Comune di Ferrara

domenica, 21 luglio 2024.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Firmata la nuova convenzione tra Comune di Ferrara e Federazione Italiana Scuole Materne. Si amplia l’investimento per il sistema integrato 06 anni. Oltre 400.000 per le scuole materne paritarie di Ferrara

SCUOLA-FAMIGLIE - Kusiak: “l’attenzione del Comune è per tutto il sistema dei servizi all’infanzia e per le piccole realtà delle frazioni”

Firmata la nuova convenzione tra Comune di Ferrara e Federazione Italiana Scuole Materne. Si amplia l’investimento per il sistema integrato 06 anni. Oltre 400.000 per le scuole materne paritarie di Ferrara

08-09-2023 / Giorno per giorno

Ferrara, 08/09/2023. Il Comune di Ferrara continua sulla strada dell'integrazione tra pubblico e privato per le scuole dell'infanzia e rinnova la convenzione con la Federazione italiana scuole materne (Fism) di Ferrara.

Con la delibera di giunta riunitasi il martedì scorso è stato approvato lo schema di convenzione e l'adesione al protocollo di intesa che rende concreto l'impegno dell'amministrazione comunale nella governance del sistema integrato dei servizi per l'infanzia a favore di una sempre più stretta collaborazione tra le strutture comunali, statali e private.

Firmato oggi, presso la sede dell'Assessorato alla Pubblica Istruzione e Formazione, Pari Opportunità, Politiche Familiari del Comune di Ferrara, alla presenza dell'assessore Dorota Kusiak e Biagio Missanelli Presidente della Federazione Italiana Scuole Materne di Ferrara, il Protocollo di intesa per la promozione del sistema integrato dei servizi per l'infanzia 0/6 anni, che comprende lo schema di convenzione tra l'Ente locale e le singole scuole partire.

Kusiak: "una rinnovata sinergia tra pubblico e privato per lo sviluppo del sistema dei servizi per l'infanzia, fondamentali sia per la crescita dei bambini che per la conciliazione dei tempi di vita delle famiglie. Il protocollo e la nuova convenzione, confermano la linea assunta dall'amministrazione fin dal suo insediamento di grande attenzione per i giovani, le famiglie, e le scuole, siano queste gestite dagli enti pubblici o da realtà private presenti sul territorio.

Abbiamo assicurato sempre un sostegno importante a tutela dell'offerta formativa cittadina, soprattutto nel periodo del Covid che ha colpito duramente anche le scuole paritarie. Le scuole dell'infanzia paritarie costituiscono un patrimonio prezioso sia sotto il profilo didattico che dal punto di vista sociale, assicurando una più ampia offerta territoriale di cui costituiscono circa il 40%.

E' importante riconoscerne il valore e creare una sempre più stretta collaborazione al fine di assicurare a tutte le famiglie ferraresi la possibilità di accesso ad un servizio per l'infanzia di riconosciuta qualità. Le risorse destinate consentono un migliore coordinamento pedagogico dei servizi presenti sul territorio e contribuiscono, attraverso il sostegno al funzionamento erogato ai gestori, a contenere gli oneri sostenuti dalle famiglie rendendo in questo modo i servizi più accessibili."

Missanelli: "la convenzione che firmiamo oggi per le scuole paritarie aderenti alla Fism con il comune di Ferrara è in continuità con la convenzione precedente. Questa nuova convenzione mantiene alta l'attenzione sui bambini disabili residenti nel Comune di Ferrara e inseriti nelle scuole paritarie. Inoltre il comune ha voluto valorizzare le scuole più piccole "monosezioni" dando un contributo specifico a queste.

L'attenzione del Comune è stata grande anche per i bambini stranieri iscritti nelle nostre scuole a cui sono garantiti gli stessi servizi dei bambini iscritti al comunale o allo statale. Sempre più si sta cercando di costruire un sistema integrato pubblico- privato che ha in questa nuova convenzione un elemento decisivo e qualitativamente rilevante al quale daremo il nostro contributo".

Il protocollo ha l'obiettivo di mettere in una rete integrata tutti i servizi per l'infanzia presenti nel Comune di Ferrara in linea con le norme d'indirizzo stabilite dalla legislazione nazionale e con gli orientamenti pedagogici in relazione alla continuità educativa da zero a sei anni.

Mentre per i nidi è attivata la convenzione dello scorso anno, che si è concretizzata con l'ampliamento dell'offerta pubblica di ben 68 posti bambino per la fascia 03 anni, è stata definita una nuova convenzione specifica per le Scuole d'infanzia.

Nello specifico 27.000 annui destinati alla FISM per il coordinamento pedagogico dei servizi 06 anni mentre la somma di 390.000 verrà erogata direttamente alle scuole dell'infanzia quale contributo per il funzionamento, calcolato sul numero di sezioni e la retta di frequenza applicata alla famiglia, per un totale di 417.000 rispetto ai 380.000 previsti nella precedente convenzione.
Cosi, ad ogni sezione attiva cui retta non supera i 400 euro mensili, verrà erogato un contributo annuo pari a 8.000 e 7.000 in caso la retta fosse superiore.

Attenzione particolare alle piccole realtà "per salvaguardare un presidio nelle aree della città con minor popolazione e in cui le scuole paritarie spesso costituiscono l'unico servizio reso al pubblico, a garanzia del diritto all'educazione dei bambini e delle bambine".

Pertanto alle scuole con una sola sezione è riservato un contributo specifico di 10.000 annui.

Massima attenzione è posta anche al sostegno delle famiglie con bimbi in situazioni di disabilità e con bisogni educativi speciali. È riconosciuto nell'ambito della convenzione un contributo specifico necessario per l'attivazione di un intervento specializzato o la possibilità, a seconda delle esigenze, di attivare il servizio di sostegno educativo tramite l'U.O. Inclusione Scolastica.

Inoltre, il Protocollo prevede l'attivazione dei lavori della Commissione Paritetica che riunisce le diverse forme gestionali dei servizi per l'infanzia presenti sul territorio con lo scopo di monitoraggio circa il raggiungimento degli obiettivi e si avvale del lavoro di un gruppo Tecnico appositamente istituito con lo scopo di analisi dei bisogni del territorio ed elaborazione di progetti innovativi e di miglioramento dell'offerta cittadina.

La F.I.S.M. Federazione Italiana Scuole Materne, opera infatti nell'ambito provinciale, nasce con lo scopo di collegare le scuole materne non statali di ispirazione cattolica con direttive di ordine generale, svolgere un'attività di mediazione con Comuni, Regione, MIUR e creare specifici servizi per le scuole di carattere didattico, assicurativo e aggiornamento del personale.

Immagini scaricabili: