Comune di Ferrara

sabato, 25 giugno 2022.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > "Cara Biblioteca", percorso partecipativo per rinnovare la rete bibliotecaria in maniera condivisa

CULTURA - Mercoledì 2, 9 e 16 febbraio 2022 alle 18.30 in Ariostea, Bassani e Rivana Garden. Riservato ai ragazzi il 23/2 alla Niccolini. Aperte le iscrizioni

"Cara Biblioteca", percorso partecipativo per rinnovare la rete bibliotecaria in maniera condivisa

14-01-2022 / Giorno per giorno

Un percorso partecipativo organizzato dal Comune di Ferrara per condividere il percorso di rinnovamento della Rete Bibliotecaria insieme con tutte le persone che la utilizzano. È questo l'obiettivo del progetto "Cara Biblioteca" presentato venerdì 14 gennaio 2022 nella residenza municipale.

Gli incontri aperti a tutti con attività di ascolto attivo dei cittadini per fare emergere criticità e bisogni del servizio allo stato attuale e per individuare nuove possibili visioni e funzioni delle biblioteche e dei punti lettura si terranno mercoledì 2 febbraio 2022 alla Biblioteca Ariostea, mercoledì 9 febbraio 2022 alla Biblioteca Bassani e mercoledì 16 febbraio 2022 al Centro Rivana Garden, sempre dalle 18.30 alle 20. Incontro dedicato esclusivamente ai ragazzi under 25 quello in calendario mercoledì 23 febbraio 2022 alle 18.30 alla Biblioteca Niccolini per ascoltare il punto di vista dei più giovani. Il momento di restituzione pubblica, a conclusione del percorso, è previsto per mercoledì 6 aprile 2022 alla Biblioteca Ariostea.
Tutto il percorso sarà preceduto da un incontro a porte chiuse con il personale bibliotecario, in programma per mercoledì 26 gennaio 2022. Gli operatori bibliotecari saranno presenti a tutti gli incontri, in quanto maggiori conoscitori della realtà bibliotecaria nella sua quotidianità.

Per partecipare agli incontri è necessaria l'ISCRIZIONE tramite modulo online sulla pagina dedicata sul sito del Comune di Ferrara al link www.comune.fe.it/carabiblioteca. Ogni incontro replicherà la medesima struttura ed è quindi possibile iscriversi a uno solo degli appuntamenti.

"Quello che parte ufficialmente oggi - ha sottolineato l'assessore alla Cultura Marco Gulinelli - è un percorso partecipativo per scrivere insieme ai cittadini il futuro della Rete Bibliotecaria del Comune di Ferrara. Come preannunciato lo scorso anno, vogliamo coinvolgere i cittadini con attività di ascolto attivo per fare emergere criticità e bisogni del servizio allo stato attuale e individuare nuove possibili visioni e funzioni delle biblioteche e dei punti lettura. L'intento è rendere questi luoghi spazi di espressione civica e di partecipazione culturale, cosa non possibile se non si parte dal presupposto fondamentale che le biblioteche non prestano solo libri, ma assolvono a un fondamentale ruolo sociale. Il loro vero patrimonio sono le persone che le frequentano. Mettere in rete la cultura e i luoghi del sapere è quindi fondamentale, in modo da avere più presidi che diventino punto di valorizzazione della lettura. Alla base di ciò c'è una visione: la Rete Bibliotecaria come un'unica grande biblioteca del Comune di Ferrara con tante porte di accesso, che sono le diverse realtà bibliotecarie presenti sul territorio".

"Il sistema bibliotecario ferrarese - ha ricordato la dirigente del settore Cultura e turismo Ethel Guidi - oggi è già integrato con le biblioteche universitarie e con il sistema delle biblioteche degli altri comuni. Ma ora è il momento di dare un impulso innovativo e attento a individuare i servizi da implementare e il ruolo che la rete delle biblioteche cittadine potrà rivestire per incontrare le esigenze degli utenti".

"Le biblioteche sono luoghi relazionali - ha fatto notare il responsabile del servizio Biblioteche e Archivi Angelo Andreotti - dove la cultura passa di bocca in bocca, di persona in persona. Negli ultimi anni la società è cambiata, e questo si è visto anche nelle biblioteche, da sempre punti di riferimento per il pubblico, luoghi in cui le cose si possono sapere. Con questo strumento vogliamo riagganciare la società, il pubblico, e ridargli quella fiducia che c'era prima nella biblioteca, come luogo in cui si può andare per avere informazioni e darle, discutere, stare insieme. Questa è un'occasione per mettere in una relazione aperta le biblioteche e il loro pubblico e magari anche per intercettare esigenze o desideri di chi ancora non appartiene al pubblico delle biblioteche. Un percorso tra l'esterno e l'interno, che partirà da un incontro dedicato all'ascolto e alle proposte degli stessi operatori bibliotecari".

Anna Rosa Fava dell'unità operativa la Direzione generale ha sottolineato che "la Direzione generale del Comune ha affiancato fin da subito quella delle biblioteche per definire insieme il percorso organizzativo, andando verso i cittadini e raccogliendo le sollecitazioni in linea con i tempi che cambiano, per costruire una rete e realizzare quest'idea di un'unica biblioteca con tante diverse porte aperte".

Il "percorso policentrico" per andare verso i cittadini, verrà realizzato con incontri strutturati, gestiti da facilitatori esperti. La progettazione del percorso e la facilitazione degli incontri sono stati infatti affidati a BAM! Strategie Culturali, società di consulenza e progettazione specializzata in servizi strategici per il settore culturale, con sede a Bologna. Francesca Lambertini, di Bam! ha illustrato le modalità del percorso e il nuovo logo, che rappresenta un unico filo che unisce la pluralità delle persone che utilizzano il sistema bibliotecario e che, ruotato verticalmente evoca le sagome di tanti volumi quante sono le biblioteche civiche cittadine: Ariostea, Casa Niccolini, la Giorgio Bassani a Ferrara Nord, la Aldo Luppi a Porotto, il punto lettura Dino Tebaldi a San Giorgio, la Gianni Rodari a Ferrara Sud, l'Archivio Storico comunale e la Videoteca Biblioteca "Vigor"


------------------------------------------------------
LA SCHEDA a cura degli organizzatori
- Inizia a febbraio il percorso rivolto ai cittadini per scrivere il futuro della Rete Bibliotecaria del Comune di Ferrara
Sono aperte le iscrizioni a "Cara biblioteca", il percorso partecipativo realizzato dal Comune di Ferrara per condividere con cittadine e cittadini il percorso di rinnovamento della Rete Bibliotecaria.
"Cara Biblioteca - spiega l'assessore alla Cultura Marco Gulinelli - mira a identificare le necessità e i desideri di cittadini e portatori di interesse nei confronti della rete bibliotecaria cittadina del Comune di Ferrara per poter poi individuare i servizi da implementare e il ruolo che la rete potrà rivestire per incontrare le esigenze degli utenti"
Per il dirigente delle Biblioteche Angelo Andreotti "Si tratta di un'occasione per mettere in una relazione aperta le biblioteche e il loro pubblico, e magari anche per intercettare esigenze o desideri di chi ancora non appartiene al pubblico delle biblioteche."
Nel mese di febbraio si terranno tre incontri, aperti ai cittadini, seguiti da un ulteriore incontro riservato a ragazze e ragazzi under 25. Gli incontri aperti sono preceduti da un primo incontro a porte chiuse, riservato al personale delle biblioteche. L'obiettivo è fare emergere bisogni e istanze degli utenti delle biblioteche con l'aiuto di facilitatori esperti e raccogliere proposte di sviluppo del servizio bibliotecario.
Ogni incontro replicherà la medesima struttura con un diverso gruppo di partecipanti, in modo da consentire a più persone di partecipare evitando assembramenti. È quindi possibile iscriversi a uno solo degli appuntamenti.
Gli incontri si terranno rispettivamente mercoledì 2 febbraio 2022 alla Biblioteca Ariostea, mercoledì 9 alla Biblioteca Bassani e mercoledì 16 febbraio 2022 al Centro Rivana Garden, sempre dalle 18.30 alle 20. In calendario c'è anche un incontro dedicato esclusivamente a under 25, per ascoltare il punto di vista dei più giovani: l'appuntamento è mercoledì 23 febbraio 2022 alla Biblioteca Niccolini.
A conclusione del percorso è previsto un incontro di restituzione pubblica che si terrà il 6 aprile 2022 alla Biblioteca Ariostea
La partecipazione agli incontri è libera, previa iscrizione. Per partecipare agli incontri è necessario esibire all'ingresso la Certificazione verde Covid 19 Rafforzata e indossare una mascherina di tipo FFP2.
Tutte le informazioni sul percorso partecipativo sono sul sito del Comune di Ferrara all'indirizzo www.comune.fe.it/it/carabiblioteca

Immagini scaricabili:

Presentazione del progetto "Cara Biblioteca" con Ethel Guidi, ass. Marco Gulinelli, Francesca Lambertini, Anna Rosa Fava, Angelo Andreotti (fotoFVecch) Locandina del progetto "Cara Biblioteca" Logo del progetto "Cara Biblioteca" Immagine del progetto "Cara Biblioteca" Presentazione del progetto "Cara Biblioteca" con Anna Rosa Fava, Ethel Guidi, ass. Marco Gulinelli, Angelo Andreotti, Francesca Lambertini (fotoFVecch) Presentazione del progetto "Cara Biblioteca" con Anna Rosa Fava, Ethel Guidi, ass. Marco Gulinelli, Angelo Andreotti, Francesca Lambertini (fotoFVecch)

Allegati scaricabili: