Comune di Ferrara

lunedì, 30 novembre 2020.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Linee guida per l'efficientamento energetico anche in centro storico

URBANISTICA - Maggi: "Si volta pagina, favoriamo accesso cittadini a Superbonus"

Linee guida per l'efficientamento energetico anche in centro storico

27-10-2020 / Giorno per giorno

FERRARA, DA GIUNTA LINEE GUIDA PER L'EFFICIENTAMENTO ENERGETICO ANCHE IN CENTRO STORICO. ASSESSORE MAGGI: "SI VOLTA PAGINA, FAVORIAMO ACCESSO CITTADINI A SUPERBONUS, TUTELANDO EDIFICI STORICI"

Ferrara, 27 ott 2020 - Dopo l'introduzione del superbonus statale (detrazione fiscale del 110%) per gli interventi di efficientamento energetico, la giunta comunale di Ferrara ha approvato questa mattina le linee guida per l'installazione dei pannelli fotovoltaici, solari e dei, cosiddetti, cappotti per l'isolamento termico; installazione consentita - a determinate condizioni e tutelando gli edifici di pregio - per la prima volta anche in alcune aree del centro storico. "Si volta pagina, abbiamo cancellato un divieto assoluto, consentendo - nei limiti e laddove non ci sia contrasto con la tipologia degli edifici - l'installazione di impianti fotovoltaici, pannelli solari e cappotti termici e favorendo in questo modo l'accesso dei cittadini agli incentivi, nel pieno rispetto e con tutte le necessarie cautele dettate dall'enorme valore storico-architettonico che esprime Ferrara", spiega l'assessore Andrea Maggi. Il via libera al documento guida introduce una novità, visto che fino ad oggi l'intero centro storico e tutti gli edifici soggetti a vincoli minori non potevano installare sistemi ad energia rinnovabile. Ora su nuove porzioni del territorio, nel pieno rispetto delle normative e delle linee guida, si potrà procedere con i lavori per l'efficientemente energetico. Il documento predisposto dall'Amministrazione prescrive, laddove consentita, anche le modalità e gli spazi ammessi per l'installazione degli impianti, che comunque non dovranno avere un impatto visivo evidente. In particolare, l'area del centro storico viene suddivisa in zone, sulla base del valore storico e delle classi di tutela, e per ciascuna di queste è indicato se e in che forma sono ammissibili interventi (vedi cartina allegata). Chiaramente rimangono esclusi da ogni possibilità di installazione i fabbricati con particolari vincoli di tutela o di particolare pregio.

A tutela del patrimonio rimane, in tutti i casi, il necessario parere vincolante della Commissione Qualità Architettonica e Paesaggio, la normativa urbanistico-edilizia, i titoli edilizi previsti dalla legge e l'esame puntuale che sarà effettuato a seguito delle singole richieste. "L'investimento sulla qualità energetica oltre ad essere conveniente, grazie alle agevolazioni introdotte, porta con sé un generale miglioramento delle qualità abitativa degli alloggi, una riduzione del consumo di fonti energetiche da materie fossili, la riduzione della produzione di anidride carbonica e il miglioramento della qualità dell'aria", dice l'assessore Maggi. "Questo tipo di interventi, oltre che essere virtuosi, garantiranno lavoro per le imprese locali a zero costo per i proprietari grazie alle detrazioni fiscali, favorendo così lo sviluppo dell'economia green sul nostro territorio".

Immagini scaricabili: