oggi 428 ordinanze per un totale assegnato di 52 milioni, di cui 48 milioni sono già stati già erogati, producendo un indotto economico e occupazionale importante per tutti i soggetti coinvolti per la realizzazione delle opere messe in campo. Per quanto riguarda la parte di edilizia pubblica, tra i finanziamenti del Commissario, gestiti attraverso la Regione, quelli delle assicurazioni, i fondi comunali e le donazioni, sono stati previsti 58 milioni di euro, dei quali abbiamo già utilizzato oltre 26 milioni di euro per il completamento di 46 opere. Quindi ci sono ancora molte risorse e molte opere da portare avanti per il bene della comunità ferrarese". Questa è la fotografia essenziale scattata oggi dal sindaco Alan Fabbri in merito alla situazione della ricostruzione nel nostro territorio a 8 anni dagli eventi del 20 e 29 maggio 2012.

Tra i dati forniti in occasione di questo bilancio annuale relativo a questi eventi dai dirigenti Fabrizio Magnani (Servizio Qualità edilizia e Pianificazione territoriale) e Luca Capozzi (Settore Opere pubbliche e Patrimonio), emergono inoltre i dettagli sui lavori che l'Amministrazione comunale ha attualmente in fase di realizzazione, in totale 9 per la cifra di 12.268.378 euro, come la Caserma dei Vigili del Fuoco, alla chiesa di San Carlo Borromeo, al Monastero di Sant'Antonio in Polesine, alla Cappella Revedin e all'Università (ipotesi conclusione lavori 2020-21).

Da ricordare fra gli interventi conclusi (46 opere ad oggi per 26.127.405,33 46 euro) quelli relativi a Casa Niccolini, Palazzo del Podestà, Chiesa del Corpus Domini, alla scuola secondaria di Porotto, in diverse scuole elementari e d'infanzia comunali, Centri sociali, al Teatro Comunale Abbado, in Tribunale, al Conservatorio e in molti altri edifici sempre del territorio comunale.

"Le progettazioni attualmente in corso - precisa l'assessore ai Lavori Pubblici Andrea Maggi - sono 11 per un totale di 8.922.608,50 euro di investimento:  si tratta di interventi particolarmente importanti anche sul piano urbanistico, come quello di Palazzo Prosperi Sacrati, dimora principesca il cui portale, cantato anche dal Carducci, è sicuramente uno dei più belli del nostro Rinascimento; poi l'ex scuola Ipsia di via Roversella, l'edificio dell'Acquedotto (viale Alfonso I d'Este) e il complesso di S.Domenico. I lavori in fase di affidamento sono invece 3 per una somma di € 1.953.524,91 euro e interessano la Chiesa S.Nicolò, la scuola di Chiesuol del Fosso e l'Ippodromo comunale".

Infine i progetti presentati in attesa di conclusione dell'iter amministrativo sono 4 per un totale di 9.296.820,52 euro (Chiesa di S.Paolo, lotto ala nord di Palazzo Municipale, Casa della Patria Palazzo Pico Cavalieri, Loggia Aranci Palazzo Marfisa d'Este).