Comune di Ferrara

domenica, 20 giugno 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Potature drastiche con eliminazione della chioma di 12 alberi, sanzionata la proprietà del parco storico

AMBIENTE E VERDE PUBBLICO E PRIVATO – Multa di quasi 3mila euro. Balboni: vigilanza in linea con gli accordi con associazioni ambientaliste ferraresi

Potature drastiche con eliminazione della chioma di 12 alberi, sanzionata la proprietà del parco storico

09-06-2021 / Giorno per giorno

È di quasi 3mila euro la sanzione imposta ai proprietari del giardino di un edificio storico di viale Cavour, a Ferrara, per interventi di potatura eccessivi, che hanno di fatto eliminato tutta la chioma di 5 alberi di ippocastano e di 7 esemplari di bagolaro, procedendo anche all'abbattimento non autorizzato di un bagolaro. Gli interventi di manutenzione del verde pubblico in questione - come riscontrato da sopralluoghi congiunti fatti dalla Polizia locale insieme a operatori del Verde pubblico - violano le indicazioni del "Regolamento comunale del Verde pubblico e privato" (art. 10 cc 3 e 4) oltre a quelle contenute nell'atto di autorizzazione dell'Ufficio Verde del Comune e relative alla "potatura di essenze arboree e arbustive radicate in parco storico". Il controllo messo in atto dagli operatori comunali ha portato a verificare che "le operazioni di potatura sono state effettuate in maniera indiscriminata, riguardando l'intera componente fogliare disponibile" e superando ampiamente l'asportazione che deve essere inferiore al 35% della chioma. Quanto risulta rimasto degli alberi in questione è quindi esclusivamente "la frazione legnosa con asporto dell'intera superficie foto-sintetizzante disponibile".
Le operazioni di controllo in questo periodo sono particolarmente attente agli interventi di manutenzione del verde anche negli spazi privati, in coerenza con la collaborazione in atto tra l'amministrazione e le associazioni ambientaliste segnalatrici. "Nel percorso partecipato con le associazioni ambientaliste - sottolinea l'assessore all'Ambiente Alessandro Balboni - è emerso come spesso i privati cittadini non rispettino il Regolamento del verde pubblico e privato della città e, anzi, non rispettino neppure le prescrizioni rilasciate dall'Ufficio verde per potare e manutenere la chioma degli alberi nei loro giardini. Per questo motivo, grazie anche all'opera di sensibilizzazione e segnalazione delle associazioni ambientaliste, riteniamo indispensabile aumentare l'attenzione e intervenire con le sanzioni ove necessario, quando le ditte che eseguono la manutenzione non rispettano i criteri e i canoni della cura del verde".