Comune di Ferrara

lunedì, 06 febbraio 2023.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Presentato progetto Comune - IFM di efficientamento energetico e transizione ecologica che mette in campo azioni di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici

POLO INDUSTRIALE E TECNOLOGICO - Incontro e visita all'impianto idrico di piazzale Donegani a Ferrara

Presentato progetto Comune - IFM di efficientamento energetico e transizione ecologica che mette in campo azioni di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici

25-01-2023 / Giorno per giorno

Un progetto di efficientamento energetico e transizione ecologica e azioni di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici del Polo Industriale e Tecnologico di Ferrara. Questo il tema dell'incontro, svoltosi oggi, mercoledì 25 gennaio 2023 presso il Polo Industriale e Tecnologico di piazzale Donegani 12, organizzato dal Comune di Ferrara e IFM Ferrara.

Nella sala congressi di IFM S.C.P.A. e nel corso della visita guidata agli impianti di fornitura e gestione delle industriali, i rappresentanti di Comune di Ferrara Alessio Stabellini (Servizio Qualità Ambientale) e Alessia Pedrielli (Capo di Gabinetto del Sindaco), insieme all'amministratore delegato di IFM Paolo Schiavina e al dirigente tecnico della Provincia Luca Capozzi, hanno illustrato ai giornalisti i contenuti del progetto di efficientamento energetico e transizione ecologica con le azioni previste all'interno del Polo Industriale e Tecnologico del Comune di Ferrara, tra cui revamping del ciclo idrico del Polo Industriale e Tecnologico con il recupero e riutilizzo delle acque di processo e meteoriche che consentirà una riduzione stimata variabile dal 40% al 50% del prelievo della acque del fiume Po per usi industriali.

Alla base del progetto c'è l'istituzione di un Tavolo Tecnico - azione condivisa attraverso un Ordine del Giorno in Consiglio Comunale nell'aprile 2022 - composto da Comune di Ferrara, Provincia di Ferrara, Ifm Scpa e tutte le società insediate nel Polo Petrolchimico Industriale e Tecnologico di Ferrara (Lyondell Basell Srl, Versalis SpA, Yara Italia SpA, SEF Srl, Eni Rewind, Celanese Srl, Sapio Srl), alla presenza di rappresentanti dell'Università di Ferrara e della Regione Emilia Romagna.

Il Tavolo Tecnico ha individuato le principali criticità presenti all'interno del Polo industriale e Tecnologico con particolare riferimento al Prelievo di una portata elevata dal fiume Po per usi interni allo stabilimento, gli Scarichi di acque meteoriche e di raffreddamento senza nessun riutilizzo, la Dispersione delle acque post utilizzo nel terreno, l'Elevato consumo di energia elettrica, gli Edifici poco performanti dal punto di vista energetico, i Cicli produttivi che possono essere migliorati per migliorare le performance energetiche.

Inoltre ha individuato e condiviso sei grandi linee di intervento rappresentate da:
• Revamping del Ciclo idrico del Polo Chimico di Ferrara con interventi volti al recupero e riutilizzo delle acque di processo e meteoriche;
• Produzione di energia da fonti rinnovabili e scambio sul posto;
• Interventi di efficientamento energetico degli edifici ;
• Interventi di efficientamento energetico dei cicli produttivi;
• Il Polo Chimico come protagonista nel PAESC del Comune di Ferrara;
• Interventi per il recupero della materia prima seconda

I Progetti Condivisi, per l'attuazione di ogni linea di intervento individuata, sono stati individuati ed elaborati grazie al pieno coinvolgimento e alla attiva partecipazione delle società che operano nel sito e degli Enti territoriali, azioni che vanno intesi come Progetti di Sito in quanto interessano, in termini di risultati attesi, non solo tutte le società insediate, ma anche l'intero territorio ferrarese a beneficio di tutta la collettività in quanto orientati all'efficientamento energetico, alla resilienza, al risparmio idrico, alla mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici e alla riconversione green della più importante realtà industriale della provincia.

L'attuazione dei Progetti di Sito individuati determinerebbe una progressiva riduzione del "metabolismo basale" delle aziende insediate, con importanti benefici attesi per l'intero territorio in termini di riduzione dei consumi di energia da fonti non rinnovabili e di sostenibilità ambientale.
In particolare, la realizzazione del progetto Revamping del Ciclo idrico del Polo Chimico di Ferrara con interventi volti al recupero e riutilizzo delle acque di processo e meteoriche consentirebbe una riduzione del prelievo di acqua dal Fiume Po per uso interno agli stabilimenti pari circa al 40%. Questi interventi, illustrati nel coso dell'incontro, prevedono un investimento complessivo di 48,8 milioni di euro che comprendono anche la realizzazione, attualmente in fase di studio grazie all'apporto di Unife, di una linea di prelevamento delle acque in uscita dall'impianto di depurazione della città gestito da Hera, consentendo un ulteriore riduzione del prelevamento acque dal Po (attorno al 90%).

Con deliberazione di Giunta Comunale (n. 435 del 22/07/2022) è stato approvato lo schema di accordo tra Comune di Ferrara, Provincia di Ferrara e IFM SCPA, per il sostegno e la promozione dei progetti di sito del Polo Industriale e Tecnologico di Ferrara finalizzati all'efficientamento energetico, alla resilienza ai cambiamenti climatici, alla transazione ecologica e alla riduzione del prelievo idrico per uso industriale dal Fiume Po.

Con questo Accordo le parti si impegnano a:
• favorire l'individuazione di ogni possibile azione di sostegno dei Progetti di Sito finalizzati all'efficientamento energetico, alla resilienza ai cambiamenti climatici, alla transizione ecologica del Polo Industriale e Tecnologico di Ferrara e alla riduzione del prelievo idrico per uso industriale dal Fiume Po;
• promuovere i Progetti di Sito in ogni opportuna sede, al fine di inserirli nel quadro di ulteriori strumenti di programmazione territoriale, in particolare a livello regionale come implementazione del Progetto d'Area;
• individuare tempi, modalità e risorse utili all'avvio dell'iter per la realizzazione di un nuovo Accordo di Programma;
• mantenere attivo, con iniziative condivise, il confronto diretto tra gli Enti Territoriali e Società insediate agendo nell'ambito del Tavolo Tecnico, anche al fine di verificare lo stato di attuazione dei Progetti di sito.

L'incontro di presentazione, dopo l'illustrazione dei contenuti programmatici e tecnici nella sala convegni di IFM, è proseguito con la visita guidata dall'ingegner Federico Montanari (IFM) all'attuale impianto di depurazione dell'acqua, realizzato negli Anni '60, che sarà oggetto dell'intervento. All'incontro hanno partecipato anche i rappresentanti delle maggiori aziende che operano all'interno del Polo Industriale e Tecnologico di Ferrara.

 

>> DOCUMENTAZIONE scaricabile in fondo alla pagina.

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: