Comune di Ferrara

martedì, 16 aprile 2024.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Dal Comune 7mila euro per il progetto di Ens che abbatte barriere comunicative delle persone sorde

POLITICHE SOCIALI - Contributo per proseguire servizio di segretariato sociale e interpretariato. Ass. Coletti: “Luogo di conoscenza e di incontro, dove superare le difficoltà espressive”

Dal Comune 7mila euro per il progetto di Ens che abbatte barriere comunicative delle persone sorde

21-02-2024 / Giorno per giorno

Un supporto diretto ai cittadini fragili e con difficoltà di comunicazione poiché sorde. Su proposta dell'assessore Cristina Coletti, l'Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Ferrara ha destinato un contributo di 7mila euro per il proseguimento del servizio di segretariato sociale e di interpretariato Lis (Lingua Italiana dei Segni) svolto dalla sezione provinciale di Ens (Ente Nazionale per la Protezione e l'Assistenza dei Sordi).

Il progetto è attivo da alcuni anni nei locali di via Trenti, e si attua attraverso una serie di azioni volte ad abbattere le barriere comunicative nella popolazione. Sul territorio ferrarese l'Ens conta circa 100 persone sorde, ma l'intento è allargare la fruizione del servizio intercettando altri possibili beneficiari.

"Con questo contributo - dice l'assessore alle Politiche sociali Cristina Coletti - intendiamo mantenere un punto di riferimento per le persone sorde del territorio, un luogo di conoscenza in cui tutti possono trarre informazioni esatte e dettagliate riguardo i servizi offerti in città. Il servizio di segretariato ed interpretariato vuole essere anche un posto di incontro, in cui gli utenti possano superare le difficoltà espressive dettate dalle fragilità. Per loro l'attenzione dell'Amministrazione comunale continuerà ad essere sempre alta".

Grazie a questo finanziamento concesso dal Comune, le persone sorde potranno dunque fruire di un'attività di supporto per la compilazione di moduli e documenti, per la ricerca e l'individuazione dei servizi a disposizione, per la mediazione con gli operatori degli Enti al fine di garantirne l'accesso ai vari sportelli.

Attraverso il servizio di interpretariato Lis, inoltre, Ens si impegna ad abbattere le barriere comunicative che non permettono un'adeguata comunicazione tra le persone attraverso il reperimento di interpreti Lis.

Tramite il servizio di interpretariato LIS (Lingua dei Segni Italiani) l'Ens si è inoltre adoperata per reperire interpreti LIS per gli utenti sordi che si rivolgono all'associazione, con l'obiettivo di abbattere le barriere comunicative che non permettono un'agevole comunicazione tra persone sorde e persone udenti.