Comune di Ferrara

domenica, 03 luglio 2022.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Discobus, parte il servizio di trasporto per raggiungere di notte e senza rischi le località estive del divertimento. Le dichiarazioni del vicesindaco Lodi e dell'ass. Guerrini

Discobus, parte il servizio di trasporto per raggiungere di notte e senza rischi le località estive del divertimento. Le dichiarazioni del vicesindaco Lodi e dell'ass. Guerrini

25-05-2022 / Giorno per giorno

Viaggiare in sicurezza il sabato sera verso i luoghi della riviera più frequentati dai giovani ferraresi per divertimento è possibile. Questo grazie a "Discobus", il progetto, attuato da Ami e Provincia di Ferrara su impulso delle Amministrazioni comunali del territorio, che darà modo ai giovani e giovanissimi di raggiungere di notte e senza rischi le località estive del divertimento. "Discobus" è infatti un servizio di trasporto che per nove sabati consecutivi, dall'11 giugno fino al 6 agosto 2022, collegherà Ferrara al Lido di Spina con tappe intermedie a Voghiera e Masi San Giacomo. Andata e ritorno sono sempre fissate alle 22.30 e alle 4.30, il costo di ogni singola corsa è di 5 euro con biglietti acquistabili tramite l'applicazione Roger gestita da Tper.

"Un servizio più che mai necessario - sottolinea il vicesindaco delegato a Mobilità e Sicurezza Nicola Lodi - in un periodo dell'anno delicato per via dei rischi a cui vanno incontro tanti ragazzi che decidono di trascorrere la notte in compagnia. Siamo di fronte ad un progetto che mira a diffondere sicurezza nelle fasce più giovani della cittadinanza, ma anche a garantire una maggiore serenità a tutte le famiglie che per il trasporto dei loro figli nelle ore notturne possono contare su professionisti qualificati".

"Con la fine dello stato di emergenza - dichiara l'assessore comunale alle Politiche giovanili Micol Guerrini - e il ritorno alla vita normale, "Discobus" diventa un supporto concreto per consentire ai ragazzi di potersi divertire in maniera sana e senza ulteriori preoccupazioni. I giovani sono fra coloro che hanno sofferto maggiormente negli ultimi due anni ma l'attenzione delle istituzioni nei loro confronti è sempre stata alta. Ora ancora di più e questo servizio, in cui il Comune di Ferrara ha fortemente creduto, ne è un'ulteriore testimonianza". La capienza degli autobus che copriranno la tratta è di 49 posti a sedere, e a bordo oltre al conducente sarà sempre presente un accompagnatore. La partecipazione del Comune di Ferrara al progetto sarà certificata prossimamente da una delibera di consiglio che stabilirà anche la quota a carico dell'Amministrazione comunale. Il costo del servizio verrà infatti coperto dai Comuni aderenti oltre che da uno stanziamento della Regione.