Comune di Ferrara

giovedì, 25 aprile 2024.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Disturbi dell'apprendimento: al via percorsi di formazione gratuiti per genitori e insegnanti

POLITICHE SOCIALI - Ass. Coletti: "incontri che offriranno ai partecipanti un'adeguata consapevolezza sul tema, utile nelle attività quotidiane con figli e allievi". Aperte le iscrizioni

Disturbi dell'apprendimento: al via percorsi di formazione gratuiti per genitori e insegnanti

05-02-2024 / Giorno per giorno

Migliore conoscenza per una maggiore sensibilità. E' su questa idea che si fonda 'Noi per Loro', il programma formativo gratuito, a doppio binario per genitori e insegnanti, in partenza giovedì 8 febbraio e mirato ad approfondire le problematiche legate ai Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA) o ai Bisogni Educativi Speciali (BES). L'iniziativa è promossa dall'associazione 'S.O.S. Dislessia' in collaborazione con la cooperativa 'Le D.I.T.A.', e con il patrocinio dell'Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Ferrara, di Ausl Ferrara e dei Rotary Club di Ferrara.

Tutti i dettagli e gli obiettivi del progetto sono stati illustrati oggi in conferenza stampa dall'assessore comunale alle Politiche sociali Cristina Coletti, assieme alla presidente dell'Associazione S.O.S. Dislessia Valentina Malagutti, all'amministratore delegato della Cooperativa Sociale Le D.I.T.A. Giacomo Orlandi, alla presidente del Rotary Club Ferrara Adele Del Bello e al presidente del Rotary Club Ferrara Est Paolo Govoni.

"Si apre un ciclo di incontri - ha spiegato l'assessore Cristina Coletti - che permetterà ai partecipanti di crearsi un'adeguata consapevolezza sul tema, che ritornerà utile nello svolgimento delle attività quotidiane da parte dei loro figli o dei loro allievi. È fondamentale che i genitori abbiano le conoscenze necessarie per supportare il loro bambino nel percorso scolastico e della vita, e, dall'altro lato, è essenziale che gli insegnanti riconoscano questi disturbi sin dalle prime manifestazioni. Ringrazio il Rotary che ha nuovamente aderito al percorso, dando prova di una sensibilità sociale non scontata". 

Come precisato in conferenza stampa , i DSA sono disabilità di origine neurobiologica, che limitano significativamente l'impiego delle abilità di lettura (dislessia), di scrittura (disortografia e disgrafia) e di calcolo (discalculia), con conseguente ricaduta nelle attività che si basano su tali abilità per la loro realizzazione. 

"I bambini e ragazzi con dislessia e altri disturbi dell'apprendimento - ha sottolineato Valentina Malagutti - hanno grandi potenzialità, soprattutto di tipo creativo, bisogna quindi saperli guardare dal lato giusto. E' quindi importante offrire ai genitori e agli insegnanti gli strumenti adeguati per aiutarli a riconoscere le capacità e le potenzialità dei loro ragazzi. Ai corsi dello scorso anno hanno partecipato 140 insegnanti e 70 genitori e per quest'anno abbiamo già un buon numero di iscritti. Le iscrizioni resteranno aperte fino all'avvio degli incontri".

"La cooperativa Le Dita - ha chiarito Giacomo Orlandi - è un'appendice nata da Sos dislessia. Seguiamo attualmente 230 famiglie a livello domiciliare, con servizi a basso costo e ad alta efficienza, garantendo, tramite l'associazione, anche un sostegno economico per la fruizione dei servizi, alle famiglie a basso reddito".   

"E' il terzo anno che sosteniamo questo progetto - ha dichiarato Adele Del Bello - che intercetta due filoni di sensibilità rotariana: quello che punta a valorizzare le diversità e quello dedicato alla salute, mentale e fisica".

"E' un'iniziativa importante - ha concluso Paolo Govoni - innanzitutto perché riguarda la formazione, che è la precondizione per affrontare ogni problema, e in secondo luogo perché si basa su un'ampia collaborazione tra istituzioni, associazioni e soggetti privati, a conferma che oggi i problemi complessi hanno bisogno di risposte di sistema".

Il percorso formativo, interamente online, è diviso in due filoni per i due diversi tipi di destinatari. Gli incontri per genitori di ragazzi con Disturbi Specifici dell'Apprendimento o con Bisogni Educativi Speciali si terranno giovedì 8, 15, 22 e 29 febbraio, dalle 19 alle 22.
Mentre gli incontri per insegnanti si terranno di lunedì, il 26 febbraio, 4, 11, 18, 25 marzo e 8 aprile, dalle 19 alle 22. 

I corsi sono totalmente gratuiti. 

Per informazioni ed iscrizioni scrivere a sos.dislessia.formazione@gmail.com    oppure whatsapp al 3387920398.

LA SCHEDA (a cura di associazione Sos Dislessia e coop. soc. Le Dita)
La ricerca più recente (2012), aggiornata in ambito nazionale, indica che la prevalenza stimata dei DSA nel nostro paese, rilevata su una popolazione scolastica del quarto anno della scuola primaria, oscilla intorno al 5% in base ai criteri di ricerca adottati. Ciò significa che al termine del primo anno della scuola primaria è possibile aspettarsi che almeno 1 bambino in ogni classe manifesterà difficoltà significative di apprendimento della letto-scrittura, la quale persisterà durante il percorso scolastico successivo.
La promulgazione della Legge 8 ottobre 170/2010 e il successivo decreto attuativo (DM 5669 del 12 luglio 2011) con annesse Linee Guida, ha sancito il riconoscimento ufficiale in ambito scolastico e la tutela al diritto allo studio dei ragazzi con DSA, elencando quei disturbi che hanno una solida base scientifica (dislessia ecc.)
Certamente la legge 170/2010, ha prodotto e continua a produrre politiche didattiche più attente ai bisogni degli alunni con DSA e rappresenta il punto di svolta della personalizzazione didattica, in quanto ha contribuito ad indicare un differente metodo di affrontare i disturbi dello sviluppo in ambito scolastico, richiedendo alla didattica di adattarsi alle specifiche esigenze degli alunni anziché il contrario.
Dal punto di vista normativo, la legge 270 del 2010 che riconosce la dislessia come disturbo specifico dell'apprendimento ha, inoltre, stabilito le modalità con cui i servizi sociosanitari e la scuola, devono affrontare questo problema (screening, diagnosi precoce, compensativi, dispensativi...), ma molti genitori e molti docenti non hanno ancora una conoscenza adeguata del problema e questo naturalmente va a scapito dei bambini e dei ragazzi con DSA. 'S.O.S. Dislessia' e 'Cooperativa Le D.I.T.A.' organizzano corsi per l'autonomia scolastica orientatati ai ragazzi di tutti gli ordini scolastici e offrono supporto alle famiglie che devono affrontare l'iter della diagnosi.

PROGRAMMA DIDATTICO:
- Modulo 1 - I DSA e i compensativi - formazione sugli aspetti emotivi, psicologici e biologici dei DSA. Da come riconoscerli a come compensarli. Durata ore 3
- Modulo 2 - La Valutazione - Logopedia, Diagnostica e Rieducazione. Durata ore 3
- Modulo 3 - La Terapia - Rieducazione della scrittura, Psicomotricità, Musicoterapia, Lingue straniere, Tutoraggio). Durata ore 3
- Modulo 4 - Diagnosi, PDP e legge 170, decreto attuativo e Linee Guida e relazioni Scuola/Famiglia. Durata ore 3
- Modulo 5 - I compensativi informatici: dal testo alla mappa. Durata ore 3 (Laboratorio pratico)
- Modulo 6 - Dalla diagnosi alla verifica strutturata. Durata ore 3

STAFF DIDATTICO:
Malagutti Valentina Presidente S.O.S. Dislessia
Dott.ssa Pucci Romina, psicoterapeuta dell'età evolutiva
Dott.ssa Guitti Marta logopedista
Dott.ssa Benatti Elena Pedagogista specializzata in DSA
Dott.ssa Gessi Monica educatrice specializzata in lingue straniere per DSA
Dott.ssa Bolzon Ilaria musicoterapeuta
Dott. Fergnani Marco psicomotricista
Dott.ssa Gianfelice Luigia insegnante specializzata in rieducazione della scrittura
Dott.ssa Lambertini Laura Psicoterapeuta specializzata nella legge 170/2010
Giacomo Orlandi D.S.A. adulto - Amministratore Delegato della Cooperativa Le D.I.T.A.

Immagini scaricabili:

Dislessia 1 Dislessia 4.jpg Locandina sos dislessia 1.jpg Locandina sos dislessia 2.jpg