Comune di Ferrara

venerdì, 27 maggio 2022.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Castello Estense si accende di nuova luce e diventa monumento simbolo della città patrimonio Unesco

LAVORI PUBBLICI E AMBIENTE - Giovedì 26 maggio 2022 alle 21 per valorizzare il patrimonio architettonico della città, diminuire consumo energetico e tutelare l'ambiente

Castello Estense si accende di nuova luce e diventa monumento simbolo della città patrimonio Unesco

12-05-2022 / Giorno per giorno

Conclusa la riqualificazione dell'illuminazione del monumento simbolo di Ferrara, giovedì 26 maggio 2022 alle 21, Comune di Ferrara e Gruppo Hera accenderanno i proiettori a led installati per valorizzare il patrimonio architettonico della città, diminuire il consumo energetico, tutelare l'ambiente e ridurre anche l'inquinamento luminoso

Nuova luce al Castello Estense - Il Castello Estense di Ferrara, monumento simbolo della città patrimonio Unesco, è pronto ad accendersi di nuova luce. A tre mesi e mezzo dall'avvio degli interventi, studiati strategicamente e realizzati da Comune e Hera Luce (società di illuminazione pubblica del Gruppo Hera), giovedì 26 maggio, alle ore 21, si accenderanno ufficialmente i nuovi proiettori e punti luce a led per valorizzare gli elementi architettonici più rilevanti della struttura.
Il tutto avverrà in un'atmosfera celebrativa assai particolare, alla presenza del sindaco di Ferrara Alan Fabbri e aperta a tutta la città, studiata appositamente per condividere con entusiasmo questo momento che sancisce il primo passo di un intervento di riqualificazione dell'illuminazione monumentale e pubblica di Ferrara, che coinvolgerà altri otto luoghi storici di particolare rilievo.

I dettagli dell'intervento al Castello - Il progetto dell'illuminazione artistica del castello Estense nasce dall'esigenza dell'Amministrazione Comunale di migliorare l'illuminazione del luogo simbolo della città. Hera luce ha realizzato un impianto in grado di donare un'illuminazione uniforme su tutte le facciate del castello, ricevendo il parere positivo della Provincia e della Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio, tenendo conto degli elementi architettonici rilevanti della struttura, quali torri, aggetti e accessi.
Sono stati installati 101 proiettori di elevata resa e qualità dotati di una tecnologia che permette di gestirli da remoto attraverso un sistema centralizzato. Grazie a questo progetto, durante particolari ricorrenze potranno essere applicati al Castello nuovi scenari suggestivi con giochi di luci e colori.

Gli altri beni coinvolti nel progetto - Sono altri otto i monumenti storici di Ferrara che presto si rivestiranno di nuovo fascino. Si tratta della Cinta Muraria (in alcuni tratti ora senza illuminazione), della Certosa, della Basilica di San Giorgio, del Palazzo Schifanoia, del Palazzo Bevilacqua-Costabili, del Palazzo Marfisa d'Este, del Palazzo Paradiso e dei Bagni Ducali. In un secondo lotto di lavori saranno inclusi anche i Palazzi del Quadrivio degli Angeli (il Palazzo dei Diamanti, il Palazzo Turchi di Bagno, il Palazzo Prosperi-Sacrati e il Palazzo Bevilacqua) Palazzo Massari e Palazzo Ducale.
L'obiettivo è la loro valorizzazione attraverso l'illuminazione esterna delle facciate e dei volumi, che in alcuni casi verrà realizzata attraverso un nuovo impianto e in altri casi riqualificando gli impianti esistenti attraverso l'uso della moderna tecnologia LED. L'intervento ha, inoltre, l'obiettivo di migliorare la vivibilità degli spazi in chiave di sicurezza, dando nuova luce ad aree attualmente poco illuminate. L'importo dei lavori è complessivamente di 1,8 milioni di euro. Gli interventi si concluderanno entro la fine dell'anno.

Hera Luce e la riqualificazione dell'illuminazione pubblica della città - Non solo monumenti: grazie all'accordo stretto tra Comune di Ferrara e Hera Luce, in questi anni si sta procedendo a realizzare un progetto di riqualificazione dell'illuminazione che interessa tutto il territorio comunale. Una nuova illuminazione pubblica destinata non solo a rendere ancora più bella e vivibile Ferrara, ma anche a dare una grossa mano all'ambiente, con un risparmio energetico di oltre il 70% rispetto a prima e l'installazione di impianti luminosi di ultima generazione, che orientano correttamente la luce verso la strada, garantendo un importante abbattimento dell'inquinamento luminoso.
Il progetto prevede la sostituzione della quasi totalità dei punti luce con apparecchi a LED (22.000 su 26.500) e un significativo intervento sulle infrastrutture di servizio, con la nuova installazione o manutenzione di oltre 9.500 sostegni, il rifacimento di circa 230 km di linee elettriche e interventi di riqualificazione su circa 500 quadri elettrici.
(Comunicazione a cura Gruppo Hera)