Comune di Ferrara

venerdì, 30 luglio 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Comunicazione, trasparenza, semplificazione: il nuovo portale del Comune di Ferrara si presenta alla città

SERVIZI INFORMATICI - Sindaco Fabbri: "Inizia un percorso di ammodernamento e semplificazione dell'intero ecosistema digitale comunale". Ass. Guerrini: "Strumenti open source in una logica di riuso e valorizzare delle risorse interne"

Comunicazione, trasparenza, semplificazione: il nuovo portale del Comune di Ferrara si presenta alla città

14-07-2021 / Giorno per giorno

Nuovo sito istituzionale del Comune di Ferrara: è stato il sindaco Alan Fabbri a dare il via questa mattina (mercoledì 14 luglio 2021) all'attivazione della nuova piattaforma, realizzata secondo le linee guida Agid, l'Agenzia per l'Italia digitale. La nuova configurazione, studiata per essere più accessibile, comprensibile da tutti e adeguata alle più recenti necessità è stata presentata alla stampa nella residenza municipale di Ferrara.

All'incontro con i giornalisti erano presenti il sindaco Alan Fabbri, l'assessore ai Servizi Informatici Micol Guerrini, Massimo Poletti (responsabile Sistemi Informativi), Cristina Fiorentini (Sistemi Informativi) e Michele Lecci (portavoce del Sindaco).

"Comunicazione, trasparenza e semplificazione: sono stati questi i tre principi che ci hanno guidato - ha affermato in apertura il sindaco Alan Fabbri - nell'azione di restyling del nuovo portale del Comune di Ferrara, un progetto che vuole essere il punto di inizio del percorso di ammodernamento e semplificazione dell'intero ecosistema digitale del nostro Comune.  Il sito attuale risale per tecnologia e impostazione a quasi 20 anni fa. Quindi rifarlo era necessario, non tanto e non solo per l'adeguamento alle normative in termini di accessibilità e di usabilità, ma era necessario perché in questi ultimi anni il mondo, e in particolare il mondo della comunicazione e dei servizi digitali, è cambiato. Fin da subito non abbiamo puntato a realizzare un sito vetrina, con cui comunicare unilateralmente, ma una piattaforma che fornisse tutte le informazioni utili, in modo facile da trovare, e in futuro ci consentisse di stabilire rapporti sempre più diretti con la cittadinanza, sfruttando gli strumenti della partecipazione online. E quindi avere la possibilità di fare consultazioni, organizzare online gruppi di lavoro territoriali, lanciare sondaggi, rispondere direttamente alle richieste".

"Per un intervento così complesso e delicato - ha aggiunto l'assessore Micol Guerrini -  l'Amministrazione ha puntato sulle buone pratiche indicate da Agid, Agenzia per l'Italia Digitale, e dal Codice di Amministrazione Digitale, accogliendo l'invito a utilizzare strumenti opensource in una logica di riuso e di valorizzare le risorse interne in un'ottica di redazione diffusa. Pertanto abbiamo selezionato una piattaforma totalmente open source presente sul catalogo del riuso della Pubblica Amministrazione, e già utilizzata da Regione Lombardia (che l'ha progettata e sviluppata nell'ambito dei propri servizi) e dalla nostra Regione, che l'ha adottata per il progetto Eroi della sua partecipata Ar- ter. Un progetto che mette in rete tutti i cluster emiliano-romagnoli e tutti i progetti di innovazione. Oggi quindi, - ha quindi ricordato l'assessore - con la messa on line del nuovo portale nella sua versione 1.0 non è terminato il progetto, bensì inizia un percorso virtuoso che vedrà gli operatori impegnati in particolare nei prossimi mesi a completare il trasferimento dei dati e il processo di formazione per poi proseguire, nel corso della legislatura, ad aggiornare via via anche gli altri siti web del sistema comunale e ad attuare pienamente il processo partecipativo".

(LA SCHEDA - a cura dei Servizi Informatici del Comune di Ferrara)

La realizzazione del nuovo portale del Comune di Ferrara si inscrive in un programma complessivo di adeguamento degli strumenti e delle piattaforme dell'intero ecosistema digitale, per superare l'attuale frammentazione di visione e il gap tecnologico costituito da una infrastruttura risalente a quasi 20 anni fa. Questa operazione di rinnovamento è stata l'occasione per una profonda revisione dell'identità stessa dell'ecosistema della comunicazione digitale, nella sua visione, nell'architettura dell'informazione, negli strumenti di gestione, nella grafica, ed ha tenuto conto delle specifiche necessità di:

• potenziare in modo efficiente la comunicazione digitale verso i cittadini in termini di informazioni e servizi, creando le condizioni per una fattiva democrazia partecipata;
• offrire spazi e strumenti per un dialogo continuativo con i cittadini, in una logica collaborativa;
• supportare in modo efficiente la comunicazione interna, valorizzando il contributo delle professionalità dei dipendenti comunali, attraverso una redazione diffusa.

L'adeguamento alle buone pratiche indicate dalle linee guida espresse da AgID (Agenzia per l'Italia Digitale) in materia di siti web e portali per la Pubblica Amministrazione. (www.agid.gov.it) e Team Digitale (teamdigitale.governo.it) ), si è espresso nella scelta di una piattaforma totalmente open source presente sul catalogo del riuso della Pubblica Amministrazione, e già utilizzata da altre Pubbliche Amministrazioni, quali Regione Lombardia (che l'ha progettata e sviluppata nell'ambito dei propri servizi) nonché dalla nostra Regione, l'Emilia-Romagna.

Nella progettazione si è scelto di attenersi al 100% alle linee guida definite da AgID per la progettazione dei siti della Pubblica Amministrazione, in particolare seguendo le indicazioni sulla realizzazione dei siti delle amministrazioni comunali fornite da Designers Italia, il punto di riferimento per i progettisti dei servizi digitali della PA.
Lo sviluppo del layout grafico, la suddivisione delle informazioni, la catalogazione dei contenuti, l'identificazione della tassonomia utilizzata (ovvero delle modalità di tematizzazione) corrispondono a degli standard definiti da AgID, ai quali stanno via via aderendo i principali comuni italiani. Si tratta di standard che costituiscono garanzia di usabilità, organizzazione e semplicità d'uso nell'erogazione verso i cittadini di informazioni e servizi; modelli che sono costantemente sottoposti a verifiche per rispondere a quelli che sono gli obiettivi di comunicazione della Pubblica Amministrazione:
• Conoscere l'amministrazione e il suo operato
• Scoprire cose da fare in città o nel proprio quartiere
• Ricevere supporto, chiedere assistenza, trovare opportunità
• Adempiere ai propri doveri nel rispetto della legge
• Partecipare alla vita e alla crescita della comunità
• Risolvere un imprevisto o conoscere le cause di un disagio
• Accedere ai servizi e alle iniziative offerti dal comune

I requisiti di funzionalità sono totalmente aderenti al dettato legislativo e alle più recenti linee guida sull'accessibilità e l'usabilità, oltre che con le norme europee per il trattamento dei dati (GDPR) e della sicurezza informatica.
Per la parte di backend, cioè quella parte riservata agli operatori comunali per la gestione e l'inserimento dei contenuti, si è voluto offrire un ambiente lavorativo più completo e rivolto alla collaborazione, sia dal punto di vista dell'accessibilità, sia dal punto di vista della funzionalità, recependo le indicazioni istituzionali in materia di Digital Divide.
L'operatività è semplificata al massimo, grazie alle più innovative funzionalità e a una user experience (ovvero la modalità di esposizione dei tracciati di lavoro e di navigazione), predisposte su misura per gli addetti ai lavori della Pubblica Amministrazione.
L'esperienza d'uso del personale coinvolto ha costituito da subito un punto di riferimento per la messa a regime del progetto, poiché solo partendo dal coinvolgimento diretto e dalle segnalazioni dei redattori si può arrivare a costruire un ambiente realmente efficiente.

Operativamente, per un certo periodo conviveranno i due siti (è presente un link per accedere all'archivio dei contenuti) e la migrazione sarà effettuata per blocchi, in modo da minimizzare i disagi dovuti al trasferimento.

Nelle foto - scaricabili in fondo alla pagina - alcuni momenti della presentazione del nuovo sito istituzionale del Comune di Ferrara con  il sindaco Alan Fabbri, l'assessore ai Servizi Informatici Micol Guerrini, il responsabile Sistemi Informativi Massimo Poletti e Cristina Fiorentini dei Sistemi Informativi (foto GioM - Ufficio Stampa del Comune di Ferrara)

Immagini scaricabili:

Il sindaco Alan Fabbri lancia il nuovo sito istituzionale del Comune di Ferrara - Ferrara, 14 luglio 2021 Cristina Fiorenti, il sindaco Alan Fabbri, l'ass. Micol Guerrini e il responsabile dei Sistemi informativi Massimo Poletti per la presentazione del nuovo sito istituzionale del Comune di Ferrara - Ferrara, 14 luglio 2021 Cristina Fiorenti, il sindaco Alan Fabbri, l'ass. Micol Guerrini e il responsabile dei Sistemi informativi Massimo Poletti Il  sindaco Alan Fabbri, l'ass. Micol Guerrini e il responsabile dei Sistemi informativi Massimo Poletti Presentazione del nuovo sito istituzionale del Comune di Ferrara - Ferrara, 14 luglio 2021 Il sindaco Alan Fabbri lancia il nuovo sito istituzionale del Comune di Ferrara - Ferrara, 14 luglio 2021