Comune di Ferrara

lunedì, 26 ottobre 2020.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > "Sosteni-AMO" continua: ultimi biglietti solidali per aiutare le famiglie in difficoltà (aggiornamento)

POLITICHE SOCIALI - Campagna di raccolta fondi per sostenere i cittadini bisognosi. Coletti: "Siamo al fianco di chi oggi sta attraversando un periodo di difficoltà"

"Sosteni-AMO" continua: ultimi biglietti solidali per aiutare le famiglie in difficoltà (aggiornamento)

12-10-2020 / Giorno per giorno

Aggiornamento del 12 ottobre 2020

"Sosteni-AMO" continua: ultimi biglietti solidali per aiutare le famiglie in difficoltà!

Ad oggi tanti cittadini, associazioni non profit, studenti, insegnanti e personale scolastico hanno aderito alla campagna di raccolta fondi "Sosteni-Amo"! Cogli anche tu la sfida della solidarietà e scopri come aiutare una famiglia in difficoltà: sono ancora disponibili alcuni biglietti solidali che si possono acquistare al prezzo di 2,5 euro nella sede del Centro Servizi per il Volontariato "Terre Estensi", in via Ravenna 52 a Ferrara, negli orari dal lunedì al giovedì 9-13 e 14 -17 e il venerdì 9-13. Ogni biglietto può riempire un piatto sul tavolo di una famiglia ferrarese, in quanto il ricavato finale sarà trasformato in cards di acquisto a supporto dell'approvvigionamento di beni di prima necessità e potranno essere utilizzate presso i supermercati che sostengono l'iniziativa. 

Il progetto benefico è promosso da Centro di Solidarietà Carità, Dammi La Mano, Caritas San Benedetto, Intorno a Te, Viale K, Il Mantello, Centro di cultura Islamica, Comitato Alba Nuova ODV, con il coordinamento del CSV Terre Estensi e il supporto dell'Amministrazione Comunale di Ferrara, per dare un sostegno concreto alle nuove fragilità emergenti, che a seguito della pandemia hanno registrato un incremento locale di circa il 30%. Si tratta di un aumento della richiesta alimentare e non solo di chi in questi mesi ha perso la possibilità di accedere ai lavori precari, come l'accompagnamento degli anziani, pulizie nelle case private, baby sitter, ma anche di chi per la prima volta ha perso il lavoro in età avanzata. Partecipano alla campagna anche: Agesci, Anteas, Centro sociale Il Melo, Centro sociale Barco, Mai Da Soli, Usd Olimpia Quartesana, Usd Team Olimpia Cona.

Contatti: CSV Terre Estensi - 0532.205688 - segreteria.fe@csvterrestensi.it

- - - - - - - - - - - - - - - 

Da Cronacacomune.it dell'1 settembre 2020 - E' stata presentata ufficialmente martedì 1 settembre 2020 nella sala dell'Arengo in residenza municipale, la campagna di raccolta fondi "Sosteni-Amo: ogni biglietto riempie un piatto sul tavolo di una famiglia!", sostenuta dall'Amministrazione comunale di Ferrara e coordinata dal Centro Servizi Volontariato Terre Estensi.

Per illustrare scopi e modalità operative della raccolta fondi, all'incontro con i giornalisti sono intervenuti l'assessore comunale alle Politiche sociali Cristina Coletti, referente per il Comune di Ferrara per il coordinamento delle attività di volontariato nell'ambito dell'emergenza Covid-19, Alberto Caldana (presidente CSV Terre Estensi), Silvia Peretto (CSV Terre Estensi), Massimo Travasoni (Centro Solidarietà e Carità - Banco Alimentare) e rappresentanti di altre associazioni del territorio coinvolte nel progetto.

Sosteni-Amo: biglietti solidali per aiutare chi è in difficoltà

"Dobbiamo essere al fianco di chi oggi sta attraversando un periodo di difficoltà - ha affermato l'assessore comunale Cristina Coletti - perché non scivoli in una povertà più grave. E' questa la sfida che accomuna ogni giorno l'impegno di tanto volontariato ferrarese, con l'obiettivo di diventare una proposta contagiosa per tutta la comunità. In tempi di coronavirus la solidarietà rinnova il proprio impegno in modo creativo ed è così che nasce la campagna di raccolta fondi 'Sosteni-Amo: ogni biglietto riempie un piatto sul tavolo di una famiglia!'".

"Abbiamo progettato questa azione - ha sottolineato il presidente CSV Terre Estensi Alberto Caldana - in massima sinergia con il Comune di Ferrara, riuscendo anche a mettere in rete idee, energie e buone prassi delle associazioni del territorio per raggiungere obiettivi condivisi in una situazione particolarmente delicata". 

PREMESSA - In data 27 marzo scorso, in piena emergenza Coronavirus, così come previsto dalle Linee guida regionali, il Sindaco di Ferrara ha comunicato alla Regione Emilia Romagna, la designazione del Referente per il coordinamento delle attività di volontariato nell'ambito dell'emergenza epidemiologica COVID-19, indicando il nome dell'Ass. Cristina Coletti.

In questi mesi nell'esercizio di questo ruolo di coordinamento, il Comune di Ferrara, attraverso il Servizio sociale territoriale, ha lavorato per l'individuazione dei bisogni e delle priorità di intervento sul proprio territorio, avvalendosi del Centro di Servizio per il volontariato (CSV) e della collaborazione delle tante, tantissime associazioni presenti sul territorio.

Diverse le attività messe in campo rivolte a persone fragili o disabili che non potevano uscire dalla propria abitazione e che non potevano contare su una rete familiare di supporto: consegna generi alimentari, consegna farmaci, accompagnamento per visite mediche specialistiche non procrastinabili, accompagnamento presso banche o uffici, attività non differibili legate alla gestione degli animali da compagnia.

In questi mesi si è inoltre potuto far fronte all'emergenza alimentare grazie agli interventi dell'Amministrazione comunale con l'emissione di buoni spesa e l'elargizione di contributi alle associazioni ma grazie allo sforzo delle stesse che, anche in rete tra loro, hanno saputo far fronte a numerosi bisogni, grazie alla forte generosità dei cittadini e delle aziende ferraresi.

Numerose sono le situazioni di fragilità e difficoltà anche economica, da cui è difficoltoso riuscire a risollevarsi da soli, rischiando di scivolare ancora di più in condizioni di povertà estrema.

LE NUOVE FRAGILITA' - L'emergenza sanitaria mondiale, dovuta alla diffusione del COVID-19, ha aumentato la richiesta di sostegno alimentare e di altri beni di prima necessità:

- nelle persone che già versavano in stato di povertà, in quanto hanno perso la possibilità di accedere ai "lavoretti" che, anche se precari e saltuari, permettevano un seppur esiguo sostentamento per sé e per il proprio nucleo familiare (pulizie/stirare, baby sitter, accompagnamento anziani, ecc. nelle case private);

- per nuove fasce di povertà da parte di persone che, a volte per la prima volta e/o in età avanzata, si trovano ad avere perso del tutto il lavoro (lavoratori stagionali, dipendenti della ristorazione/turismo, giostrai ecc.).

Questa situazione di necessità al sostegno alimentare e non, solo apparentemente diminuita con la "fase 2" dell'emergenza sanitaria, rimane ancora di notevoli dimensioni e rappresenterà una priorità per tempi ancora prolungati.

LA PROPOSTA - Durante il mese di settembre ogni cittadino potrà attivarsi per dare un aiuto importante a sostegno del progetto delle associazioni e degli enti promotori della campagna, che attualmente sono impegnati nel supporto alimentare e di prima necessità di circa 770 nuclei famigliari, con un incremento medio di circa il 30% di famiglie per associazione, che si sono avvicinate a seguito dell'emergenza Covid.

Centro di Solidarietà Carità, Dammi La Mano, Caritas San Benedetto, Intorno a te, Viale K, Il Mantello, Centro di cultura Islamica, Comitato Alba Nuova ODV, con il coordinamento del CSV Terre Estensi e il supporto dell'Amministrazione Comunale di Ferrara, proporranno in alternativa alla tradizionale raccolta alimentare, che in questo momento riscontrerebbe diverse criticità legate all'emergenza Covid, la vendita di biglietti solidali. Aderire all'iniziativa è semplice: basta acquisire i biglietti desiderati al prezzo di 2,5 euro l'uno presso le associazioni promotrici o presso il CSV Terre Estensi e il ricavato finale sarà trasformato in cards di acquisto, a supporto dell'approvvigionamento dei beni di prima necessità delle famiglie bisognose, da utilizzare presso i punti vendita dei supermercati che si renderanno disponibili a sostenere l'iniziativa.

COME FUNZIONA - Acquistando un biglietto, una famiglia potrà acquistare beni alimentari o altro che le è necessario per vivere. Si invita la cittadinanza a un dono anonimo e vitale che rafforzerà il volontariato soprattutto in questa fase delicata. Infatti alla ripartenza e all'adeguamento alle nuove normative anticovid, insieme al fatto che non tutti i volontari over65enni sono rientrati sul campo, si associa l'aumento della richiesta alimentare e non solo delle nuove persone bisognose, di chi in questi mesi ha perso la possibilità di accedere ai lavori precari, come l'accompagnamento degli anziani, pulizie nelle case private, baby sitter, ma anche di chi per la prima volta ha perso il lavoro in età avanzata.

Al momento le Card per le donazioni verranno distribuite nella sede del CSV Terre Estensi e tramite le associazioni di volontariato ma non si escludono azioni di diffusione mirate sul territorio.

Partecipano alla campagna anche Agesci, Anteas, Centro sociale Il Melo, Centro sociale Barco, Mai Da Soli, Usd Olimpia Quartesana, Usd Team Olimpia Cona.

Contatti: CSV Terre Estensi - Sede di Ferrara: Via Ravenna 52 - 44124 - FE - tel 0532 205688 - fax 0532 242528 - email segreteria.fe@csvterrestensi.it

web http://csvterrestensi.it (http://www.agiresociale.it/site/) - facebook CSV Terre Estensi Ferrara

[Nell'immagine qui sotto, la card che verrà distribuita per raccolgiere le donazioni] 

 

Immagini scaricabili: