Comune di Ferrara

sabato, 25 settembre 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Agli step finali il nuovo 'Regolamento per l'accesso e la circolazione dei veicoli in zona ZTL e AP'

MOBILITA' - Il documento dovrà ora essere discusso e votato in Consiglio comunale. Lodi: "Rispetto all'attuale abbiamo individuato e modificato alcune criticità". Il nuovo sistema sarà operativo da giugno

Agli step finali il nuovo 'Regolamento per l'accesso e la circolazione dei veicoli in zona ZTL e AP'

16-04-2021 / Giorno per giorno

"Avevamo promesso di limitare la circolazione dei veicoli all'interno della ZTL e disincentivare il traffico di attraversamento del centro storico. Eravamo anche stati sollecitati con interrogazioni e proteste, più che giustificate, e finalmente il 'Nuovo Regolamento per l'accesso e la circolazione dei veicoli in zona ZTL e AP' è quasi giunto al traguardo". Così il vicesindaco e assessore alla Mobilità Nicola Lodi ha presentato oggi in Municipio alla stampa la proposta del nuovo documento licenziato dalla Giunta, insieme al dirigente del Servizio Mobilità, Traffico e Sosta del Comune Antonio Parenti, alla responsabile u.o. Monica Zanarini e a Barbara Tagliani del servizio Mobilità Traffico e Sosta.

"E' stato un percorso lunghissimo - ha poi aggiunto il vicesindaco - per il quale devo ringraziare il dirigente e i tecnici del Servizio comunale Mobilità, Traffico e Sosta che non si sono mai fermati in questi mesi. Oggi ci apprestiamo a portare il documento in Commissione consiliare (21 aprile) poi in Consiglio comunale (26) per essere operativi con le nuove modalità già a partire da giugno. Rispetto al precedente il nuovo Regolamento va a individuare e modificare alcune criticità, fra le quali quella più sentita è certo la presenza di traffico in centro storico e delle vie troppo affollate in certe ore della giornata".

"Sono diverse le novità in cantiere - ha affermato Monica Zanarini - grazie alle quali da maggio rilasceremo i permessi sia con un nuovo software, che ha unificato le due banche dati precedenti, sia sulla base del nuovo Regolamento. Da annotare fra queste che abbiamo ottenuto finalmente l'autorizzazione per montare nuovi varchi: uno sotto la Torre dell'Orologio, uno davanti al Castello-angolo 4S, uno in corso Ercole I d'Este-angolo ex Borsa e un quarto in via Scienze-piazza Verdi. La ztl in queste zone esisteva già ma senza controllo elettronico le regole erano difficili da far applicare per disincentivare il traffico di attraversamento. L'installazione dei nuovi varchi consentirà invece un effettivo contrasto.

Ancora fra le novità è che d'ora in poi solo chi potrà dimostrare effettivamente una necessità o un interesse potrà accedere alla ZTL Duomo e ogni operatore potrà scegliere due fasce orarie (sono cinque quelle previste) in cui entrare, ma con paletti specifici. Lo scopo è ovviamente quello di limitare l'affollamento del centro, soprattutto in alcuni orari.

Con l'introduzione del nuovo software, pensato per il rilascio dei permessi online, anche questa fase verrà semplificata. A parte il momento in presenza per il rilascio della card, successivamente ogni utente potrà gestire richieste e modifiche da remoto. La stessa card dovrà poi essere esposta sull'automezzo per essere rilevata digitalmente nel corso dei controlli. Tutte le operazioni di modifica di sistema saranno fatte in modo graduale e i permessi saranno rinnovati a scadenza naturale o via via con chiamate dall'ufficio di viale IV Novembre".

"Dopo i passaggi istituzionali - ha affermato il dirigente Antonio Parenti - Faremo un mese di ‘sperimentazione in bianco' imposta dal Ministero, che servirà a farci capire se tutti i transiti avvenuti sotto i varchi siano o meno compresi all'interno della lista bianca, cioè delle vetture autorizzate. Un tempo necessario anche per valutare l'efficienza del nuovo applicativo. Saremo quindi pronti a giugno per la partenza del sistema e del relativo automatico sanzionamento dei veicoli che transitano sotto i varchi senza autorizzazione. Questo ovviamente non vuol dire che a maggio la Ztl non esista, non sarà ancora attivo il controllo elettronico ma continuerà quello effettuato dalla Polizia locale".

 

Documentazione allegata a fondo pagina

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: