Comune di Ferrara

martedì, 05 luglio 2022.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > L’ex mercato coperto, il nuovo museo di palazzo Koch, le aree di sviluppo Sipro: Ferrara alla Fiera Internazionale dell’Immobiliare (MIPIM) presenta a 5.400 investitori internazionali i propri progetti

ATTIVA' PRODUTTIVE E PATRIMONIO - Delegazione in missione a Cannes dal 15 al 18 marzo 2022. Partnership tra Comune, Sipro, Bper e Banca d'Italia

L’ex mercato coperto, il nuovo museo di palazzo Koch, le aree di sviluppo Sipro: Ferrara alla Fiera Internazionale dell’Immobiliare (MIPIM) presenta a 5.400 investitori internazionali i propri progetti

10-03-2022 / Giorno per giorno

Si è svolta oggi (giovedì 10 marzo 2022) presso la sala degli Arazzi della residenza municipale di Ferrara, la conferenza stampa di presentazione della partecipazione del Comune di Ferrara, attraverso l'Assessorato alle Attività Produttive Patrimonio Fiere Mercati, alla "Fiera Internazionale del mercato immobiliare - MIPIM 2022", che si terrà a Cannes dal 15 al 18 marzo 2022. Partner dell'iniziativa sono Sipro spa/Agenzia per lo Sviluppo di Ferrara , Banca Bper e Banca d'Italia.

All'incontro con i giornalisti sono interventi l'assessore comunale alle Attività Produttive Patrimonio Fiere e Mercati Angela Travagli, il presidente di Sipro Stefano Di Brindisi, la coordinatrice dell'agenzia per lo sviluppo Sipro Chiara Franceschini, i rappresentanti Banca Bper Daniele Martignetti (responsabile Real Estate), Sabrina Bianchi (responsabile Brand e Communication e Patrimonio Culturale) e l'ing. Marco Ciattaglia.

(Comunicazione a cura di Ferrara Rinasce)

Ferrara, 10 mar - Per la prima volta Ferrara proporrà - in un progetto unitario pubblico-privato - aree per l'acquisizione e il rilancio ai circa 5.400 investitori internazionali del Mipim, appuntamento clou a livello mondiale per il settore immobiliare. L'evento leader globale sarà a Cannes dal 15 al 18 marzo 2022. Il Comune di Ferrara, con Sipro, BPER Banca e Banca d'Italia avranno un proprio spazio all'interno dello stand Emilia-Romagna e presenteranno sei potenziali investimenti al pubblico di settore. La missione ferrarese in terra francese è stata presentata oggi dagli esponenti di tutti i partner coinvolti.  

L'assessore Angela Travagli sottolinea che "la valorizzazione degli immobili della città è la valorizzazione del territorio. Per questo - rimarca - abbiamo messo in campo progetti e una strategia di ampio respiro e di portata internazionale, come dimostra la nostra presenza in una fiera immobiliare tra le principali al mondo".

Tra le aree e le strutture che il Comune presenterà e sottoporrà agli investitori internazionali vi è  l'ex mercato coperto, proposto dal Comune secondo la formula della 'concessione per la valorizzazione' (sulla base della progettualità già in essere). Recentemente proprio il Comune di Ferrara si è aggiudicato un cofinanziamento del Governo di circa 160mila euro sui 230mila euro complessivi per la progettazione. Progettazione aggiudicata dall' archistar e docente Guendalina Salimei, in squadra con il laboratorio di progettazione Archliving Srl e lo studio Mezzadringegneria Srl.

Integra le proposte ferraresi che saranno presentate in terra francese anche il complesso immobiliare di via XX Settembre 141 di proprietà del Comune e della Fondazione Comunità Solidale Onlus e già nel piano delle alienazioni. Nella descrizione si indicano le specificità e alcuni punti di forza dello stabile: posizione centrale, vicinanza alle Mura e alla facoltà di Architettura; vasta metratura nel centro storico della città.

A Cannes saranno inoltre presentate le opportunità di sviluppo per le aree Sipro di via Battistella - adiacente al polo chimico - e quella a margine del raccordo autostradale Ferrara-Porto Garibaldi, in località San Giovanni di Ostellato. Quest'ultima ha una superficie di 1.135.644 metri quadrati, rientra nei Piani per Insediamenti Produttivi, ed è ammessa a usi di tipo industriale ed artigianale. Entrambe le zone rientrano tra le proposte della Regione Emilia- Romagna per l'istituzione della nuova Zona Logistica Semplificata.

A queste aree si aggiungono: il progetto di BPER Banca per la realizzazione di un museo e di spazi culturali nel celebre palazzo Barbantini-Koch, edificio, di proprietà della stessa banca, che sia affaccia su corso Giovecca, in tipico stile neorinascimentale e la disponibilità, manifestata da Banca d'Italia, alla vendita, nell'ambito di un progetto di rilancio, del complesso della Banca d'Italia che si affaccia sul prestigioso e storico corso Ercole I d'Este. Il complesso è composto da due edifici attigui: uno destinato alla ex filiale della Banca d'Italia e uffici, costruito nel 1951 sulle rovine dell'antico palazzo Giglioli-Varano e l'altro a residenza, risalente al 1600 con ingresso su Via Borgoleoni.

L'Amministratore unico di Sipro Stefano di Brindisi spiega che per l'agenzia - pur non essendo la prima partecipazione a fiere internazionali - "è un debutto per Cannes, dove Sipro si presenta con Investinferrara, ossia col progetto insediativo che fa parte della rete regionale". E se il Comune di Ferrara porta anche immobili, Sipro mette in vetrina le aree. Da quelle di Ferrara capoluogo al comparto di San Giovanni di Ostellato, Argenta, Portomaggiore, con annesso pacchetto di agevolazioni e servizi. "Aree strategiche, alcune vicine agli snodi viari, altre adeguate per insediamenti artigianali e servizi", declina la coordinatrice, Chiara Franceschini. Di Brindisi, parla di operazione "atta a favorire tutti gli insediamenti, non solo quelli delle zone indicate, tanto più perché la Zona Logistica Semplificata, di recente approvazione, in cui rientrano i Comuni di Ferrara, Argenta, Bondeno, Codigoro, Ostellato, porterà vantaggi diffusi, favorendo i collegamenti e i trasporti. Ecco perché, sintetizzando, possiamo affermare che Sipro porta a Cannes tutta la provincia di Ferrara, svolgendo appieno il ruolo di Agenzia dello sviluppo del territorio".

Daniele Martignetti, responsabile Real Estate di BPER Banca, afferma: "BPER Banca ha deciso di investire sulla riqualificazione di Palazzo Barbantini-Koch perché rappresenta un monumento di grande valore per la città di Ferrara. La sua trasformazione in museo permetterà ai cittadini di visitare opere d'arte di proprietà della Banca e costituisce il primo passo per la realizzazione di un nuovo e attrattivo spazio culturale al centro della città. L'operazione di restauro dell'edificio, inoltre, consentirà di recuperare e valorizzare elementi architettonici e arredi unici, capaci di raccontare la storia che per più di cento anni ha attraversato queste mura". Sabrina Bianchi, responsabile Brand e Communication e Patrimonio Culturale di BPER Banca, ha sottolineato che "dal 2017 BPER Banca gestisce il proprio patrimonio culturale grazie al dipartimento 'La Galleria. Collezione e Archivio Storico'. La riqualificazione di Palazzo Barbantini-Koch consentirà di valorizzare, tutelare e rendere fruibile uno dei principali nuclei della Corporate Collection dell'Istituto. Grazie al futuro polo culturale , 'La Galleria a Ferrara' contribuirà, attraverso le sue iniziative, alla diffusione della cultura come ambito di responsabilità sociale".

Nel corso della conferenza stampa ringraziamenti particolari, da parte dell'assessore Travagli sono stati rivolti a tutti i partner e in particolar modo a Sipro e agli uffici Patrimonio del Comune che - con l'architetto Dasha Misurovic - hanno seguito tutta la parte tecnica relativa agli immobili che verranno presentati alla Fiera e che sono 'in vetrina' anche sul sito della Regione Investinemiliaromagna.

DOCUMENTAZIONE: scheda e materiali presentati in conferenza stampa il 10 marzo 2022 (scaricabile in fondo alla pagina - file .PDF)

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: