Comune di Ferrara

mercoledì, 07 dicembre 2022.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > A Ferrara le 'Giornate del Ringraziamento 2022' con il mercato dei produttori, incontri, laboratori e workshop

ATTIVITA' PRODUTTIVE - Da venerdì 11 a domenica 13 novembre 2022 in piazza Trento Trieste e Sala della Musica

A Ferrara le 'Giornate del Ringraziamento 2022' con il mercato dei produttori, incontri, laboratori e workshop

08-11-2022 / Giorno per giorno

Presentate stamattina le Giornate del Ringraziamento 2022 nella sede di Coldiretti Ferrara da parte del presidente Tassinari e del direttore Visotti.

"Veniano da un anno molto particolare - ha esordito il presidente provinciale dell'organizzazione agricola, Floriano Tassinari -, sia per gli eventi mondiali che ci stanno condizionando, con la guerra di nuovo nel cuore dell'Europa, sia per le questioni climatiche che ci hanno consegnato l'anno più caldo e siccitoso che la memoria ricordi, per continuità e periodo.

Eventi che hanno messo in discussione tutto un modello di economia e di relazioni, mettendo allo scoperto le nostre debolezze e le nostre fragilità in alcuni settori fondamentali come il cibo e l'energia, oltre che ovviamente l'ambiente.

Dedicando alla MADRE TERRA le nostre giornate di quest'anno vogliamo ricordare, nel momento in cui è consuetudine tracciare i bilanci dell'annata agraria che si conclude per tradizione il 10 novembre, che il nostro pianeta è uno soltanto e che occorre passare rapidamente dalle parole ai fatti per preservare le risorse disponibili e gestire i mutamenti in atto".

"Per il cibo e l'energia l'agricoltura - ha proseguito Tassinari -  è in grado di essere protagonista ma servono scelte chiare e non penalizzanti, nel coniugare sostenibilità anche per l'aspetto economico oltre che ambientale e sociale: la biodiversità e la tradizione contadina devono essere salvaguardate dagli attacchi degli OGM ieri e del cibo sintetico oggi, uno dei più grandi pericoli di omologazione e di rischio per l'umanità che viene propagandato ad arte per superare le giuste ritrosie e perplessità che lo accompagnano: dalla bistecca Frankestein, al pesce in provetta, dalla frutta e verdura fresche di laboratorio, potenti lobby ed investitori globali stanno tentando di far passare come cibo a buon prezzo e sostenibile prodotti ottenuti in modo sintetico e tutt'altro che indolore per l'ambiente, per l'etica, per le economie dei paesi meno sviluppati, per tutti gli agricoltori e le comunità che sul valore delle produzioni agricole ed agroalimentari traggono sostentamento, garantendo salubrità, sanità e qualità di quello che ogni giorno arriva in tavola."

"Per questo Coldiretti - ha rilanciato il direttore Alessandro Visotti - ha lanciato una grande mobilitazione con una petizione che chiede di fermare il cibo sintetico, e di ridare il giusto valore al cibo buono ed agli agricoltori che in tutto il mondo sono impegnati a produrlo, con una campagna di mobilitazione che coinvolgerà i cittadini, i consumatori e le istituzioni anche del nostro territorio nel corso delle tre giornate del ringraziamento ed in ogni occasioni di pubblico incontro oltre che nei nostri mercati ed uffici" .

Le tre giornate si apriranno venerdì 11 novembre, giorno di San Martino e primo giorno della nuova annata agraria, nel centro della città di Ferrara come ormai tradizione da oltre vent'anni, in Piazza Trento Trieste, con un grande mercato di campagna amica, con una quarantina di espositori, ferraresi e di altre province, sia vicine come Bologna, Modena o Rovigo e anche più lontane, dalla Toscana, dalle Marche, dalla Puglia alla Sicilia.

Dalle nostre pere e mele ed ortaggi, al pescato ed alle ostriche del nostro mare di Goro, dal Parmigiano Reggiano all'olio di oliva, dai formaggi di montagna alle confetture, al miele, all'aglio DOP di Voghiera, al vino, ai salumi, alle lumache, ai cosmetici, agli agrumi di Sicilia, una grande rassegna di prodotti a km zero, ovvero proposti direttamente dagli agricoltori di Campagna Amica Coldiretti, la grande rete di vendita diretta diffusa in tutta Italia.

Ed avremo ospiti, nostri partner nella costruzione e valorizzazione delle filiere agroalimentari come SIS e Bonifiche Ferraresi, Consorzi Agrari d'Italia. Oltre a storiche collaborazioni con associazioni che condividono i nostri valori ed il nostro impegno sociale, come AVIS, LILT, AIL e FIAB e la pro loco di Tresigallo. Ed ancora, novità di questa edizione a testimonianza di un approccio a favore della ricerca e del futuro anche delle nuove imprese, la collaborazione con l'Università di Ferrara. Un ringraziamento anche al Gruppo Cassa di Ravenna ed all'Ente Palio di Ferrara, oltre al Comune di Ferrara ed alla Camera di Commercio di Ferrara che ci hanno concesso il loro patrocinio.

Sempre nella mattina del venerdì è prevista anche l'inaugurazione della nuova sede provinciale di Coldiretti Ferrara in via Contrari, 5, dove sono attivi i servizi provinciali CAA, CAF, EPACA, Campagna Amica, oltre a direzione e presidenza, alla presenza di istituzioni ed enti cittadine, oltre che di dirigenti regionali e nazionali di Coldiretti.

Nello stand del mercato dei produttori si svolgeranno anche iniziative con gli Agriturismi di Campagna Amica, animazioni, showcooking, workshop.

Iniziative che continueranno sabato 12 nella tensostruttura, mentre alle 16.00 nella Sala della Musica si terrà un incontro pubblico per fare il bilancio dell'annata, in particolare per alcune filiere ferraresi, dai cereali alla frutta, dalle bietole, al pomodoro, all'arachide raccontate direttamente dai coltivatori. A seguire la presentazione del libro del giornalista e scrittore Nunzio Primavera dedicato al "cuore giovane della Coldiretti - emancipazione e crescita imprenditoriale delle nuove generazioni nelle campagne italiane", cui interverranno i professori Emanuele Radicetti  e Fabio Bertolini del Dipartimento di scienze chimiche, farmaceutiche ed agrarie dell'Università degli studi di Ferrara con la partecipazione di studenti del corso di laurea  triennale di tecnologie agrarie ed acquacoltura del delta e dei rappresentanti di Giovani Impresa Ferrara.

Ultimo appuntamento del Ringraziamento 2022 per domenica 13 novembre con la celebrazione liturgica del Ringraziamento e la solenne Santa Messa che si celebrerà nella chiesa di San Giorgio, prima cattedrale ferrarese, alle 11.15, con il rito dell'offerta dei prodotti della terra e la benedizione dei mezzi agricoli. Mezzi che poi faranno una passerella nel centro della città per confluire sul sagrato del Duomo dove sosteranno per la gioia dei bambini e dei più grandi, sempre affascinati da questi indispensabili strumenti di lavoro degli agricoltori.

Alla presentazione presenti anche l'Assessore del Comune di Ferrara Angela Travagli, che ha ringraziato Coldiretti per la presenza, la lungimiranza e le tante attività messe in campo, evidenziando il valore anche di riflessione che queste Giornate stimolano; il segretario generale della Camera di Commercio, Mauro Giannattasio che ha a sua volta ringraziato Coldiretti ricordando il peso del settore agricolo nell'economia provinciale di Ferrara, ed i rappresentanti del mondo associativo e del volontariato, come AVIS Ferrara, LILT Ferrara, AIL e FIAB, con i quali Coldiretti condivide ideali ed obiettivi e collabora in diversi progetti e percorsi, attivando una rete non solo economica ma anche sociale ed ambientale.

(Comunicazione a cura di Coldiretti Ferrara)

Immagini scaricabili:

Ringraziamento 2022

Allegati scaricabili: