Comune di Ferrara

lunedì, 22 aprile 2024.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > 27 Gennaio, Giornata della Memoria: presentato dal prefetto Marchesiello un ricco programma di eventi celebrativi

GIORNO DELLA MEMORIA - Il programma delle iniziative

27 Gennaio, Giornata della Memoria: presentato dal prefetto Marchesiello un ricco programma di eventi celebrativi

17-01-2024 / Giorno per giorno

[Il CastelloEstense illuminato di blu per la Giornata della Memoria - Foto di Pierluigi Benini]

Il prefetto Massimo Marchesiello ha stamani presentato il calendario dei principali eventi che costituiscono per l'anno 2024 il programma delle celebrazioni della Giornata della Memoria in questa provincia, in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici nei campi nazisti.

Si tratta di una serie di appuntamenti di importante valenza storico-culturale, rivolti principalmente agli studenti degli istituti superiori e promossi dalle principali Istituzioni locali, che avranno luogo a partire dal prossimo 19 gennaio.

"La celebrazione del Giorno della Memoria - ha sottolineato il Prefetto - è un momento fondamentale per ricordare e riflettere sulle atrocità commesse durante la Shoah. Anche quest'anno, grazie al sempre prezioso contributo di Enti e Istituzioni locali, saranno numerose e particolarmente qualificate le iniziative in programma. Tra queste voglio ricordare, oltre alla cerimonia di consegna, il 26 gennaio p.v. alla Sala Estense di Ferrara, delle medaglie d'onore del Presidente della Repubblica agli ex internati militari e civili nei lager nazisti durante il secondo conflitto mondiale, l'inaugurazione presso gli spazi del piano terra della Prefettura, il prossimo 22 gennaio, della mostra "Il peso della legge", a cura del Museo Nazionale dell'Ebraismo italiano e della Shoah".

Il Rappresentante del Governo ha, inoltre, ricordato, che il 9 febbraio 2024, presso la caserma Bevilacqua della Questura, sarà scoperta una lapide per onorare la memoria di Giovanni Palatucci, ex Questore di Fiume, deceduto il 10 febbraio 1945 nel campo di concentramento nazista di Dachau, insignito della Medaglia d'oro al Merito Civile e riconosciuto "Giusto tra le Nazioni" per aver salvato dal genocidio migliaia di ebrei.

Erano presenti all'incontro odierno l'Assessore alla Cultura del Comune di Ferrara Marco Gulinelli, la Presidente del locale Istituto di Storia Contemporanea Anna Maria Quarzi, il Dirigente dell'Ufficio scolastico provinciale Giovanni Desco, il Direttore dell'Archivio di Stato Davide Guarnieri, la rappresentante dell'Università di Ferrara Isabella Libertà Mattazzi e, collegato da remoto, il Direttore del Museo dell'Ebraismo Italiano e della Shoah Amedeo Spagnoletto.

(Comunicazione a cura della Prefettura di Ferrara)

IL PROGRAMMA delle celebrazioni della Giornata della Memoria 2024 a Ferrara
Venerdì 19 gennaio alle 15, al Teatro Comunale, gli studenti ferraresi potranno immergersi nell'avventurosa vita di Simon Wiesenthal con "Il cacciatore di Nazisti", interpretato da Remo Girone.
Domenica 21 gennaio alle 11,30 al Meishop in via Piangipane 81, si terrà un seminario sul tema "Arte, immagine, antisemitismo e propaganda", con l'intervento di Gianfranco Ferlisi.
Lunedì 22 gennaio alle 21, al Ridotto del Teatro, l'Università degli Studi di Ferrara propone "Messia e rivoluzione", con la voce di Miriam Camerini e la magia di Angelo Baselli al clarinetto, Gianluca Casadei alla fisarmonica, e Rocco Rosignoli (violino, contrabbasso e chitarra).
Sempre il 22 si terrà in Prefettura la mostra fotografica "Il peso della legge".
Martedì 23 gennaio, sempre al Ridotto, si terrà il concerto "Warum?" con il quartetto d'archi del Maestro Luca Lombardi.
Mercoledì 24 gennaio, a palazzo Roverella, è in programma l'incontro "Ebraismo, cinema, teatro e vita ebraica", su Arnoldo Foà nel decennale della sua scomparsa, grazie all'organizzazione dell'Istituto Provinciale Nastro Azzurro di Ferrara, del Circolo Negozianti, e dell'Associazione De Humanitate Sanctae Annae.
Venerdì 26 gennaio, alla Sala Estense, Prefettura e Istituto di Storia Contemporanea organizzano la cerimonia di consegna delle 432 medaglie d'onore del Presidente della Repubblica agli ex internati militari e civili nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto durante la Seconda Guerra Mondiale, con i saluti del prefetto Massimo Marchesiello, del sindaco Alan Fabbri, del presidente della Provincia Gianni Michele Padovani e del presidente della Consulta provinciale degli studenti Martino Ravasio.
Sabato 27 gennaio, in Piazza Municipale, sarà il momento de "Le musiche... interrotte!", focus sulle memorie delle antiche comunità ebraiche dell'Est Europa, danzate, suonate e cantate con la Formazione Ensemble di Musijam e il Gruppo Danze, che coinvolgeranno anche alcune classi delle scuole primarie e secondarie.

Domenica 28 gennaio, alle 16 all'Istituto di Storia Contemporanea in vicolo Santo Spirito 11, a Ferrara (e non più alla Biblioteca Comunale Giardino), si parla di "Anne Frank e Etty Hillesum, la loro luce e l'infamia altrui". Racconto con poesie inedite (testi a cura di Athos Tromboni) e musiche tradizionali ebraiche e yiddish. Presenta Arianna Chendi, con letture di Gianna Andrian, Ambretta Balboni, Susanna Benini, Grazia Pantaleo e la partecipazione del soprano Miriam Chiaffoni.

Lunedì 29 gennaio, in Sala Estense, è proposto "Cinque Storie in cinque oggetti", incontro riservato alle scuole in cui verranno condivise storie di vite attraverso oggetti, dalla memoria di Carla Neppi Sadun, ebrea ferrarese scampata da bambina alla deportazione, e che per l'occasione sarà per la prima volta a Ferrara, alla canzone "Auschwitz" di Francesco Guccini.
Lunedì 29 gennaio alle 18, all'Istituto Comprensivo Statale Don Milani, verrà dedicata una lapide in via Vignatagliata alla memoria di Alberta Levi Temin, Guido Fink, Franco Schönheit, Corrado De Benedetti, Cesare Finzi, docenti e allievi della scuola di via Vignatagliata dal 1938 al 1943.
Martedì 30 gennaio, alle 11.30 la Scuola Primaria di San Martino sarà intitolata a Bruno Farber, il più giovane deportato di origine goriziana, ucciso ad Auschwitz all'età di 3 mesi e 19 giorni. Saranno presenti l'assessore alla Pubblica istruzione Dorota Kusiak, il presidente della Commissione toponomastica Marco Gulinelli, il direttore dell'Archivio di Stato di Ferrara Davide Guarnieri e rappresentanti del Comune di Gorizia.

LE INIZIATIVE NELLE BIBLIOTECHE
Anche le biblioteche del Servizio Biblioteche e Archivi del Comune di Ferrara propongono diverse iniziative. Alla Biblioteca Comunale Ariostea il 29 gennaio alle 17 sarà presentato il libro curato da Alberto Cavaglion, con la partecipazione di Rav Luciano Meir Caro e Luca De Angelis, mentre il 31 gennaio alle 17 il libro di Antonio Leggiero. Al Centro Studi Bassaniani l'8 febbraio alle 16,30 è in programma la presentazione del libro "Sai che tornerò" di Mercedes Monmany, con la partecipazione di Barbara Domenichini; alla Biblioteca Comunale G. Bassani il 26 gennaio alle 10,30 c'è lo spettacolo "Angela ed Eva" ispirato alla storia di Angela Reinhardt, a cura di Officina Teatrale Actuar, mentre alla Biblioteca Comunale G. Rodari sempre il 27 alle 16,30 è il momento del reading musicale "Racconti di speranza: i bambini che ce l'hanno fatta". Tutte le biblioteche produrranno rassegne bibliografiche e vetrine espositive dedicate alla tematica del Giorno della Memoria. Tutti i dettagli sul sito:https://archibiblio.comune.fe.it

In allegato, il programma delle manifestazioni. Nelle foto la presentazione delle iniziative e la locandina dell'appuntamento di domenica 28 gennaio dedicato alle figure di Anna Frank e Etty Hillesum

Immagini scaricabili:

Anna Frank e Etty Hillesum Locandina iniziativa dedicata ad Anna Frank ed Etty Hillesum

Allegati scaricabili: