Comune di Ferrara

domenica, 25 ottobre 2020.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > All'esame del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica il progetto "Movida Sicura e Responsabile" presentato dal Comune di Ferrara

PREFETTURA DI FERRARA - Nota del 3 giugno 2020

All'esame del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica il progetto "Movida Sicura e Responsabile" presentato dal Comune di Ferrara

03-06-2020 / Giorno per giorno

Il Prefetto Michele Campanaro ha presieduto stamane, a palazzo don Giulio d'Este, una riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, dedicata all'esame del progetto Movida Sicura e Responsabile, messo a punto dal Comune di Ferrara, in collaborazione con la Federazione Italiana Pubblici Esercizi ed il Consorzio degli esercenti di via Carlo Mayr, via San Romano e Piazzetta Verdi, per evitare gli assembramenti ed assicurare le misure di distanziamento interpersonale nei luoghi di ritrovo giovanile del centro cittadino.

Presenti all'incontro il Questore Cesare Capocasa, il Comandante Provinciale dei Carabinieri Gabriele Stifanelli, il Comandante provinciale interinale della Guardia di Finanza Luigi D'Abrosca, il Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Giovanni Marchese, il responsabile del servizio 118 Flavio Ferioli, il Consigliere provinciale Tommaso Corradi ed il Vice Sindaco del Comune di Ferrara Nicola Lodi, accompagnato dal Comandante della Polizia Municipale Claudio Rimondi e dal responsabile della progettazione per i profili di security e di safety Paolo Vettorello.

Nel corso della seduta, il Vice Sindaco di Ferrara ed il responsabile della progettazione hanno illustrato il piano gestionale, per la parte relativa ai profili di security e di safety, riguardante l'area pubblica di via C. Mayr (da via S. Romano a via G. del Pallone, compresa via Castelnuovo) che, nelle serate del mercoledì, del venerdì e del sabato, dalle 20,00 alle 02,00, sino a tutto il mese di luglio, sarà pedonalizzata con tre varchi in entrata e sette in uscita, controllati da steward muniti di contapersone.

Il progetto ha raccolto la valutazione positiva del Comitato, con le prescrizioni indicate dal Comandante provinciale di Vigili del Fuoco e dal Questore, per la parte riferita, sotto il profilo della safety, alla capienza stimata dei massimi accessi in piedi lungo via C.Mayr, capienza massima che dovrà essere ricalcolata tenendo conto delle misure minime del distanziamento sociale previste dall'emergenza COVID-19, applicando il coefficiente di affollamento pari a 3.14 mq/persona; sotto il profilo della security, prevedendo il potenziamento del numero degli steward distribuiti lungo la stessa via C.Mayr in numero non inferiore a cinque, in diretto contatto con le Forze di Polizia che garantiranno, nella stessa fascia oraria, uno specifico servizio di controllo del territorio.

"In un quadro di sperimentazione progettuale di partenariato tra pubblico e privato, va detto che è stato fatto senz'altro un importante lavoro di squadra - ha sottolineato il Prefetto Campanaro - mettendo attorno al tavolo Istituzioni pubbliche e rappresentanti del settore privato per garantire una cornice di piena sicurezza al divertimento dei nostri giovani. Capisco che i titolari dei locali della movida ferrarese hanno compiuto un sacrificio significativo in termini economici e, ancora di più, apprezzo il senso di profonda responsabilità dimostrato in questo momento straordinario. Devo, al tempo stesso, sottolineare pur nella complessità dell'attuale quadro emergenziale, l'impegno rilevante messo in campo anche dalle nostre Forze di Polizia, insieme con la Polizia Locale, in un modello armonico di sicurezza urbana e partecipata".

Ferrara, 3 giugno 2020 - Prefettura di Ferrara

Immagini scaricabili: