Comune di Ferrara

sabato, 20 agosto 2022.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > "La Carovana dei Pacifici" passa anche da Ferrara grazie al lavoro della scuola primaria Matteotti

SCUOLA E FAMIGLIA - Iniziativa presentata all'Amministrazione comunale da alunni e insegnanti alla presenza dell'ass. Dorota Kusiak

"La Carovana dei Pacifici" passa anche da Ferrara grazie al lavoro della scuola primaria Matteotti

20-05-2022 / Giorno per giorno

Le insegnanti e un gruppo di alunni delle classi della scuola primaria Matteotti I.C. De Pisis hanno presentato  all'Amministrazione comunale - in sala del Consiglio Comunale nella mattinata di venerdì 20 maggio 2022 - il lavoro svolto in classe nell'ambito del Progetto nazionale "La carovana dei Pacifici". Nel corso dell'iniziativa, che ha visto la partecipazione dell'assessore comunale alla Pubblica Istruzione e Famiglie Dorota Kusiak, insieme a una rappresentanza di consiglieri comunali, i giovani studenti hanno fatto diversi interventi sul del progetto dedicato al tema della pace.

"Oggi abbiamo dato il benvenuto ai protagonisti ferraresi della Carovana dei Pacifici - ha dichiarato l'assessore Dorota Kusiak - un progetto nazionale molto importante, ed è stato motivo di orgoglio anche per la nostra Amministrazione comunale poter accogliere il messaggio di pace portato dai bambini. Proprio da loro abbiamo avuto tante domande e la rappresentanza istituzionale composta da consiglieri comunali insieme al presidente Lorenzo Poltronieri ha risposto in particolare alle curiosità sul funzionamento della macchina comunale, sul ruolo degli amministratori e su come vengono date le risposte ai bisogni dei cittadini".

Questo il link alle pagine ufficiali relative al progetto svolto dalle 15 classi della scuola Matteotti nell'anno scolastico 2021-22 https://www.lacarovanadeipacifici.it/

LA SCHEDA - Un percorso da fare tutti insieme, grandi e bambini, per scoprire che la pace forse non richiede grandi eroismi, ma un costante e forte pensiero di benevolenza verso le creature e le cose che ci circondano, in cerca di armonia, bellezza e confronto pacato.
Il progetto La Carovana dei Pacifici, nato da un'idea di Roberto Papetti alla "Casa delle Arti e del Gioco" di Mario Lodi (Drizzona-CR), prosegue dal 2015 attraverso l'adesione di moltissime scuole, biblioteche, associazioni e gruppi che hanno lavorato con i bambini e le bambine sui temi della Pace, dell'inclusione e della cittadinanza attiva.

La Rete di Cooperazione Educativa "C'è speranza se accade @" ha promosso e sostenuto sino all'ottobre scorso l'iniziativa, che da oggi continua grazie alla collaborazione dell'Associazione Montessori Brescia, affinché la riflessione sulla Pace cresca e si diffonda, con semplicità e mitezza, attraverso un cammino comune intrapreso da ventimila piccoli pacifici in Italia e nel mondo. Desideriamo aprire tra bambini e adulti la possibilità di un approccio, semplice e privo di conclusioni univoche, alla comprensione profonda della parola Pace, a partire dalle esperienze personali, dalle modalità per evitare la violenza e dagli antidoti per smorzarla e trasformarla in azioni positive. Il progetto ha fatto da sfondo allo studio delle discipline che, al di là dei contenuti specifici, tutte concorrono all'educazione alla cittadinanza

L'approccio interdisciplinare ha consentito ai ragazzi più grandi delle tre classi quinte di ragionare di conflitti, violenze, ingiustizie... e soprattutto di possibili ricomposizioni; hanno scoperto i principi fondamentali della nostra Costituzione, i valori che essa intende promuovere, i cardini della democrazia; hanno intuito come la promozione umana sia inscindibile dalla promozione della pace che, non essendo "naturale" richiede costante impegno, continuo confronto.

Poichè gli insegnanti che hanno condotto il Progetto ritengono che compito della Scuola sia formare cittadini dotati di senso critico, liberi nel pensiero, e consapevoli di dovere offrire il loro contributo alla collettività, chiediamo cortesemente che l'Amministrazione della nostra città li accolga perchè possano sperimentare il luogo dove la Democrazia viene agita, dove risiedono e lavorano per noi i nostri rappresentanti, consentendo loro di portare il loro messaggio di pace, la loro speranza di futuro e di donare le sagome dei "pacifici" che li simboleggiano.

Immagini scaricabili: