Comune di Ferrara

mercoledì, 28 febbraio 2024.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > In mostra la storia di Casaglia, tra documenti e reperti dall'epoca romana fino a oggi

RESIDENZA MUNICIPALE - Esposizione visitabile fino all'11 dicembre 2023. Il sindaco Fabbri: “Un viaggio nel passato che ci permette di conoscere e valorizzare il territorio del forese”

In mostra la storia di Casaglia, tra documenti e reperti dall'epoca romana fino a oggi

22-11-2023 / Giorno per giorno

Al via, nella residenza Municipale di Ferrara, la mostra sulla storia di Casaglia, un viaggio itinerante nel passato della frazione dall'epoca romana fino a oggi. L'esposizione sarà visitabile gratuitamente a partire da oggi - 22 novembre - fino all'11 dicembre 2023, nella Sala dell'Albo Pretorio, negli orari di apertura al pubblico del Municipio.

La mostra, a cura di Maria Luisa Mastella (ex presidente Pro Loco Casaglia) e Marco Tironi, esperto della storia della frazione, è arricchita da documenti originali, reperti e oggetti storici molto antichi, di proprietà di Tironi stesso.

Il lavoro è stato pensato per chiunque volesse rivivere i momenti salienti di numerosi periodi storici, per i più giovani e per coloro che hanno scelto Casaglia come luogo e comunità in cui vivere -  pur provenendo da altri luoghi - e che quindi non ne conoscono la storia.

Al taglio del nastro è intervenuto il sindaco Alan Fabbri che ha visitato la mostra e fatto un brindisi con tutti i partecipanti al momento inaugurale, tra i quali una folta rappresentanza di residenti della frazione di Casaglia.

"Quest'estate - ricorda il Sindaco Alan Fabbri -, in occasione della sagra del mitico Balanzon, la mostra è stata prima annunciata e poi ospitata nei locali delle ex scuole, ora siamo felicissimi di dare continuità al progetto di valorizzazione della storia locale, ospitandola a palazzo Municipale. Grazie alla Pro Loco, a Marco Tironi e Maria Luisa Mastella per questa iniziativa e grazie a tutta la comunità di Casaglia che oggi espone affascinanti testimonianze del suo passato nella Casa Comunale, la casa di tutti. E tutti oggi sono invitati a percorrere questo viaggio indietro nel tempo alla scoperta della storia di questa meravigliosa frazione".

"Esporre questa mostra in Residenza Municipale - ha affermato in occasione di questa iniziativa il Vicesindaco Nicola Lodi - è per noi un grande privilegio. Ci permette di conoscere il passato di una frazione molto importante e, soprattutto, di valorizzarne il territorio. In questi quasi cinque anni di Amministrazione, abbiamo voluto mettere le frazioni al centro con progetti di ascolto e di rigenerazione urbana. Ringrazio la Pro Loco di Casaglia, Maria Luisa Mastella e Marco Tironi, che con il suo immenso lavoro è riuscito a documentare ritrovamenti archeologici e a ricostruire l'attività nella zona nelle diverse età storiche, dai romani e dal Medioevo fino all'età moderna".

"Ringrazio L'Amministrazione Comunale per il sostegno a un grande progetto che in tal modo non è rimasto nel cassetto e per l'opportunità offertaci di attuare anche il prosieguo - spiega Maria Luisa Mastella -, ma anche tutte le persone che ci sono state vicine con suggerimenti, indicazioni e partecipazione e tutti coloro che visiteranno la mostra, comprendendone l'importanza. Conoscere il luogo in cui si è nati o nel quale si vive, le persone che ci hanno accompagnato e ci accompagnano nella nostra quotidianità, aiuta a conoscere meglio noi stessi. Terminata la ristrutturazione della ex scuola elementare da parte dell'Amministrazione - che ospitava la Pro Loco - la nostra idea è quella di esporre i lavori  come "prima pietra" di un mini museo dei Ricordi".

La mostra - già allestita ed esposta nella sede della Pro Loco di Casaglia nei mesi scorsi - oltre a reperti ed oggetti di varie epoche, è accompagnata da pannelli e da un piccolo volume facilmente consultabile, che rende possibile una visione itinerante di luoghi e contesti diversi: scuole, circoli, biblioteche. In futuro è prevista una seconda pubblicazione con ricordi, aneddoti e usanze degli anni '50 e '60 a cura di Maria Luisa Mastella e altri testimoni del periodo, compreso il già citato Marco Tironi.

Immagini scaricabili: