Comune di Ferrara

domenica, 28 febbraio 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Quasi un milione e mezzo di euro per i servizi di welfare sul territorio comunale

GIUNTA COMUNALE - L'ass. Coletti: particolare attenzione a disabili, studenti, salute donna e nuove povertà

Quasi un milione e mezzo di euro per i servizi di welfare sul territorio comunale

24-11-2020 / Giorno per giorno

Il Comune andrà a investire quasi un milione e mezzo di euro (1.484.719 euro) per i servizi di welfare sul territorio comunale di Ferrara. In Giunta comunale è stato infatti approvato oggi (martedì 24 novembre 2020) il Piano attuativo per la salute e il benessere sociale del Distretto Centro Nord con i fondi derivati da contributi regionali e statali indirizzati ai Comitati di Distretto.

"Particolare attenzione - dice l'assessore alle Politiche sociali Cristina Coletti - è stata riservata a disabili, studenti, salute donna e nuove povertà".

Tra le attività finanziate vanno segnalati 120mila euro rivolti agli inserimenti lavorativi per soggetti svantaggiati e disabili, che verranno gestiti da Asp-Centro servizi alla persona, ma anche il Progetto Tutor dedicato agli studenti disabili che frequentano gli Istituti superiori, che verrà sostenuto con un fondo di 46.750 euro (potenziato rispetto a quello da 42.500 euro del 2019) e la rete per l'integrazione scolastica e sociale dedicata agli alunni disabili e alle loro famiglie che potrà avvalersi di un fondo di 49.500 (potenziato rispetto a quello da 45.000 euro del 2019) affidati all'Istituzione scolastica.

Potenziato il supporto al sostentamento alimentare dei cittadini (con uno stanziamento di 50mila euro complessivi). "In un momento così difficile - dice l'ass. Coletti - sarà importante dare attenzione a tutti quei nuclei in difficoltà per i bisogni primari che sono diventati molto più numerosi". Un sostegno specifico viene programmato anche a favore di diversi progetti presentati dalle realtà associative del territorio: 'Voce e respiro' per l'Associazione Parkinson, il 'Laboratorio benessere' per l'Associazione malati di Alzheimer-Ama, lo Sportello dell'associazione sordomuti, il progetto 'Mai da soli' a favore dei padri separati. Partirà poi con il prossimo mese il progetto 'Oggi vi chiamo io', che è stato istituito nell'ambito dell'emergenza Covid per dare un supporto psicologico alle persone che in questa fase di pandemia hanno avuto sconvolgimenti riguardo a diversi aspetti della loro vita.

Da evidenziare la predisposizione di un capitolo dedicato alle Azioni di contrasto alle disuguaglianze e alla crisi economica-sociale che si sono generate in seguito all'epidemia da Covid-19. In questo campo rientra lo Sportello Sociale Unico Integrato, finanziato con 100mila  euro che verrà attivato dal Comune di Ferrara nei primi mesi del 2021, con l'intento, come spiega l'assessore Coletti di "rispondere alle nuove esigenze di tutti i cittadini bisognosi di protezione sociale, molti dei quali attualmente sconosciuti ai Servizi e con fragilità da ricondurre in parte alla crisi economica che ha prodotto nuove povertà e in parte all'emergenza sanitaria".

Una quota delle risorse andrà poi a progettazioni con il Terzo Settore, con un fondo di circa 100mila euro che verrà assegnato mediante procedure ad evidenza pubblica o programmate e progettate in sinergia con l'amministrazione, per promuovere la collaborazione tra i diversi soggetti attivi nell'ambito del sociale.

Uno stanziamento a parte è previsto, infine, per il Tavolo salute Donna con 10mila euro destinati all'Ufficio Pari opportunità.

Le risorse sono state indirizzate a diversi settori, su scelta del Comitato di Distretto presieduto dall'assessore Cristina Coletti: l'Istituzione scuola, il Servizio Giovani, Pari opportunità, Asp-Centro servizi alla persona e settore comunale dei Servizi alla persona.