Comune di Ferrara

martedì, 07 dicembre 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Stop alle stoviglie monouso nelle mense scolastiche comunali, al via interventi per adeguare gli impianti

SCUOLA E FAMIGLIA - L'assessore Dorota Kusiak: "Ecco la strategia del Comune per migliorare la qualità della ristorazione scolastica e ridurre l'usa e getta"

Stop alle stoviglie monouso nelle mense scolastiche comunali, al via interventi per adeguare gli impianti

16-07-2021 / Giorno per giorno

Sono in partenza i lavori in 15 scuole primarie e 2 scuole secondarie di primo grado per la predisposizione dell'impiantistica idraulica ed elettrica finalizzata all'istallazione di lavastoviglie destinate al lavaggio di piatti bicchieri e posate riutilizzabili, in sostituzione dell'usa e getta nelle mense scolastiche.

A seguito di una sperimentazione positiva avviata lo scorso anno nelle scuole dell'infanzia e primarie "Villaggio Ina" e scuola dell'infanzia di Fossanova S. Marco, dal prossimo settembre, piatti in arcopal, bicchieri di vetro o in plastica dura lavabile per le scuole dell'infanzia, e posate di acciaio inossidabile apparecchieranno le tavole delle scuole ferraresi.

Si tratta di una decisione inserita lo scorso anno nel capitolato d'appalto per la ristorazione scolastica, nel rispetto dei criteri definiti nel piano della sostenibilità ambientale dei consumi della pubblica amministrazione e finalizzati a migliorare la qualità della ristorazione scolastica e a prevenire l'aumento dei rifiuti. Il servizio, fornito dalla ditta CIR e organizzato dal Comune di Ferrara, sarà adeguato alle nuove esigenze con personale addetto alle nuove mansioni e soprattutto vedrà la collaborazione dei bambini nello sparecchiare, fare raccolta differenziata e, in alcuni plessi, procedere alla pesatura degli scarti al fine di valutarne l'impatto ambientale ed economico.

"Siamo convinti - dichiara l'assessore alla Pubblica Istruzione Dorota Kusiak - che questi cambiamenti organizzativi all'interno dei contesti scolastici, abbiano un forte impatto sulla qualità della ristorazione scolastica in termini di gradimento del pasto stesso oltre che nella riduzione sostanziale dei rifiuti prodotti dalle scuole. Si tratta di azioni necessarie per segnali importanti che andranno ad impattare sulla vita di bambini e ragazzi e a rafforzare in loro un pensiero ecologico sostenuto da buone pratiche quotidiane. Per questo sosterremo il processo di transizione ecologica con attività formative rivolte sia ai ragazzi sia ai genitori e agli insegnanti, affinchè ognuno possa attivarsi per produrre cambiamenti positivi".

In quattro scuole del territorio che per motivi logistici l'istallazione delle attrezzature richiede interventi strutturali più importanti, sarà possibile continuare l'attività di mensa con l'utilizzo di materiali monouso biodegradabili e compostabili, introdotti lo scorso anno nelle mense scolastiche, conformi alla norma UNI EN 13432, anche in occasioni di pranzi consumati al di fuori dalle scuola, come ad esempio per gite scolastiche.

Questo l'elenco delle scuole in cui verranno effettuati gli interventi strutturali che saranno completati entro un mese, in funzione dell'avvio dell'anno scolastico e in generale dei lavori edili programmati nelle scuole primarie e secondarie di primo grado: (primarie) Matteotti, Mosti, Porotto, Tumiati, Pascoli, Alda Costa, Don Milani, Biagio Rossetti, Malborghetto, Francolino, Villaggio Ina, Cosmè Tura, San Bartolomeo, San Martino, Guarini, Leopardi, Baura; (secondarie di primo grado) Cosmè Tura e De Pisis.