Comune di Ferrara

sabato, 25 settembre 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Ferrara Rinasce: canoni d’affitto legati al fatturato

COMMERCIO E ATTIVITA’ PRODUTTIVE – Ass. Fornasini e Travagli: “percorso condiviso per contrastare il fenomeno delle ‘vetrine vuote’”

Ferrara Rinasce: canoni d’affitto legati al fatturato

19-05-2021 / Giorno per giorno

 

Contrastare il fenomeno dei locali commerciali sfitti in centro storico e nel resto del territorio comunale. E' con questo obiettivo che, nella mattinata di oggi, 19 maggio 2021, è stato convocato dagli assessori comunali Matteo Fornasini e Angela Travagli un tavolo di confronto con la Camera di Commercio, rappresentata dal commissario straordinario Paolo Govoni e dal direttore Mauro Giannattasio, assieme a Sipro, alle associazioni di categoria, alla Rete Professioni Ferrara, alle associazioni dei proprietari immobiliari e alle associazioni degli inquilini. La proposta avanzata dall'Amministrazione comunale assieme alla Camera di Commercio è stata quella di un protocollo d'intesa che offra la possibilità, a chi desideri aderirvi, di legare, in percentuale, l'importo del canone di locazione dei locali commerciali al fatturato delle attività che vi sono insediate. L'intento è quello di offrire, da un lato, un'agevolazione sia alle nuove attività commerciali e artigianali che si insediano nel territorio sia a quelle già esistenti, e dall'altro di fornire un aiuto ai proprietari immobiliari, che avrebbero così maggiori garanzie circa la regolarità dei pagamenti dei canoni da parte degli inquilini, riducendo il rischio di insolvenze.

'Una proposta - sottolinea l'assessore Fornasini - che, con nostra soddisfazione, ha trovato ampia condivisione da parte dei partecipanti al tavolo di stamani. Si tratta dell'avvio di un percorso condiviso per contrastare il cosiddetto fenomeno delle 'vetrine vuote' e della chiusura delle attività commerciali nel  territorio di Ferrara. In questo modo - spiega ancora Fornasini - vogliamo dare un ulteriore segnale di vicinanza e un aiuto concreto sia alle nuove attività economiche che si vogliono insediare nel nostro territorio sia a quelle storiche già presenti da tempo, a dimostrazione che esiste un sistema composto da Amministrazione comunale, Camera di commercio e associazioni del settore, che è amico delle imprese. Solo supportando e rilanciando le imprese sarà, infatti, possibile sostenere lo sviluppo economico e l'occupazione nella nostra città, in una prospettiva di ripresa dopo i lunghi mesi dell'emergenza sanitaria".

"L'obiettivo - conferma l'assessore Travagli - è quello di riequilibrare il mercato, rinegoziando i canoni, per contrastare il fenomeno ormai diffuso della chiusura degli esercizi commerciali, soprattutto in centro storico, ma anche nel resto del territorio comunale, e favorire l'apertura di nuovi negozi e attività produttive. Per questo l'Amministrazione comunale sta valutando anche una possibile azione da mettere in campo per le proprie concessioni commerciali, che vada proprio in questa direzione. Esprimo soddisfazione - prosegue Travagli - per il clima positivo e propositivo dell'incontro di oggi, che ha visto in campo sia i rappresentanti dei proprietari sia quelli delle imprese, che ringraziamo per la disponibilità".

Sulla base della condivisione espressa dai partecipanti all'incontro, la Camera di Commercio si è assunta l'impegno di predisporre con i propri uffici, nei prossimi giorni, una proposta di protocollo di intesa che recepisca le indicazioni emerse oggi, da sottoporre poi ai vari attori coinvolti.