Comune di Ferrara

domenica, 28 febbraio 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Buoni spesa, 838 famiglie potranno ritirare i voucher di acquisto

POLITICHE SOCIALI - L'ass. Coletti: presto una nuova apertura di distribuzione sempre attraverso la piattaforma Internet

Buoni spesa, 838 famiglie potranno ritirare i voucher di acquisto

02-02-2021 / Giorno per giorno

Sono 838 le domande per i buoni spesa che sono state ammesse sulle 871 complessive pervenute. I buoni spesa spettanti per l'acquisto di generi alimentari e di prima necessità potranno essere ritirati nella Struttura Comunale di Protezione Civile, a Ferrara, su appuntamento e secondo modalità che verranno comunicate ai beneficiari a partire dai prossimi giorni. Si ricorda che i buoni sono spendibili sino al 30 aprile 2021, negli esercizi commerciali convenzionati con il Comune.
Per informazioni si può contattare il Numero Verde Pronto Comune 800 225 830, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13, il martedì e il giovedì anche dalle 14 alle 16.30.
A dare il resoconto in merito all'assegnazione dei buoni per il sostegno alimentare che verranno consegnati dal Comune di Ferrara direttamente a cittadini e famiglie in difficoltà è l'assessore alle Politiche sociali Cristina Coletti, che fa il punto su questa prima fase di raccolta delle richieste fatte via Internet.
Solo 27 le domande escluse, a causa della mancata dichiarazione del patrimonio mobiliare (depositi e conti correnti, titoli di Stato, azioni e gli altri strumenti finanziari) o a causa del superamento del valore indicato, mentre 6 sono le domande che state annullate o ritirate dagli stessi richiedenti.
Le persone che hanno diritto di ricevere il sostegno sono quelle che, al momento della compilazione della richiesta, sono residenti nel Comune di Ferrara, hanno risorse finanziarie complessive del nucleo non superiori a 10mila euro al 31 dicembre 2020 e hanno subito una riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare nel periodo tra agosto e dicembre 2020 a causa di un peggioramento della condizione lavorativa legato all'emergenza sanitaria da Coronavirus.
Tra coloro che hanno inoltrato domanda c'è una maggioranza di donne (510) rispetto agli uomini (328). Il più anziano delle persone che hanno fatto richiesta ha 78 anni (anno di nascita 1942), mentre il più giovane ha appena 18 anni (anno di nascita 2002). La prima domanda è arrivata 11 minuti dopo l'apertura della piattaforma online, alle 13 e 11 minuti di lunedì 18 gennaio 2021, mentre l'ultima è stata registrata alle 12 e 58 di sabato 23 gennaio 2021, due minuti prima che scattasse il termine ultimo di chiusura.
"Per chi ha bisogno di aiuto e non ha fatto in tempo a presentare la domanda - sottolinea l'ass. Coletti - ci sarà presto un'ulteriore possibilità di partecipare per avere i buoni spesa per l'acquisto di generi alimentari e di prima necessità. A breve si apriranno infatti nuovi momenti di distribuzione, sempre attraverso il canale della piattaforma online. Con questa prima assegnazione andiamo a distribuire complessivamente 185mila euro, suddivisi in buoni spesa per un valore che, per ogni richiedente, va da 100 euro a massimo di 300 euro (a seconda del numero di componenti del nucleo familiare) assegnati una volta soltanto. Restano ancora 215mila euro che utilizzeremo per fare una nuova distribuzione dei buoni spesa tra i cittadini di quelle famiglie che hanno i requisiti per richiederli e ancora non lo hanno fatto".