Comune di Ferrara

domenica, 07 marzo 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Contro l'abbandono dei rifiuti nell'ambiente prosegue l'attività di vigilanza delle Guardie ecologiche volontarie in accordo con l'Amministrazione comunale

GIUNTA COMUNALE - Rinnovata convenzione con guardie ecologiche, Sindaco: "lotta dura all'inciviltà". Assessore Balboni: "uno strumento in più per difendere l'ambiente e il decoro cittadino"

Contro l'abbandono dei rifiuti nell'ambiente prosegue l'attività di vigilanza delle Guardie ecologiche volontarie in accordo con l'Amministrazione comunale

23-02-2021 / Giorno per giorno

Prosegue l'impegno del Comune di Ferrara per la prevenzione e il contrasto degli abbandoni di rifiuti sul territorio, a tutela del decoro cittadino e in difesa dell'ambiente.
Riprenderà, infatti, anche per tutto il 2021 l'attività delle Guardie particolari giurate volontarie per la vigilanza ambientale, con riguardo soprattutto al controllo e alla repressione dei fenomeni di deposito di rifiuti nell'ambiente, al di fuori dei cassonetti o nel forese. A prevederlo è la nuova convenzione che è stata approvata oggi dalla Giunta municipale e che sarà sottoscritta dal Comune di Ferrara e da Hera Spa con il Raggruppamento Guardie giurate Ecologiche Volontarie di Ferrara (GEV) Odv e con l'associazione Agriambiente Ferrara Odv.

"Ferrara è una città che annualmente si distingue a livello nazionale per la sua virtuosa raccolta differenziata e per la grande sensibilità manifestata dai propri cittadini sui temi dell'ambiente e della tutela del verde - dice il sindaco Alan Fabbri -. Un traguardo a cui teniamo particolarmente perché è frutto di un grande impegno collettivo. Teniamo quindi alta la guardia e potenziamo le misure per evitare che questa attenzione e questi risultati siano compromessi da atti di inciviltà nell'abbandono dei rifiuti. Da qui il monitoraggio attento, le nuove strategie che abbiamo adottato per prevenire, intercettare e sanzionare duramente comportamenti irrispettosi e dannosi. Grazie alle guardie Gev, all'associazione Agrimbiente e a tutto il personale e i volontari che collaborano con noi per tutelare il patrimonio verde e la virtuosa esperienza di Ferrara".

"Con il cambio dell'amministrazione cittadina sono mutate anche le priorità per l'attività di repressione e controllo da parte delle guardie ecologiche. - spiega l'assessore comunale all'Ambiente Alessandro Balboni - La rinnovata convenzione, e la linea politica dell'Amministrazione Comunale, vogliono indirizzare gli sforzi delle guardie ecologiche nella direzione di sanzionare chi abbandona rifiuti sul territorio comunale, senza concentrare gli sforzi, come invece previsto dall'indirizzo politico del passato, sugli orari di esposizione dei rifiuti delle attività commerciali e dei negozi, che subivano salate sanzioni anche per piccoli errori negli orari di esposizione. Da oggi contiamo di aumentare sensibilmente le sanzioni inflitte agli incivili che abbandonano i rifiuti, sia tramite appostamenti che tramite la ricerca di indizi all'interno dei rifiuti stessi".

L'accordo, con durata fino al 31 dicembre prossimo eventualmente rinnovabile, prevede lo svolgimento di un servizio volontario delle Gev sul territorio comunale, inteso come aggiuntivo e non sostitutivo di quello abitualmente svolto dal Corpo di Polizia Locale, allo scopo di collaborare con il Corpo stesso nel promuovere l'educazione e il rispetto della legalità e delle regole per la tutela dell'ambiente, con riferimento soprattutto agli episodi di abbandono dei rifiuti, fonte di degrado del paesaggio. Episodi rispetto ai quali sia l'Amministrazione comunale sia Hera hanno manifestato la volontà di proseguire e rafforzare la collaborazione da tempo in corso con le forze del volontariato, considerati i positivi riscontri ottenuti. Entrambi i partner ritengono infatti indispensabile inasprire l'opera di repressione di tali fenomeni illeciti, che impattano negativamente sull'economia e sulla qualità del servizio di raccolta rifiuti offerto ai cittadini, e promuovere comportamenti civili, che contribuiscano al raggiungimento degli obiettivi di salvaguardia ambientale e di contenimento dei costi, realizzabili tramite forme di corretto conferimento dei rifiuti stessi.