Comune di Ferrara

venerdì, 01 luglio 2022.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Plastic Free Ferrara: nel 2021 recuperate 55 tonnellate di rifiuti abbandonati nell'ambiente. Proseguono iniziative di raccolta e incontri nelle scuole

AMBIENTE - Ass. Balboni: "Grande valore del lavoro svolto in questi mesi sul territorio da tutti i volontari, d'intesa con il Comune"

Plastic Free Ferrara: nel 2021 recuperate 55 tonnellate di rifiuti abbandonati nell'ambiente. Proseguono iniziative di raccolta e incontri nelle scuole

23-03-2022 / Giorno per giorno

Oltre 55 tonnellate di rifiuti rimosse dall'ambiente nel corso di 246 eventi di raccolta che hanno visto coinvolti in tutto più di 2mila volontari. Sono i numeri di un anno di intensa attività in difesa dell'ambiente condotta sul territorio dall'associazione Plastic Free Ferrara, in collaborazione con il Comune di Ferrara.

Il report e gli obiettivi delle iniziative svolte nel 2021 sono stati illustrati oggi (mercoledì 23 marzo 2022) in conferenza stampa dall'assessore comunale all'Ambiente Alessandro Balboni e dalla referente dell'associazione Plastic Free Ferrara Laura Felletti Spadazzi, assieme alle volontarie Daniela Padovan e Teresa Cavalletti.

"Un anno fa - ha ricordato l'assessore Balboni - abbiamo sottoscritto il protocollo che ha ufficializzato la collaborazione tra Comune e Plastic Free Ferrara e oggi celebriamo e riconosciamo il grande valore del lavoro svolto in questi mesi sul territorio da tutti i volontari. L'Amministrazione comunale e i cittadini di Ferrara sono grati e orgogliosi per ciò che l'associazione ha messo in campo e per il grande valore non solo ambientale, ma anche educativo e di esempio che la sua attività ha saputo offrire al territorio. Ci hanno regalato un ambiente più pulito e più decoroso, sporcandosi letteralmente le mani per intervenire su tanti piccoli disastri ecologici frutto di inciviltà e ignoranza. Tanti sono i temi su cui stiamo lavorando assieme in queste settimane, come le attività di educazione ambientale nelle scuole, la programmazione degli sfalci dell'erba evitando lo sminuzzamento dei rifiuti abbandonati, e il coinvolgimento di altri enti come il Consorzio di bonifica. Una collaborazione quindi a tutto campo, non legata solo alle raccolte dei rifiuti, ma anche alla prevenzione e all'educazione sui temi della tutela dell'ambiente".

"Siamo sul territorio di Ferrara da due anni e fin da subito l'Amministrazione comunale, con l'assessore Balboni, ha supportato la nostra attività, e oggi festeggiamo il primo anno del patto di intesa - ha sottolineato la referente Plastic Free Ferrara Laura Felletti Spadazzi - . La nostra mission è sensibilizzare i cittadini sul tema dell'inquinamento da plastica e promuovere azioni di raccolta, coinvolgendo tutti, Amministrazione compresa, per lavorare insieme verso un obiettivo comune: la riduzione della produzione e dell'utilizzo di certi prodotti e il loro abbandono nell'ambiente. Proprio per fare ciò nell'ultimo anno abbiamo portato avanti il progetto Plastic Free nelle scuole, che ci ha permesso di incontrare 374 studenti nel 2021 e già 600 studenti fino ad ora nel 2022. È un progetto importante che consiste nell'informazione dei ragazzi e nell'organizzazione di piccole raccolte per aumentare in loro la consapevolezza del problema e per far loro conoscere meglio il territorio. Infatti, se non si conosce il proprio territorio è difficile poi amarlo e rispettarlo".

Tra i prossimi appuntamenti già in programma ci sono una raccolta rifiuti in calendario per il 27 marzo 2022 a Pescara di Sabbioni , nella golena del Po, e un'altra raccolta il 10 aprile 2022 in occasione della giornata nazionale di Plastic Free, sulla via Pelosa, teatro di tanti abbandoni.

 

LA SCHEDA a cura di Plastic Free Ferrara

E' trascorso un anno da quando il Comune di Ferrara e la Onlus Plastic Free hanno siglato un patto di collaborazione e attivato il Protocollo d'Intesa (per la durata di due anni);  un vero e proprio accordo di collaborazione tra l'Ente e l'Associazione sul territorio al fine di snellire gli iter burocratici, favorire le attività e consolidare ancora di più il rapporto che in realtà era già iniziato dal maggio del 2020 quando noi volontari Plastic Free abbiamo iniziato i nostri interventi sul territorio comunale.

L'obiettivo era quello di semplificare le procedure di collaborazione ed agevolare alcuni passaggi come ad esempio l'autorizzazione agli eventi ufficiali e il relativo patrocinio, gli accordi con l'azienda di smaltimento dei rifiuti, le segnalazioni di abbandoni e tutte le attività di sensibilizzazione in relazione alla nostra mission.

Naturalmente anche l'associazione si è impegnata a garantire alcune attività concrete ed alla sensibilizzazione verso il rispetto dell'ambiente come:
- eventi di Clean up
- sessioni di sensibilizzazione ambientale nelle scuole
- informazione/sensibilizzazione ambientale in occasione di eventi sul territorio
- passeggiate ecologiche al fine di valorizzare il territorio.

Il focus della nostra Associazione si fonda sul problema inquinamento da plastica perché è il materiale più presente nelle nostre vite e quello che sta causando i problemi più gravi al pianeta, alla fauna e di riflesso anche a noi esseri umani a causa del suo abuso ed abbandono in natura. Non dimentichiamoci che l'ONU ha definito l'inquinamento da plastica il più pericoloso ed impattante per il pianeta.

La pandemia ha giocato a sfavore accentuando la questione della plastica dispersa che è sotto gli occhi di tutti, ma ha contribuito a risvegliare molte coscienze sopite. Tutto questo interesse si è tramutato in voglia di azione per cui le persone, vedendoci così attivi e concreti, ci hanno ripagato dandoci fiducia e avvicinandosi a noi.

Ad inizio 2022 al Sindaco e all'Assessore Alessandro Balboni abbiamo presentato il report della nostra attività nel 2021

L'azione concreta Plastic Free  più visibile è stata quella della raccolta rifiuti: 246 raccolte (n difetto) di cui 10 eventi con promozione ufficiale e 236 raccolte informali organizzate tra i volontari utilizzando le chat interne.

Sono stati raccolti 4.157 sacchi* di rifiuti della capacità di 100 lt ognuno e una quantità ingente di ingombranti. Il peso si può stimare intorno a 55 tonnellate di rifiuti rimossi dall'ambiente (numero in difetto). Quando in buono stato abbiamo differenziato sempre il materiale che poteva essere avviato al riciclo.
*Abbiamo un data base che aggiorniamo costantemente e tiene la contabilità dei rifiuti rimossi dall'ambiente, tranne le piccole raccolte individuali.

Durante queste raccolte sono scesi in campo più di 2.000 volontari; tali incontri hanno anche contribuito a promuovere la socialità ed integrazione tra i partecipanti e favorito l'inclusione di tutti.

Importante è stata anche la segnalazione di rifiuti pericolosi, di bivacchi, discariche e ritrovamento di dati utili ad individuare l'autore dell'abbandono di rifiuti.

Nei pressi delle attività commerciali (supermercati, locali di ristoro, distributori di carburante,...) nella maggior parte dei casi le raccolte sono state precedute o seguite da opere di sensibilizzazione verso gli esercenti affinchè si prendano cura degli spazi limitrofi le loro attività.

Importante è stata anche l'azione di sensibilizzazione nelle scuole che, nonostante la pandemia, ha fatto sì che potessimo comunque raggiungere 17 classi, in tutto 374 studenti

Nel 2021 abbiamo anche partecipato ad alcune manifestazioni quali Buskers Festival, Corto Festival, Festival della sostenibilità, al Progetto "Una Tribù sul fiume" con l'associazione Fiumana sempre con l'obiettivo di sensibilizzare più persone possibili  sulla nostra mission.

 Abbiamo collaborato a "Puliamo il mondo" con l'associazione Lega Ambiente, all'evento "Per un pugno di Mozziconi" raccolta promossa dalla Polizia provinciale e alla messa a dimora di piante (e relative pulizie dei luoghi) al Parco 21 Novembre e Bosco Nuovo di Porporana

La programmazione 2022 ha già visto lo svolgersi di un grande evento sul Canale Boicelli a febbraio e abbiamo già una raccolta pianificata per il 27 marzo a Pescara di Sabbioni nella golena del Po e una pianificata per il 10 aprile in occasione della data nazionale Plastic Free che sarà sulla via Pelosa, teatro di tanti sversamenti.

Durante l'anno ci saranno altri eventi come ad esempio in autunno la grande raccolta nazionale sui fiumi  #unPoprimadelmare.

Inoltre quest'anno è ripreso alla grande il progetto " Plastic Free nelle scuole"  con la sensibilizzazione già di 5 classi primarie, 21 secondarie e due superiori e molte altre in programma.

Plastic Free unitamente all'assessore all'ambiente Alessandro Balboni in questo periodo sta intraprendendo la via per il riconoscimento Plastic Free dedicato ai comuni più virtuosi che hanno adottato - o sono in procinto di farlo - una serie di misure volte a migliorare il proprio territorio e a sensibilizzare i cittadini sulla tematica ambientale. Il riconoscimento garantisce particolare attenzione da parte dell'associazione sia in termini di attività sia di comunicazione per una valorizzazione dell'impegno del Comune verso una sempre maggiore sostenibilità, tramite riconoscimenti e campagne social.

 

Immagini scaricabili:

PLASTICFREE_23mar2022_1 PLASTICFREE_23mar2022_2 plastic free logo

Allegati scaricabili: