Comune di Ferrara

giovedì, 26 novembre 2020.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Chiusura del sottopasso di via dello Zucchero, Lodi: verrà predisposto con Fiab percorso alternativo in via Bologna

MOBILITA' E SICUREZZA - Il vicesindaco: sopralluogo in programma per messa in sicurezza di un tratto ciclabile

Chiusura del sottopasso di via dello Zucchero, Lodi: verrà predisposto con Fiab percorso alternativo in via Bologna

27-10-2020 / Giorno per giorno

CHIUSURA DEL SOTTOPASSO DI VIA DELLO ZUCCHERO, IL VICESINDACO LODI: IN SINERGIA CON FIAB PREDISPORREMO PERCORSO ALTERNATIVO IN SICUREZZA SU VIA BOLOGNA
"Sottopasso via dello Zucchero: insieme a Fiab-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta è stata individuata la soluzione alternativa che permetterà alle biciclette di attraversare il quadrante sud della città in piena sicurezza. Il cantiere necessario per migliorare definitivamente la viabilità della città e ricucire finalmente due parti di Ferrara non deve impedire a chi vuole muoversi in bicicletta di farlo in piena sicurezza. Per questo abbiamo accolto le richieste dell'Associazione e abbiamo studiato insieme un percorso facilitato che disporremo già a partire dalle prossime ore". 

Così il vicesindaco di Ferrara, Nicola Lodi annuncia l'incontro sopralluogo con FIAB e i tecnici del Comune per analizzare possibili percorsi ciclabili alternativi, a seguito della chiusura del sottopasso di via dello Zucchero. "La prima soluzione analizzata, prevedeva un percorso alternativo sul cavalca-ferrovia di via Ferraresi. Questa ipotesi, includeva la messa in sicurezza con la realizzazione di un percorso ciclabile protetto in corrispondenza delle rotatorie di via Carlo Porta e di via Argine Ducale/Bonzagni e la realizzazione di due corsie ciclabili su entrambi i lati del cavalca-ferrovia di via Ferraresi - spiega il dirigente del settore Mobilità Antonio Parenti -, tuttavia il volume di traffico insistente sulla via Ferraresi e il cambio di pendenza che si doveva affrontare per percorrere la struttura, sono stati gli elementi determinanti per scartare tale ipotesi progettuale. Si è quindi deciso di valutare l'unico percorso alternativo ad oggi esistente sulla via Bologna".

"Abbiamo ritenuto eccessivamente pericoloso mandare i ciclisti lungo via Ferraresi - afferma Giuliano Giubelli, consigliere nazionale FIAB - e su proposta di Massimo Migliori, segretario di FIAB Ferrara abbiamo suggerito la messa in sicurezza di un percorso sulla via Bologna. La sicurezza di chi sceglie di utilizzare la bici per gli spostamenti urbani è per FIAB al primo posto e in un'area così densamente popolata, la bicicletta può essere il mezzo ideale e per questo deve essere promossa e salvaguardata".

Dal sopralluogo effettuato, lungo il percorso Foro Boario, via Bologna, via Passega, si sono analizzate le criticità del l'itinerario e "in accordo con i tecnici del comune e FIAB, in questi giorni si procederà ad una prima valutazione tecnica per sciogliere le riserve su alcuni punti di conflitto fra le diverse modalità di spostamento e, nell'ottica di una progettazione partecipata, condividere le scelte tecniche per garantire l'utilizzo del percorso alternativo in sicurezza", conclude Parenti.

"FIAB ha raccolto subito l'appello dei residenti e ci siamo attivati con il Comune di Ferrara offrendo la nostra disponibilità a trovare soluzioni sostenibili - ribadisce Stefano Diegoli, presidente FIAB Ferrara - il quadrante sud di via Bologna necessita di tutta l'attenzione disponibile per migliorare una viabilità di per sé importante e ulteriormente appesantita dal Covid-19".