Comune di Ferrara

lunedì, 28 novembre 2022.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > L'Italia post-elezioni, il Brasile al voto, la guerra in Ucraina: i nuovi scenari internazionali al centro della XVI edizione

INTERNAZIONALE A FERRARA - Dal 30 settembre al 2 ottobre 2022 torna il festival di giornalismo. La presentazione del 28 settembre in Comune

L'Italia post-elezioni, il Brasile al voto, la guerra in Ucraina: i nuovi scenari internazionali al centro della XVI edizione

28-09-2022 / Giorno per giorno

Nella foto un momento dell'incontro inaugurale svoltosi venerdì 30 settembre 2022 al cinema Apollo dell'edizione 2022 del Festival di Internazionale a Ferrara alla presenza dell'assessore comunale Matteo Fornasini.   

Torna dal 30 settembre al 2 ottobre Internazionale a Ferrara, il festival di giornalismo organizzato dal settimanale Internazionale, giunto alla sedicesima edizione. 

Qui il PROGRAMMA

Qui la CARTELLA STAMPA

Ferrara, 28 settembre - Tre giorni di eventi, dibattiti, presentazioni, proiezioni, mostre e workshop con giornalisti da tutto il mondo sui grandi temi dell'attualità, dell'economia, della politica e della cultura per 160 ore di programmazione, 200 ospiti da 30 paesi, oltre 110 incontri e 10 workshop: questi i numeri di Internazionale a Ferrara, il festival di giornalismo organizzato dal settimanale Internazionale e dal Comune di Ferrara. 

Il programma dell'evento è stato presentato questa mattina presso la Sala dell'Arengo del Palazzo Municipale di Ferrara. "Torna Internazionale a Ferrara: anche quest'anno siamo felici di accoglierne il pubblico e gli ospiti, aprendo la città alla riflessione, al dibattito, alla circolazione di idee attorno a temi che riguardano il futuro di tutti. Come sempre, sarà l'occasione per approfondimenti anche e soprattutto relativi ad alcuni dei punti dell'agenda globale. Mi piace sottolineare, in particolare, il merito organizzativo di aver creato, anche quest'anno, un programma specificamente rivolto ai giovanissimi: una occasione per allargare ulteriormente il pubblico, rivolgendosi innanzitutto a chi, dopo di noi, sarà chiamato a costruire il futuro di un mondo che vivrà sempre più sfide epocali e decisive", così Alan Fabbri, Sindaco di Ferrara.

"Gli ultimi due anni sono stati estremamente problematici a livello nazionale e globale. In periodi come questo - ha commentato l'assessore Marco Gulinelli - veri e propri 'crinali della storia', più che mai è acuta la necessità di preservare i valori dell'informazione, della conoscenza e analisi approfondita degli eventi, nelle loro cause e sviluppi. Internazionale a Ferrara, in tale ottica, è un evento 'cruciale' e 'necessario', in grado di innescare e diffondere momenti di riflessione, interlocuzione e condivisione sulle dinamiche della contemporaneità: luogo fisico e non solo virtuale di dibattito - afferma l'Assessore alla Cultura del Comune di Ferrara Marco Gulinelli. "Il festival non si è mai fermato nel 2020 e nel 2021, anni nei quali le restrizioni fisiche rischiavano di produrre anche 'restrizioni di pensiero'. Quest'anno recupera, finalmente, il suo consueto format, che vede gli spazi e gli edifici storici e monumentali della nostra città come una ideale 'piazza' per il confronto con giornalisti, scrittori e intellettuali: una trama preziosa di scambio e informazione, che determina una crescita della sensibilità della comunità sotto ogni profilo".

La pace al centro della sedicesima edizione - Si partirà venerdì 30 settembre: "In un momento in cui la guerra è scoppiata nel cuore dell'Europa, il nostro auspicio è che si possa cominciare a lavorare per invertire la rotta - dice Chiara Nielsen, vice direttrice di Internazionale e direttrice del Festival insieme a Luisa Ciffolilli - ecco perché quest'anno abbiamo voluto che il festival fosse dedicato proprio a riflettere e diffondere culture di pace". La pace è al centro anche nel logo di Anna Keen, pensato per la nuova edizione: questa volta il celebre mondo stilizzato tende il filo di un aquilone dai colori arcobaleno. 

Gli ospiti - Tanti gli ospiti in arrivo a Ferrara da ogni parte del mondo: l'Ucraina raccontata, tra gli altri, dal giornalista russo Tikhon Dzyadko, direttore di Dozhd TV channel, l'ultima stazione televisiva indipendente russa, e dalla giornalista ucraina specializzata in scenari di conflitto Nataliya Gumenyuk. Il Brasile delle presidenziali nel racconto della giornalista e sceneggiatrice brasiliana Carol Pires - co-sceneggiatrice del film Democrazia al limite (Netflix 2019) e del podcast Retrato Narrado (Spotify 2020) - e di Ricardo Rao, avvocato, poeta, giornalista e indigenista brasiliano, ex funzionario del Funai, l'agenzia brasiliana per la protezione dei popoli indigeni smantellata da Bolsonaro. Ancora, sostenibilità ed ecologia con George Monbiot, giornalista e scrittore esperto di questioni ambientali, autore di una rubrica sul Guardian e vincitore dell'Orwell Prize per il giornalismo 2022, e con Stefano Liberti, giornalista e autore di diversi libri a proposito di ambiente, industria alimentare e migrazioni.

A Internazionale a Ferrara, anche un focus sul nostro paese, all'indomani delle elezioni politiche, con lo storico britannico David Broder, i corrispondenti dei giornali stranieri in Italia Eric Jozsef di Libération e Silvia Sciorilli Borrelli del Financial Times e, ancora, gli appuntamenti targati l'Essenziale, il settimanale online sull'attualità italiana di Internazionale: al festival il dibattito sulle questioni urgenti per il Paese - casa, lavoro e reddito - con la sociologa Francesca Coin, i giornalisti Maurizio Franco e Sarah Gainsforth.

Si discuterà anche di diritti civili con protagonisti di primo piano: Jonathan Hiltz, giornalista e autore canadese esperto del tema della legalizzazione della cannabis; Désirée Attard, avvocata e attivista di Malta che si è occupata di depenalizzazione della cannabis, matrimonio egualitario, diritto all'aborto. Ancora, si ascolteranno le voci degli attivisti, come quella del portavoce del Gay Center Pietro Turano, di Unastorta, attivista intersezionale che si occupa dei diritti delle persone con disabilità, dell'attivista transfemminista Isabella Borrelli e della portavoce di Fridays for future Catania Alice Quattrocchi. E poi Stella Nyanzi, accademica, poeta e attivista ugandese, borsista del programma Writers-in-Exile del Pen Zentrum Deutschland in Germania; Selly Thiam, giornalista senegalese-americana, filmmaker e radio producer, autrice del podcast AfroQueer; Barrack Rima, fumettista, regista e artista queer libanese.

I workshop - A Internazionale a Ferrara anche 10 workshop dedicati a strumenti e competenze chiave per esplorare l'attualità e il mondo che ci circonda, per praticare una cittadinanza consapevole e radicata nella contemporaneità, con un focus sulla narrazione della realtà, sugli strumenti che abbiamo a disposizione per interrogarci su di essa e raccontarla e su come le storie cambiano a seconda del mezzo che scegliamo per rappresentarle. Per iscriversi, qui tutte le informazioni. 

Altri mondi e altri media - Tornano anche quest'anno gli appuntamenti con Mondovisioni, la rassegna di documentari su attualità, diritti umani e informazione curata da CineAgenzia in collaborazione con Internazionale e realizzata grazie al contributo di Coop Alleanza 3.0, e con Mondoascolti, la rassegna di audiodocumentari a cura di Jonathan Zenti e in collaborazione con Chora Media.

Giovanni La Corte, Presidente Associazione IF

"Quest'anno il festival torna ai numeri pre-pandemia, con 200 ospiti e 110 incontri, 15 location a capienza piena, 12.710 tagliandi che saranno distribuiti al pubblico, 11 a persone di squadra di produzione,  44 responsabili di spazio, e i volontari delle scuole, che tornano ad animare gli spazi del festival dopo due anni di stop. Si aggiunge la collaborazione con l'istituto Vergani, oltre ai licei Ariosto e Dosso Dossi"

Massimo Maisto, Presidente Arci Emilia Romagna

"Internazionale a Ferrara è inserito nell'ampio progetto di Arci Regionale "Polimero" sostenuto dalla Regione Emilia Romagna. Crediamo che offrire occasione di incontro, confronto, dibattito  attraverso iniziative culturali sia una scelta importante e doverosa per un'associazione come Arci. Oggi più che mai temi quale la pace, le tematiche LGBT+, la sostenibilità ecc sono identitarie per noi e grazie alla rivista Internazionale ci possiamo confrontare con relatrici e relatori di livello internazionale. Il.nuovo Bauhaus culturale proposta dalla Commissione Europea parla di recuperare la dimensione del bello, della sostenibilità e dell'inclusione. Arci cerca di farlo da quando è nata (65 anni) ed essere partner di Internazionale ci rafforza in questa scelta"

Francesca Audino, Presidente Arci Ferrara

"Ci tengo a ribadire quanto il Festival di Internazionale sia un momento fondamentale nel nostro calendario annuale, per noi è sicuramente uno degli appuntamenti più attesi e più importanti. Sono tanti i motivi per cui per noi il Festival è fondamentale, ma uno di questi è che ci rendiamo conto di quanto riesca a fornirci sempre nuove occasioni per creare nuove connessioni e collaborazioni, sia al nostro interno che all'esterno. Al nostro interno soprattutto perché, nelle settimane e nei mesi pre-Festival, i nostri uffici sono pieni di tanti collaboratori e collaboratrici dell'Associazione Internazionale a Ferrara, di giovani volontari e volontarie, di lavoratori della produzione, ed è poi un'occasione di collaborazione e di connessioni all'esterno, con altre realtà culturali del nostro territorio; così, se da una parte riusciamo a rinsaldare le collaborazioni storiche, dall'altra possiamo scoprire e sperimentare quelle nuove, anche con le realtà emergenti. Il Festival ci dà anche la possibilità di studiare, pensare e individuare una sorta di programma che chiamiamo partecipato, che è possibile consultare insieme al programma del Festival. Dagli spettacoli teatrali alle mostre, presentazioni di libri e arte contemporanea, siamo presenti nei giorni del Festival e in continuità con il nostro lavoro nel resto dell'anno, anche con le nostre realtà associative giovanili".

Prof.ssa Laura Ramaciotti, Rettrice dell'Università di Ferrara

"Il Festival rappresenta una collaborazione solida, duratura e di valore per la nostra Università come per tutta la città di Ferrara e le sue realtà. È anche un appuntamento che ci permette, visto che si svolge proprio negli stessi giorni in cui le nostre studentesse e i nostri studenti tornano nelle aule, di accoglierli con una eccezionale opportunità di riflessione sui grandi temi dell'attualità, a tutto tondo, e direttamente da voci tra le più autorevoli del panorama italiano e internazionale.

Contribuire a una delle più prestigiose manifestazioni di giornalismo rappresenta per Unife un orgoglio ma anche una missione, la Terza Missione delle università, terza rispetto a didattica e ricerca. La Terza Missione racchiude tutte quelle azioni tramite le quali gli atenei entrano in contatto e dialogano con la società e le sue componenti per un reciproco arricchimento. 

È quindi con grande convinzione nel valore di iniziative come questa, di cui il Festival Internazionale rappresenta un'eccellenza, che sosteniamo il Festival e apriamo anche quest'anno le porte di alcuni dei nostri palazzi di prestigio, Palazzo Bevilacqua Costabili e il Polo Didattico degli Adelardi, per momenti di studio e approfondimento sui temi dell'informazione, del sociale e della comunicazione".

Marcello Corvino, Direttore artistico della Fondazione Teatro Comunale di Ferrara

"I tempi bui che stiamo vivendo si possono combattere solo attraverso la cultura, l'arte e l'informazione. Il Teatro Comunale "Claudio Abbado" dà anche quest'anno il benvenuto alla nuova edizione di Internazionale a Ferrara. Siamo felici di ospitare i molti dibattiti che si terranno nel teatro della città, uniti nella volontà di creare momenti di discussione e di condivisione".

Paolo Govoni, Commissario straordinario della Camera di commercio di Ferrara

"Internazionale è uno degli esempi migliori di come scelte politiche ed economiche riconoscano al patrimonio culturale (materiale ed immateriale) il ruolo di fattore strategico per lo sviluppo, basato soprattutto sul rapporto con il sistema territoriale. Lo straordinario successo di pubblico che da sempre ottiene il Festival ci segnala che arte e cultura oggi si devono interpretare anche come ricchezza e occupazione generata, direttamente e indirettamente, sul territorio".

Vittorio Verdone, Direttore Corporate Communication e Media Relation del Gruppo Unipol

"La nostra partnership con il Festival - afferma - nasce dall'apprezzamento per la visione globale e pluralista che caratterizza l'impostazione editoriale di Internazionale. Soprattutto in questa fase storica così delicata, dobbiamo ampliare lo sguardo oltre ogni confine e ascoltare le voci, i pensieri e le storie che ci raccontano il mondo visto con occhi diversi dai nostri".

Chiara Magni, Responsabile del public engagement di MSF

"Il diritto internazionale umanitario è uno strumento a tutela dei popoli coinvolti nei conflitti, ma troppo spesso viene violato senza che gli Stati prendano provvedimenti immediati, mentre nel silenzio si consumano le tragedie più feroci. La stessa silente tragedia che da tanti anni si consuma ad Haiti, dove la violenza è padrona. Quest'anno MSF affronta a Ferrara temi di stretta attualità in due dibattiti, accompagnati da un'installazione sui popoli in fuga, perché la realtà di milioni di persone deve coinvolgere noi stessi in prima persona".

Daniele Bertarelli, Presidente di CIDAS

"Cooperativa CIDAS sostiene anche per il 2022 il Festival Internazionale a Ferrara ritenendo che solo con la libera circolazione delle informazioni, l'analisi approfondita dei fatti e la correttezza delle notizie - alla base del buon giornalismo di cui l'evento è portatore - si possa costruire una società migliore, rispettosa, civile e capace di convivere pacificamente, come ci auguriamo per il nostro futuro e per quello degli adulti di domani. Internazionale è un festival che parla a tutte e tutti, attraversando generazioni e continenti. Ed è questo ad aver ispirato gli appuntamenti che CIDAS supporta e ha contribuito a organizzare: sabato un incontro sull'attivismo dei giovani adolescenti e domenica sul contrasto allo sfruttamento lavorativo dei lavoratori, in particolare stranieri, oltre a un laboratorio di scrittura per ragazzi sul linguaggio inclusivo".

Valentina Preti, PR e Social Media Manager Alce Nero

"Come Alce Nero siamo particolarmente felici di tornare al Festival di Internazionale con un evento che ci consente di supportare e divulgare una cultura che persegue il benessere della Terra e delle persone. Il nostro appuntamento, dal titolo Armonie Possibili, è previsto per sabato 1 ottobre alle 11 nel Cortile del Castello; oltre a questo offriremo i nostri snack biologici, dolci e salati, agli ospiti di questa splendida tre giorni".

Antonio Parenti, Direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea

"Continua anche quest'anno l'impegno della Rappresentanza in Italia della Commissione europea a fianco di Internazionale. Il Festival si conferma un'occasione imperdibile per comunicare con tantissimi giovani che affollano il centro di Ferrara per un intero fine settimana. Anche in questa edizione daremo il nostro contributo di idee e di riflessioni con diversi eventi su temi di grande interesse, dalle città sostenibili alla crisi energetica, guardando sempre da vicino all'attualità e con un occhio particolare al conflitto in Ucraina e alle sue implicazioni, che ci coinvolgono tutti".

Massimo Angelini, Direttore External Affairs, Corporate Communication & Partnership, Università Luiss Guido Carli

"La Luiss partecipa anche quest'anno al Festival di Ferrara per ribadire il valore del dialogo e del confronto sulle grandi sfide del nostro tempo. L'Università torna con i libri e le analisi dei nostri autori, in primis, del nostro Rettore Andrea Prencipe, offrendo al pubblico di questa manifestazione, una lente di osservazione acuta e raffinata e un punto di vista inusuale".

Federico Vecchioni, Amministratore Delegato di BF Spa (Bonifiche Ferraresi)

"La pandemia da Covid-19 e l'attuale conflitto hanno mostrato ancora una volta quanto controllare la filiera delle materie prime alimentari sia fondamentale per un Paese. Anche il cibo infatti, come l'energia, oggi gioca un importante ruolo per la stabilità economica e sociale dei paesi. Ecco perché abbiamo creato una piattaforma al servizio della nazione ad alta tecnologia che gestisce e controlla l'intera filiera dal genoma al cibo di qualità. Siamo quindi felici di supportare questo importante momento di riflessione che anche quest'anno porrà grande attenzione a quanto i diversi ambiti sociali, politici ed economici nazionali siano fortemente integrati con quanto accade nel mondo".

Andrea Benini, Presidente di Legacoop Estense e vicepresidente di Assicoop Modena&Ferrara

"Il mondo cooperativo ferrarese sostiene il Festival fin dalle prime edizioni e quest'anno siamo felici di contribuire al programma, offrendo al pubblico di tutte le età l'occasione di scoprire due dei più bei musei della nostra città nell'ambito di Sintonie, un progetto sperimentale avviato insieme a Direzione Regionale Musei dell'Emilia-Romagna che ci vede collaborare, pubblico e privato insieme, per valorizzare una parte importante del patrimonio artistico locale".

Francesca Molesini, Vicesindaca e Assessora a Cultura, Biblioteca, Scuola, Politiche per l'infanzia del Comune di Portomaggiore

"Per il settimo anno il Comune di Portomaggiore aderisce al programma del Festival di Internazionale a Ferrara, ospitandone una tappa 'fuori sede'. Quest'anno, riconfermiamo l'appuntamento con Internazionale Kids con l'intento di dare risalto a questa iniziativa che già nel 2021, pur con tutti i limiti posti dall'emergenza sanitaria, era stata accolta con grande entusiasmo. Venerdì 30 Settembre, alcune classi della Scuola Primaria Maria Montessori, incontreranno la redazione per scoprire i segreti della nascita di un numero del giornale a loro dedicato. Sarà un'importante occasione per bambine e bambini per capire come si lavora in redazione, oltre ad un momento di confronto e approfondimento su tematiche rilevanti a livello mondiale".

Silvia Bidoli, Assessore a Cultura, Turismo, Teatro, Comunicazione e Promozione del Territorio, Progettazione Europea del Comune di Cento

"Il Comune di Cento dopo qualche anno di assenza torna ad essere partner del Festival Internazionale di Ferrara accogliendo per l'occasione un evento che parla di inclusione a 360°. Ne parleremo insieme allo scrittore Fabrizio Acanfora e a tante piccole realtà locali che hanno saputo distinguersi proprio nel campo dell'inclusione sociale e culturale. Un piccolo passo verso una collaborazione con il Festival che mi auguro diventi sempre più proficua e duratura".

Elisa Veronesi, CGIL di Ferrara

"In uno scenario segnato da profondi cambiamenti e grande incertezza, avvertiamo oggi più che mai la necessità di un'informazione libera, plurale ed autorevole per la costruzione di un dibattito costruttivo e utile per affrontare la complessità. Il Festival di Internazionale rappresenta una straordinaria occasione di approfondimento in questo senso, e rinnoviamo con convinzione la nostra collaborazione ad un evento che pone sempre grande attenzione al tema dei diritti e delle culture di pace. In particolare quest'anno siamo felici di collaborare ad un'iniziativa, quella di Cinemovel, che avrà come protagonisti i giovani: sono il nostro futuro ma vengono troppo spesso dimenticati dalle politiche".

Linda Veronese, Responsabile CNA Agroalimentare e Artigianato artistico e membro CdA della Strada dei Vini e Sapori di Ferrara

"CNA Ferrara e la Strada dei Vini e dei Sapori ritengono di grande valore il Festival Internazionale e una notevole occasione culturale per fare conoscere la città di Ferrara con i prodotti del territorio al pubblico che segue il Festival.

Per questo hanno il piacere di organizzare ormai da anni la cena di benvenuto ai giornalisti ospiti della manifestazione, con un menù ricercato a base dei prodotti tipici locali, che quest'anno si terrà a Palazzo Pendaglia in collaborazione con l'Istituto alberghiero Orio Vergani.

Durante il Festival sarà possibile anche visitare la Fiera-Mercato dell'Artigianato artistico e dei Sapori Artigiani, che si terrà in piazza Savonarola Venerdì 30 settembre dalle ore 17,00 alle 24,00, Sabato 1 ottobre dalle 10,00 alle 24,00 e Domenica 2 ottobre dalle 10,00 alle 21,00, con prodotti esclusivi sia artistici che enogastronomici che sanno raccontare del territorio ferrarese e le sue perle".

Patrizia Luciani, Presidente di Area Sociale Vasta di Ferrara

"Coop Alleanza 3.0 anche quest'anno sostiene il Festival della rivista "Internazionale" perché crediamo che sia proprio nel ruolo della cooperazione essere al fianco di iniziative che promuovono la cultura, il confronto, la crescita e che, come nel caso di questo Festival, siano occasione di apertura verso il mondo per affrontare le importanti sfide locali e globali che ci attendono con consapevolezza e con nuovi strumenti al fine di lasciare la migliore eredità possibile alle future generazioni".

Come partecipare - Tutti gli incontri sono gratuiti e senza prenotazione. Gli spazi sono raggiungibili a piedi o in bicicletta. I luoghi sono senza barriere architettoniche per garantire l'accesso a tutti.

Internazionale a Ferrara è promosso da Internazionale, Comune di Ferrara, Regione Emilia-Romagna, Università degli studi di Ferrara, Fondazione Teatro Comunale, Ferrara feel the festival, Comune di Portomaggiore, Comune di Cento, Arci Ferrara, Progetto Polimero promosso da Arci Emilia Romagna e Associazione IF. Con Medici Senza Frontiere come charity partner, Internazionale a Ferrara è realizzato in collaborazione con la Rappresentanza in Italia della Commissione europea e grazie a Gruppo Unipol, Fondazione Unipolis e Assicoop, con il sostegno di Camera di Commercio Ferrara, Università Luiss Guido Carli, Cidas cooperativa sociale, Alce Nero, Coop Alleanza 3.0, Bonifiche Ferraresi, Chora Media, Il Bisonte, Laboratori aperti dell'Emilia Romagna, Laboratorio Aperto di Ferrara Ex Teatro Verdi, CGIL, ACER Ferrara, Legacoop Estense, Fondazione Giacomo Brodolini, Evens Foundation e Librerie.coop.

Comunicazione a cura dell'Ufficio stampa Internazionale a Ferrara

Elena Giacchino press@internazionale.it

Florentina Ricciarelli

Silvia Bellucci 

Chiara Mogetti

 

 

 

Immagini scaricabili:

Dibattito in Teatro comunale (foto M)