Comune di Ferrara

giovedì, 23 settembre 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > "Ferrara Feelings": le emozioni del grande Fiume nel video dedicato al percorso cicloturistico Destra Po

TURISMO - Presentato in Comune da ass. Fornasini, Astolfi (Visit Romagna), Govoni (Visit Ferrara) e Dovigo (Witoor)

"Ferrara Feelings": le emozioni del grande Fiume nel video dedicato al percorso cicloturistico Destra Po

03-06-2021 / Giorno per giorno

E' stato presentato giovedì 3 giugno 2021 nella sala dell'Arengo della residenza municipale di Ferrara - in occasione della Giornata Mondiale della Bicicletta - il video dedicato al percorso cicloturistico Destra Po nell'ambito di "Ferrara Feelings", il progetto di promovalorizzazione dei percorsi tematici cittadini, naturalistici e storico rinascimentali a cura del Comune di Ferrara in collaborazione con Visit Romagna, il consorzio Visit Ferrara e società Witoor, finanziato dalla Regione Emilia Romagna nell'ambito dei progetti di Promozione Turistica Locale PTPL 2020.

All'incontro con i giornalisti sono intervenuti l'assessore comunale al Turismo Matteo Fornasini, Chiara Astolfi (direttore Visit Romagna), Zeno Govoni (vice presidente consorzio Visit Ferrara) e Simone Dovigo (Witoor Ferrara, produzione video).

Le azioni del progetto sono rivolte alla promozione e alla commercializzazione dello "slow bike turism", rivolte prevalentemente quindi al ciclismo non competitivo e all'utilizzo della bicicletta come mezzo per aumentare l'esperienza del turista del patrimonio storico e naturalistico della città.

Il video prodotto ha l'obierttivo di valorizzare e promuovere il percorso della ciclovia "Destra Po", un tracciato lineare di oltre 100 Km, che segue il flusso del Po, partendo da Stellata fino al mare Adriatico, adatto a qualsiasi cicloturista, un'opportunità unica di viaggio perché unisce anime e paesaggi diversi, sapori della tradizione provinciale, ricchezze storiche, culturali e naturalistiche. Il video è stato inserito sul portale turistico ferrarainfo.com e verrà promosso sui canali web e social.

- - - - - - - -  

LA SCHEDA (a cura del Consorzio VisitFerrara in collaborazione con il Comune di Ferrara e Destinazione Turistica Romagna) - "Ferrara Feelings: Progetto di promovalorizzazione dei percorsi tematici cittadini, naturalistici e storico rinascimentali"

Il contesto
Ferrara, conosciuta a livello internazionale come "città amica della bicicletta", con i suoi 170 chilometri di piste ciclabili cittadine ed il suo essere punto di passaggio naturale di importanti ciclovie italiane ed europee, si presenta al cicloturista come un territorio da scoprire sotto molti punti di vista. Il suo centro storico interamente Patrimonio UNESCO, che permette di effettuare un "viaggio attraverso i secoli", la possibilità di passare nel giro di pochi chilometri da un contesto urbano ricco di monumenti ed edifici storici al verde dei parchi e delle Mura cittadine, il passaggio del Grande Fiume che ne modella dolcemente il territorio fino al mare e la ciclovia Destra Po che lo costeggia sulla sponda: tutti elementi che danno vita ad un insieme di percorsi, ognuno con caratteristiche ben definite, che tuttavia si intrecciano inscindibilmente tra di loro andando a costruire la matrice identitaria della città.

Il Video
La ciclovia 'Destra Po' rappresenta un'opportunità unica di viaggio perché unisce elementi diversi: dalla terra al mare, dalla città al fiume, sono oltre 100 km di tracciato lineare, adatto a qualsiasi cicloturista, terreno ideale per muoversi con la famiglia e bambini. L'inizio ufficiale del percorso, che segue il flusso del Po e si snoda interamente nella provincia di Ferrara, è sull'argine a Stellata, con la sua millenaria Rocca, per poi proseguire a Bondeno, deviando verso Ferrara lungo la ciclovia Burana. Nella città estense si può raggiungere il Po via acqua, per poi riprendere la pedalata sull'argine verso Ro, Serravalle, dove il fiume si biforca per la prima volta dando inizio al Delta del Po, e arrivare a Mesola. La terza tappa collega il Castello Estense di Mesola fino a Goro e Gorino: lì si torna a navigare, nella Sacca di Goro, per raggiungere l'Isola dell'Amore e il suo Faro, e terminare il viaggio sul mare Adriatico. Il video prodotto da Witoor e realizzato dal collettivo LeleMarcojanni punta alla valorizzazione della Ciclovia Destra Po, divisa idealmente in tre tappe: Stellata-Ferrara, Ferrara-Mesola, Mesola-Gorino. Situata sulla direttrice Mantova-Adriatico, la ciclovia è interamente pianeggiante, e segue il fluire del corso del Po, unendo anime e paesaggi diversi, epoche storiche lontane e più recenti, ricchezze storiche e culturali con i sapori tradizionali della provincia ferrarese.

L'obiettivo del video è creare un prodotto editoriale audiovisivo che possa veicolare l'esperienza unica nel pedalare nella provincia ferrarese: un percorso facile dal punto di vista dell'altimetria ma che sa offrire un patrimonio culturale unico al mondo. Dalla Rocca Possente al Castello di Mesola, passando ovviamente per Ferrara con il Castello Estense, Palazzo Diamanti e il suo mirabile centro storico, pedalare sulla Destra Po è un'immersione nei patrimoni tutelati come beni UNESCO. Il filo che tiene insieme storia e cultura, sapori e cibo, terra e acqua, orizzonti e persone, è sempre la ciclovia: un binario su cui una famiglia può scorrere e decidere quando fermarsi per godersi appieno l'esperienza cicloturistica nel territorio ferrarese. Sono infatti proprio le emozioni che scaturiscono dall'incontro con questi territori, a stimolare la narrazione del video: gli occhi di una bambina che può pedalare serena e sicura, la gioia di una famiglia che si stupisce ad ammirare il Castello Estense, i sapori autentici della pasta fatta a mano e di perdersi e ritrovarsi tra le bellezze di Ferrara o le meraviglie naturalistiche del Parco del Delta del Po.

La ciclovia lega queste esperienze, fatte non soltanto di paesaggi ma anche e soprattutto di persone, attraverso gli incontri con chi il territorio lo vive davvero e che si possono fare proprio pedalando sull'argine del Po: dalla barca che ti porta a navigare, alle botteghe con i prodotti "di una volta" o ai pescatori nel porto intenti a sistemare le reti della pesca: umanità autentica che sa raccontare a chi pedala moltissimo di questo territorio. Pedalare sulla Destra Po è facile e divertente, ed entrare in contatto con la natura dei luoghi attraversati lo è altrettanto. Per questo la produzione del video è stata preceduta da una ricerca sul territorio di scenari e ambientazioni che potessero veicolare questa duplice possibilità per il target della promozione cicloturistica: una rete di elementi visivi, storici e paesaggistici che è stata poi intrecciata con alcuni esempi significativi di possibili esperienze, come il mangiare cibo fatto a mano o navigare su fiume e in mare, fino alla scoperta di luoghi unici come l'Isola dell'Amore nel Delta del Po. Su questa trama di simbologie si è innestata la linea narrativa della produzione del video: gli orizzonti infiniti della Destra Po sono diventati i binari su cui scorrono su livelli paralleli i dettagli visivi ed emotivi che colpiscono chi pedala sulla ciclovia. La Destra Po accompagna l'esperienza emotiva della famiglia in bici, e sono proprio le relazioni umane tra i componenti il vero "motore" che li spinge da Stellata a Gorino passando per Ferrara: stupore, gioia, libertà, curiosità.

Un ulteriore livello interpretativo della ciclovia avviene in formato grafico: il dipanarsi del percorso con focus sulle tre tappe in cui idealmente si è scelto di suddividere gli oltre 100km del tracciato è la sintesi grafica che ricorda allo spettatore dove si trova. Un filo continuo che lega tutte le possibili esperienze che può vivere il cicloturista e gli stati d'animo che attraversa. L'airone nella natura, il sorriso accogliente di un "artigiano del sapore" a pochi passi dall'argine, l'aprirsi del mare e dell'orizzonte e le strette vie del centro storico di Ferrara, sono contraltari emotivi che rappresentano la vasta gamma dello spettro emotivo dell'esperienza 'Destra Po', che scorre anche visivamente negli occhi dello spettatore grazie agli inserti grafici e testuali esplicativi.

La prospettiva del video è orizzontale, dunque: che si tratti di città, con i suoi mattoni o il pavè, o il verde e l'acqua dell'argine del Po, tutto scorre orizzontale. Sono i protagonisti che legano gli elementi grazie al loro viaggio in bici. Si è così scelto di realizzare una partitura visiva di dettagli di materiali che caratterizzano, almeno idealmente, le tre tappe del video. Per citarne alcuni di quelli che appaiono: Ferrara, i mattoni rossi, presi in movimento da un camera car laterale; il bugnato del Palazzo Diamanti; l'acqua; gli alberi che costeggiano la destra Po, in movimento come sopra; lavorare con delle inquadrature laterali di paesaggio e famiglia in bici su diverse profondità di campo; intervallare con elementi che sono un ponte tra i protagonisti del video e il paesaggio (abitanti compresi) che legano le tre parti del video.

La fotografia del paesaggio è precisa, con una componente di colori che sappia valorizzare le emozioni di un territorio dalle mille sfumature, ma sempre calde, avvolgenti, presenti, fino al respiro finale del mare e della gioia della bambina.
Con questa produzione si è dunque cercato di realizzare un prodotto che sia possibile utilizzare sia come veicolo di storie per la promozione di una fondamentale infrastruttura cicloturistica per Ferrara, sia per inserire la ciclovia 'Destra Po' all'interno dei principali portali di promozione turistica che intercetteranno un target alla ricerca di forme di turismo esperienziale in Italia.

SOGGETTO ATTUATORE: Consorzio Visit Ferrara

PARTNER TERRITORIALI: Witoor, LeleMarcojanni

 

Links:

Immagini scaricabili: