Comune di Ferrara

domenica, 20 giugno 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Ripartita l'attività laboratoriale del gruppo Estense Parkinson per migliorare la qualità di vita di malati e caregiver

POLITICHE SOCIALI - Appuntamento nei locali della Rivana. Assessore Coletti: "Un aiuto prezioso per la riabilitazione, il mantenimento delle abilità e il supporto psicologico"

Ripartita l'attività laboratoriale del gruppo Estense Parkinson per migliorare la qualità di vita di malati e caregiver

09-06-2021 / Giorno per giorno

Con la ripresa del progetto 'Voce e respiro', interrotto a causata dal periodo pandemico, è ripartita nei giorni scorsi (martedì 8 giugno 2021) nei locali della Rivana l'attività laboratoriale gestita dal gruppo Estense Parkinson, destinata a migliorare la qualità di vita e le relazioni sociali sia dei malati sia dei loro famigliari. 

All'incontro ha partecipato l'assessore alle Politiche sociali del Comune di Ferrara Cristina Coletti che, accompagnata dalla presidente dell'associazione Elsa Gandini Moccia ha assistito ai momenti iniziali dei percorsi di laboratorio.

"Sappiamo tutti che la malattia di Parkinson produce gravi sofferenze a chi ne è portatore e a coloro che devono farsene carico. - ha puntualizzato l'assessore Coletti - Per questo è quanto mai prezioso il lavoro che il gruppo Estense Parkinson, nel tempo, ha costruito attraverso alcuni progetti per la riabilitazione, il mantenimento delle abilità e per sostenere psicologicamente i caregiver. Un percorso che come Amministrazione seguiamo e sosteniamo con grande attenzione convinti che attraverso l'impegno comune si possa, seppure parzialmente, alleviare il peso che questa patologia scarica sia sui singoli nuclei famigliari sia sulla società".

"Contemporaneamente, in due spazi diversi e settimanalmente, i malati seguono un laboratorio di riabilitazione logopedica e i loro caregiver un laboratorio di training autogeno. - ha ricordato la presidente dell'associazione Elsa Gandini Moccia  - La logopedia cerca di prevenire e limitare la perdita della fonazione da parte dei malati. Il training autogeno è una tecnica di rilassamento che, tramite esercizi insegnati da una psicologa ed eseguiti in maniera costante e regolare, consentono di raggiungere un maggiore benessere psico-fisico. Un altro progetto - ha poi aggiunto  - si occupa della riabilitazione psicofisica che rallenti gli effetti invalidanti che la malattia produce sul corpo. Una fisioterapista che da anni si occupa specificatamente di malati di Parkinson, ha messo a punto una serie di esercizi che possono essere svolti in gruppo o individualmente a domicilio; tali esercizi servono per educare la persona con la malattia di Parkinson all'autogestione e, tramite esercizi e il recupero dello stato funzionale, favorirne la permanenza a domicilio". 

Per info Gruppo Estense Parkinson - via della Sirena 13 - tel 0532 97856

 

Immagini scaricabili: