Comune di Ferrara

venerdì, 27 novembre 2020.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Per RemTech Expo 2020 una versione tutta digitale ricca di stimoli operativi e novità

FERRARA FIERE - Presentazione in Comune della 14.ma edizione in programma dal 21 al 25 settembre 2020

Per RemTech Expo 2020 una versione tutta digitale ricca di stimoli operativi e novità

14-09-2020 / Giorno per giorno

Ferrara, 14 settembre 2020 - Si è svolta nella prestigiosa sala degli Arazzi della residenza municipale del capoluogo estense la conferenza stampa di presentazione di quella che si preannuncia come la più interessante edizione di RemTech. L'annuale appuntamento di RemTech Expo - Digital Edition 2020, quest'anno giunto alla 14° edizione, si svolgerà dal 21 al 25 settembre 202 interamente su piattaforma digitale. Le due più grandi novità sono: la piattaforma digitale che ospiterà i convegni e il volume degli incontri che si terranno in cinque giorni: ben 150 di cui un terzo in lingua inglese.

I saluti della general manager di RemTech Expo Silvia Paparella hanno aperto la conferenza stampa odierna: "La digitalizzazione e la sostenibilità - ha affermato - sono oggi i due maggiori driver di innovazione per disseminare e sensibilizzare i cittadini sull'esigenza di benessere sociale sostenibile che non può non presupporre decise azioni di tutela, rigenerazione e cura del territorio e dell'ambiente". La piattaforma scelta da RemTech si presenta come una Hall di accoglienza per i visitatori per condurli nelle room realizzate dalle imprese e dagli enti stando al pc, tablet o smartphone. Alcuni numeri: • 150 dibattiti, seminari e convegni di cui 50 in inglese; • 1.000 relatori che si collegheranno da ogni parte del globo; • 600 realtà hanno già dato la loro adesione tra cui, imprese, istituzioni, enti di ricerca, professionisti, di cui il 50% residenti oltre i confini nazionali; • 10 sono i settori tematici trattati, quali, ambiente e bonifiche, rischi naturali, rigenerazione, ambiente costruito ed economia circolare e infrastrutture; • 100+ room prenotate dagli espositori digitali, ognuna attrezzata e personalizzata come una "open window" sulle proprie attività, servizi, prodotti, eccellenze; • 900 le ore di dibattito previste.

Il sindaco di Ferrara Alan Fabbri ha ringraziato e fatto i complimenti al nuovo presidente della Fiera Andrea Moretti e agli organizzatori di RemTech Expo "per aver creduto in un progetto importante, che denota un sano spirito competitivo, che guarda al futuro, partendo dalla gestione del presente e da temi di grande attualità", ha sottolineato Fabbri, ricordando anche i finanziamenti europei, per circa 6milioni di euro, destinati all'ambiente nel territorio ferrarese. "E' un momento di particolare sofferenza per il mondo delle fiere - ha poi aggiunto -, stiamo chiedendo a Regione e Governo di continuare a sostenere questi eventi. Confido nel fatto che presto riusciremo a tornare alla normalità, con il contributo di tutti"

Per il viceprefetto di Ferrara Pinuccia Niglio RemTech Expo è "una nuova sfida che Ferrara si accinge a intraprendere. L'ambiente è interesse mondiale e Ferrara ne è centro importante di iniziative, nell'interesse di tutti". "La fiera, in veste rivisitata, prende corpo, con tematiche pertinenti al momento che viviamo e in linea con le strategie nazionali ed europee", ha rimarcato l'assessore regionale Irene Priolo, spiegando che "quanto emergerà dalla rassegna sarà per noi la possibilità di arricchire le nostre policy nella stesura del patto per il clima". Il presidente di Ferrara Fiere Andrea Moretti ha parlato di "viaggio nel futuro" e si è detto "orgoglioso di riattivare la fiera con un evento così importante", precisando che "il canale digitale non è solo uno strumento adatto ai tempi, ma una scelta strategica che garantirà al pubblico la prima piattaforma digitale al mondo di questo tipo". "Un grande esperimento - ha aggiunto - Ferrara si candida a diventare un punto di incontro fondamentale nell'innovazione a sostegno dell'ambiente e della sostenibilità". Il direttore generale di Ispra Alessandro Bratti ha raccontato di aver "visto nascere" RemTech, ha ricordato il ruolo dell'università e della ricerca, quello di Ispra, con i suoi 1200 ricercatori, ha sottolineato il "carattere strategico di ambiente e digitalizzazione, anche al centro delle linee di sviluppo del Recovery Fund".

La 'missione' per la bonifica dei territori inquinati in tutta Italia è stata il cuore dell'intervento di Giuseppe Vadalà, commissario di governo per la bonifica delle discariche abusive: "La collaborazione tra tutti gli enti, e pubblico-privato, è la condizione fondamentale per portare a termine interventi di questo tipo. Fondamentale anche lo scambio di esperienze nel campo tecnico scientifico, che coinvolge anche le regole su cui devono essere azionati gli appalti, e le procedure". Vadalà ha spiegato che "grande fortuna di RemTech 2020" è che non si concluderà ai giorni della fiera, ma "le idee potranno camminare anche dopo, favorendo anche l'incontro tra pubblico e privato". In chiusura la presidente della cabina di Regia Benessere di Palazzo Chigi, la professoressa Filomena Maggino, ha mostrato come le linee guida individuate come base per la ripartenza (rigenerazione, mobilità, transizione energetica, economia circolare e qualità della vita) siano in linea con il messaggio di RemTech e ha sottolineato: "Vogliamo instaurare con i sindaci una comunicazione diretta anche tramite le reti di comuni". "Anche da questo punto di vista - ha evidenziato - RemTech è una comunità tecnica a disposizione dei territori su cui applicare le innovazioni"

Silvia Paparella General Manager di RemTech: "Questa edizione di RemTech Expo Digital Edition 2020 è particolarmente sfidante non solo per i temi trattati che riguardano l'immediato futuro e la strategia a lungo periodo dell'Italia ma anche del mondo intero <continua Paparella >. Mi sento in dovere di ringraziare anche le Autorità che oggi sono intervenute, l'Assessore Regionale Irene Priolo e il Sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, che mi ha dato fiducia sin dal primo momento del suo insediamento. Non nego che per me e per il Presidente di Ferrara Fiere Congressi, Andrea Moretti, sia un momento di particolare impegno in quanto abbiamo cognizione dell'importanza di innovare e di realizzare una decisa azione di rilancio e di riforma, pur nella continuità dei contenuti e delle tradizioni, di questo importante consesso fieristico".

Diego De Simone founder di Botika: Botika si è occupata della progettazione, della realizzazione e della personalizzazione della piattaforma digitale presentata per RemTech: "Ci siamo concentrati nel rendere speciale la relazione online, virtualizzando l'esperienza e l'incontro delle persone, semplificando tutte le interazioni, dal video, alle chat, passando per gli appuntamenti e lo scambio di biglietti da visita". Diego De Simone founder di Botika prosegue: "Siamo specializzati in piattaforme digitali B2B e algoritmi di intelligenza artificiale, una volta raccolta la sfida di RemTech Expo abbiamo fatto squadra e disegnato una nuova esperienza".

Per info e programma www.remtechdigitaledition.it o scrivere a info@remtechexpo.com (comunicazione a cura di Ferrara Fiere)

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: