Comune di Ferrara

sabato, 28 maggio 2022.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Templari a Ferrara, risultati delle analisi georadar 3D nell'ex chiesa di San Giacomo

CULTURA - Indagini per la rilevazione della possibile sepoltura di Ugone dei Pagani, fondatore e primo maestro dell'Ordine

Templari a Ferrara, risultati delle analisi georadar 3D nell'ex chiesa di San Giacomo

15-04-2022 / Giorno per giorno

I risultati delle analisi georadar 3D effettuate nella ex Chiesa di San Giacomo in via del Carbone a Ferrara, sono stati illustrati mercoledì 20 aprile 2022 nella conferenza stampa che si è svolta nella residenza municipale. Le indagini sono state realizzate per la rilevazione della possibile sepoltura di Ugone dei Pagani, fondatore e primo Maestro generale dell'Ordine dei Poveri Cavalieri di Cristo  detti Templari (Pauperum Commilitonum Christi, Templique Salomonis).

All'incontro con i giornalisti sono intervenuti l'assessore comunale alla Cultura Marco Gulinelli; il presidente dell'associazione Templari cattolici d'Italia Mauro Giorgio Ferretti; la rappresentante del gruppo di ricerca con il georadar 3D Esplora, spin-off di ricerca Università di Trieste, Roberta Zambrini; l'archeologo Andrea De Miceli; il referente organizzativo dell'associazione Templari Cattolici d'Italia e docente di Unife Matteo Marti, che ha illustrato le relazioni elaborate all'Università di Salisburgo "Paris Lodron", in Austria, dal docente universitario di diritto romano e storia del diritto antico Daniele Mattiangeli e dal responsabile IFFB, specialista in medicina legale e psichiatria forense Fabio Carlo Monticelli.

L'assessore Gulinelli, portando anche i saluti del sindaco Alan Fabbri, ha sottolineato: "Questa è un'operazione che coinvolge una realtà come quella dei Templari, ricca di fascino e di mistero che scatena molta curiosità e attesa. Sono rimasto affascinato dalla storia dei Templari e ora, al di là della leggenda, è di particolare interesse questa ricerca mirata a indagare scientificamente quanto c'è di vero nella storia che ha coinvolto in epoche antiche anche la nostra città e il nostro territorio".

Il presidente dell'associazione Templari, Ferretti, ha spiegato: "I Templari erano frati cavalieri e soldati. Per 200 anni sono stati la spada del Papa, fatti sterminare da Filippo il bello che aveva un grosso debito nei loro confronti. Ora cerchiamo di riportare in luce le vicende che riguardano questi monaci cavalieri, morti martiri. Indagini effettuate già ci hanno consentito di confermare che il nono maestro è sepolto nella chiesa di San Fermo, a Verona, grazie alla datazione del corpo, che risale esattamente all'anno di morte stabilito, nel 1185. Sono certo che Ugone Pagani, morto il 24 maggio 1136, sia stato sepolto nella chiesa di Ferrara. Tutti i cavalieri facevano proprio in quella piccola chiesa la veglia d'armi, che consiste nello stare tutta la notte in piedi sull'attenti e che è un momento cruciale. Inoltre sappiamo che nel 1136 Ugone stava visitando le realtà templari dell'Emilia Romagna. Da qui partivano per la Terra santa. E a Ferrara, in effetti, grazie alle indagini sono state individuate due lastre sepolcrali importanti nella parte della chiesa dove entrava il popolo e dove è plausibile si sia fatto inumare, in coerenza con le regole di umiltà, che fanno escludere una possibile sepoltura nella parte absidale".

La Zambrini, rappresentante di Esplora srl, ha raccontato: "È stato usato Georadar di altissima tecnologia, che consente di vedere le differenze presenti nei sottosuolo. Sono state indagate la zona davanti alla chiesa, quella laterale occupata ora dal corridoio del cinema e il cortiletto interno. Emerse diverse anomalie che corrispondono a oggetti costituiti da materiali diversi dal sottosuolo. Davanti alla chiesa sono emerse anomalie, ma è soprattutto nella zona ora adibita a sala cinematografica che si sono potute ravvisare zone rettangolari, distribuite in maniera non regolare con una struttura semicircolare a ovest della navata della chiesa, ad una profondità di circa 80 centimetri".

Andrea Di Miceli, archeologo, ha quindi concluso: "La chiesa è una sorta di fossile. Non abbiamo potuto rinvenire iscrizioni, ma è apparsa la presenza di due tombe, della misura di 2 metri per uno, che sono le dimensioni di tutte le tombe dell'epoca. Quella sul lato ovest ha una balaustra circolare di rispetto, che coincide con le tombe ad arcosolio tipiche di personaggi illustri del Medioevo".

Lo studio - è stato spiegato - si è svolto con un supporti multicentrici che vedono coinvolte, oltre al Comune di Ferrara (patrocinio), l'Associazione Templari Cattolici d'Italia, il Centro Studi Templari Internazionale (Università di Salisburgo, Austria), lo spin-off di ricerca Esplora srl (Università di Trieste) e che ha il patrocinio del Pontificio Comitato di Scienze Storiche della Santa Sede e quello dell'Arcivescovo di Salisburgo, S.E. Monsignor Franz Lackner.
Per info: sito web www.templarioggi.it.

> DOCUMENTAZIONE scaricabile in fondo alla pagina (a cura dell'Associazione Templari Cattolici d'Italia)

Nelle foto - scaricabili in fondo alla pagina - la presentazione con l'assessore Marco Gulinelli in Municipio, a Ferrara, dei risultati delle indagini svolte con georadar 3D nell'ex chiesa di San Giacomo

Links:

Immagini scaricabili:

Templari, presentazione dei risultati indagini georadar 3D chiesa San Giacomo con assessore Marco Gulinelli (fotoFVecch) Templari, presentazione dei risultati indagini georadar 3D chiesa San Giacomo con assessore Marco Gulinelli (fotoFVecch) Templari, presentazione in Municipio dei risultati indagini georadar 3D chiesa San Giacomo (fotoFVecch)

Allegati scaricabili: