Comune di Ferrara

sabato, 18 settembre 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Progetto 'FarmacoAmico': riparte il recupero e il riutilizzo dei farmaci non scaduti

GRUPPO HERA - I prodotti saranno raccolti nelle farmacie aderenti e gestiti da Last Minute Market. Un'attiva collaborazione con Comune di Ferrara, Ausl, AFM, Associazione Titolari Farmacia e Ordine Farmacisti Provincia di Ferrara

Progetto 'FarmacoAmico': riparte il recupero e il riutilizzo dei farmaci non scaduti

19-02-2021 / Giorno per giorno

(Comunicazione a cura Gruppo Hera)

I prodotti farmaceutici saranno raccolti nelle farmacie aderenti e gestiti dagli operatori di Last Minute Market. Al progetto del Gruppo Hera partecipano il Comune e l'Ausl di Ferrara, AFM - Farmacie Comunali di Ferrara, l'Associazione Titolari di Farmacia di Ferrara, e l'Ordine dei Farmacisti della Provincia di Ferrara.
Riparte, con una squadra rinnovata ma con l'obiettivo di sostenibilità e solidarietà originale, il progetto "FarmacoAmico": grazie ad esso, e alla collaborazione di numerosi partner, da qualche giorno i farmaci non scaduti ma non più necessari - e che nell'armadietto delle medicine di casa giungerebbero inutilizzati a scadenza - possono trovare una nuova destinazione e una nuova utilità.
Con Farmaco Amico, infatti, le farmacie aderenti vengono dotate da Hera di specifici contenitori - di colore verde e caratterizzati da una grafica distintiva, affinché essi non vengano scambiati per i contenitori per farmaci scaduti - nel quale i cittadini potranno collocare i loro farmaci non scaduti. Vista la delicatezza del tema, per poter essere inseriti nel circuito di riutilizzo i farmaci dovranno avere dei precisi requisiti, tra i quali una validità residua di almeno 6 mesi e un perfetto stato di conservazione della confezione, con lotto e scadenza perfettamente leggibili. Saranno, invece, esclusi i medicinali che richiedono particolari precauzioni per la loro conservazione, come la catena del freddo, quelli di solo impiego ospedaliero e i farmaci stupefacenti.
Data la situazione attuale, che vede diverse limitazioni legate all'emergenza sanitaria, e per rendere il progetto più aderente alle linee guida della regione Emilia-Romagna in tema di salute e sicurezza, le delicate fasi di raccolta, cernita e successiva consegna e i farmaci recuperati attraverso Farmaco Amico saranno in capo a Last Minute Market Impresa Sociale, società spin-off accreditata dell'Università di Bologna, che ha creato un modello per il recupero dei beni alimentari ma ha poi esteso i propri servizi anche ad altre categorie di beni, quali, appunto, i prodotti parafarmaceutici e i medicinali.
Una volta vagliati, operazione che sarà supervisionata da farmacisti professionisti allo scopo di verificare che i beni recuperati abbiano tutti i requisiti imposti dal progetto a tutela della salute dei destinatari, i medicinali verranno messi a disposizione di enti no profit, che li utilizzeranno direttamente presso le proprie strutture in Italia oppure li destineranno a progetti di cooperazione internazionale con sede all'estero.

FarmacoAmico in Emilia-Romagna
FarmacoAmico è un progetto diffuso in numerosi dei Comuni gestiti dal Gruppo Hera. Grazie ad esso, a partire dal 2013 il Gruppo Hera ha potuto evitare che oltre 11 tonnellate* di medicinali ancora utilizzabili divenissero in rifiuto (*dati considerati fino a dicembre 2019). Un gesto che ha anche un'importante valenza di solidarietà e che ha consentito di recuperare e donare agli enti no profit del territorio beni essenziali per un valore di oltre 3.5 milioni di euro.
"Si tratta di una campagna di solidarietà che vede il Comune di Ferrara orgogliosamente partner del progetto - è il commento dell'Assessore all'Ambiente Alessandro Balboni. Anche alcune farmacie comunali hanno aderito al progetto, con il nostro auspicio che in futuro possano aderire in numero maggiore. Questo progetto sposa sia il tema della solidarietà che dell'ambiente, in un'ottica di riciclo e di riuso che siamo abituati a vedere applicati ad altri tipi di prodotti, ma che invece può coinvolgere anche i farmaci ancora confezionati e non scaduti che, altrimenti, rimarrebbero inutilizzati".
"Questo progetto rappresenta un'azione concreta per la prevenzione dei rifiuti, l'estensione del ciclo di vita dei beni e, soprattutto, il riutilizzo per la stessa finalità per cui sono stati concepiti - dichiara Sandro Berghi, Responsabile dei Servizi Ambientali di Ferrara del Gruppo Hera - FarmacoAmico si inserisce pienamente in quell'approccio inclusivo e socialmente responsabile che caratterizza il Gruppo Hera: istituzioni, imprese e società civile condividono un'iniziativa che coniuga sostenibilità e solidarietà, con minori sprechi, maggiore rispetto per l'ambiente e più vantaggi per la collettività". 

Immagini scaricabili: