Comune di Ferrara

lunedì, 22 aprile 2024.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > "Ferrara Diplomatic Days", due giornate per raccontare dal vivo le eccellenze del territorio ferrarese

TURISMO E COMMERCIO - Nella città estense, il 7 e 8 marzo 2024 approderanno consoli e ambasciatori di 27 Paesi e 5 Continenti

"Ferrara Diplomatic Days", due giornate per raccontare dal vivo le eccellenze del territorio ferrarese

29-02-2024 / Giorno per giorno

Una due giorni in cui Ferrara diventerà, a tutti gli effetti, capitale delle relazioni commerciali. Nella città estense, il 7 e 8 marzo 2024, approderanno infatti diplomatici - consoli e ambasciatori - di 27 Paesi e 5 Continenti. Non a caso il titolo dell'evento è Diplomatic Days.  Presentato giovedì 29 FEBBRAIO 2024 nel Salone d'Onore di Palazzo Muzzarelli Crema, è stato ideato e realizzato Sipro - Agenzia per lo Sviluppo della Provincia di Ferrara. Come spiega l'Amministratore Unico, Stefano di Brindisi, sottolineando l'ingente lavoro svolto, "abbiamo deciso di osare, facendo qualcosa al di fuori delle prassi consolidate. Il riscontro è stato premiante, al di sopra di ogni aspettativa". Notoriamente avverso alla narrazione 'Ferrara fanalino di coda dell'Emilia Romagna' di Brindisi ha creduto nelle potenzialità del territorio e ha deciso di metterlo in vetrina. Favorendo una tipologia di "rapporti diretti tra aziende e rappresentanti commerciali dei Paesi di riferimento". Quindi Austria, Francia, Paesi Bassi, Finlandia, Svezia, Norvegia, Croazia, Slovenia, Repubblica Ceca, Ungheria, Serbia, Lituania, Turchia, Egitto, Arabia Saudita, Sud Africa, Messico, Uruguay, Argentina, Nuova Zelanda, Cina, Camera di Commercio Indiana per l'Italia, Camera di Commercio Italia - Kazakhstan, Camera di Commercio Italo-Brasiliana, American Chamber of Commerce in Italy.

"Un ringraziamento dovuto, necessario" da Matteo Fornasini, Assessore al Bilancio, Partecipazioni, Commercio e Turismo che ha marcato il fatto che "la nostra provincia esprime eccellenze a livello internazionale. Dobbiamo esserne orgogliosi e dobbiamo costruire una rete istituzionale a supporto e sostegno delle imprese. Di quelle che ci sono, e vogliono svilupparsi e di quelle che vogliono insediarsi". Sulla stessa linea Gianni Baravelli, console onorario Norvegia e Svezia e coordinatore evento. "Abbiamo fatto qualcosa di unico in Italia. Usare la rete diplomatica, che ha propri enti di sviluppo, per fare conoscere Ferrara". La due giorni è stata illustrata da Ana Fregnan, responsabile evento Sipro, . Giovedì workshop a Palazzo Muzzarelli - Crema aperto dal Sindaco, Alan Fabbri e dal video messaggio del Ministro All'Ambiente e alla Transizione Ecologica, Gilberto Picchetto Frattin. Seguirà un work shop con istituzioni e aziende. Previsti speack di realtà ferraresi rappresentative in termini di sostenibilità, tecnologia/robotica, industria della salute. Nello specifico interverranno: Paolo Schiavina, AD IFM (polo industriale); Massimo Luise, fondatore e CEO Makros (incubatori Sipro); Alba Scerrati, fondatrice con Paolo Zamboni di LP-TECH (Unife). Venerdì visita a realtà multinazionali: Manifattura Berluti, LTE-Toyota, Fri-EL Green House.

FORNASINI, saldo imprese 2023 positivo - In conferenza, l'Assessore Fornasini ha voluto fornire un dato "significativo per Ferrara. Nel 2023, dopo molti anni, il saldo tra imprese che chiudono e aprono è finalmente tornato in attivo di una ventina di unità".

Presenti in conferenza stampa:

Per Sipro

Stefano di Brindisi, Amministratore Unico Sipro

Anna Fregnan, Organizzatrice Evento per Sipro

Gianni Baravelli, Coordinatore progetto nonché console onorario di Norvegia e Svezia

Per Comune di Ferrara:

Matteo Fornasini, Assessore al Bilancio, Partecipazioni, Commercio e Turismo

Per aziende presenti il giovedì 7 con speach:

  • Paolo Schiavina, Amministratore Delegato IFM
  • Massimo Luise, Fondatore e CEO Makros srl
  • Alba Scerrati, fondatrice con Paolo Zamboni di LP TECH srl (Unife)

Per aziende da visitare venerdì 8:

  • Sebastien VIGNERON , Leather Industrial Director, Berluti
  • Simona Bertarelli, Executive Assistant, L.T.E. Lift Truck Equipment SpA (Toyota)
  • Lorenzo Carrollo, rappresentante Fri-EL Green House

SCHEDE AZIENDE COINVOLTE IL 7 E L'8 MARZO

Giovedì 7 marzo

IFM Ferrara S.C.p.A - IFM Ferrara S.C.p.A è una società consortile per azioni, attiva dal 2022, di cui fanno parte le principali aziende - tra cui Yara, Versalis, Lyondellbasell - insediate nel Polo Industriale. Nasce dalla necessità di realizzare un sito sostenibile con attività e investimenti mirati. Con potenziamento e implementazione di infrastrutture e servizi comuni - dall'acqua industriale ai piazzali, dall'Antincendio al Pronto Soccorso - indispensabili per la continuità produttiva. Questo ha garantito la concentrazione di sforzi, la minimizzazione degli impegni finanziari, l'implementazione degli investimenti. L'area è dotata di personale altamente specializzato per emergenze. IFM è anche la realtà di riferimento per il coordinamento delle attività di bonifica della falda profonda del polo industriale. Polo per cui svolge azione di promozione per agevolare nuovi insediamenti. L'insediamento è pari a 250 ettari.

MAKROS - Makros si occupa di salvaguardia del patrimonio archivistico e culturale grazie alla realizzazione di sistemi archivistici, altamente sofisticati, per la protezione da fuoco, acqua, deterioramento di carta, opere d'arte, suppellettili. Sfrutta sei brevetti, abbinabili tra loro e nazionalizzati in pressoché tutta Europa, Turchia, Cina, Stati Uniti. Si avvale di un comitato tecnico scientifico che orienta ricerca e sviluppo in campo informatico, biologico, robotico. Nel 2023 è rientrata nel Quarto Rapporto 100 Italian Cultural Spaces Stories promosso da Fassa Bortolo e Fondazione Symbola per Blockfire (il primo brevetto contro il fuoco) per l'applicazione dell'informatica alla cultura. I sistemi Makros, misurabili in centinaia di metri e chilometri, si trovano nei più importanti presidi culturali - del tipo musei e biblioteche - internazionali, pubblici e privati. Da Rami Barrack, in Turchia, al Vaticano. Oltre che nei Tribunali, nelle Università, nelle grandi aziende.

LP TECH - LP Tech s.r.l.  è una realtà innovativa che ha come missione l'unione della ricerca e della produzione di dispositivi medici personalizzati che migliorino la qualità di vita dei pazienti di tutto il mondo, partendo dal settore della neurochirurgia. Ad oggi sono sempre più richieste delle terapie personalizzate sul singolo paziente. Proprio per questo motivo, il core business di LP Tech è rappresentato dalla fornitura di stampi in silicone custom-made per la realizzazione di protesi craniche personalizzate direttamente in sala operatoria. Dalla necessità della tecnica neurochirurgica di evolvere ed innovarsi, è nata la ricerca su materiali e metodologie innovative per la realizzazione di uno stampo totalmente custom-made, che potesse sopperire alle necessità terapeutiche e d'intervento, unitamente alla sempre maggiore richiesta di economicità in medicina. Lp Tech sta espandendo le sue competenze per il trattamento di patologie vascolari e linfatiche. 

Venerdì 8 marzo

Berluti - Berluti nasce a Parigi nel 1895 grazie alle abilità del calzolaio Alessandro Berluti, specializzato nella realizzazione di calzature su misura. La linea di calzature "ready-to-walk" è stata diffusa nel 1960, arricchita nel 2003 dalla realizzazione di pelletteria e piccola pelletteria e nel 2011 dall'abbigliamento, per un'offerta total look maschile. Berluti si trova a Ferrara dal 1994, forte della tradizione di calzolai esperti dell'Emilia-Romagna, che risale al XIX secolo. Qui si creano i prototipi delle collezioni e si producono le calzature, la pelletteria e la piccola pelletteria oltre ad oggetti di lifestyle. Manifattura Berluti è organizzata su due Dipartimenti, quello dello Sviluppo Prodotto e Industrializzazione e quello della Produzione dove lavorano sia artigiani che persone di staff, per un totale di circa 360 dipendenti. Fiore all'occhiello di Manifattura Berluti è l'Académie du Savoir-Faire, nata nel 2012 dalla volontà di formare e sviluppare talenti nel ruolo di artigiani delle calzature e della pelletteria di altissimo livello qualitativo e che ad oggi conta 26 edizioni concluse e l'82 % di allievi assunti.

L.T.E. Lift Truck Equipment S.p.A - L.T.E. Lift Truck Equipment S.p.A. nasce come costruttore di gruppi di sollevamento speciali per carrelli elevatori nel 1976 a Milano per poi trasferirsi nell'area di SIPRO in San Giovanni di Ostellato, in provincia di Ferrara. Dagli esordi, è considerata un'eccellenza nella progettazione e produzione di montanti e cilindri di sollevamento come anche nella realizzazione di montanti speciali. L'azienda ha intrapreso un percorso virtuoso di crescita e successi, venendo riconosciuta come OEM (Original Equipment Manufacturer) dai principali produttori di carrelli elevatori. I processi di miglioramento sono costantemente supportati dall'implementazione della filosofia TPS (Toyota Production System) e rafforzati dai Precetti e Principi Toyota, accompagnando il miglioramento (Kaizen) e potenziamento di tutti i processi aziendali come promosso dall'Amministratore Delegato Michele Di Iorio. La mission aziendale è orientata allo sviluppo di soluzioni innovative, sicure e prive di spreco (Zero Muda), nel rispetto degli elevati standard qualitativi mediante il coinvolgimento delle risorse ed il continuo miglioramento dei processi aziendali. Quando Toyota parla di innovazione lo fa pensando ad un mondo sostenibile sul piano economico, sociale ed ambientale. In un contesto industriale sempre più competitivo, l'azienda si propone di sviluppare soluzioni di digitalizzazione ed automazione dei processi integrati nella tradizione (Monozukuri) che contraddistingue lo spirito d'origine.

Fri-El Green House - Trentuno ettari di serre ipertecnologiche in ferro-vetro riscaldate con l'acqua calda prodotta dalle centrali biogas adiacenti, 220 Km di luci led per la produzione invernale, un sito produttivo 365 giorni l'anno, 70% di risparmio di superficie impiegata rispetto alle coltivazioni tradizionali, 70% di risparmio idrico: sono solo alcuni dei dati virtuosi che caratterizzano Fri-El Green House di Ostellato (Fe), azienda leader nella produzione di pomodori a marchio H2orto. L'azienda è nata nel 2015 con una superficie di 1,5 ettari e si è estesa negli anni fino a contare nel 2022 ben 31,1 ettari di serre. Il piano di espansione aziendale prevede di arrivare a 60 ettari e l'obiettivo principale è quello del raggiungimento della transizione energetica entro il 2026. Il fatturato dal 2015 ad oggi è in forte aumento grazie alla crescita continua della superficie produttiva e al passaggio da prodotti di massa (pomodoro a grappolo classico) a prodotti premium su cui l'azienda si è specializzata (pomodoro a grappolo premium, pomodoro cocktail e miniplum Strabena). Dai 13 milioni di euro di fatturato del 2020 Fri-El Green House stima per il 2024 un valore di 32 milioni di euro e una produzione di pomodori pari a 14.700 tonnellate. I pomodori H2orto sono certificati Nichel Free e sono sempre disponibili sul mercato presso le principali catene della grande distribuzione in Italia, Austria e Germania. 

Immagini scaricabili: