Comune di Ferrara

martedì, 16 aprile 2024.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Il "Dopo di me" e l'inclusione sul palco del Teatro Comunale con lo spettacolo benefico "Permettiti che io ti aiuti"

POLITICHE SOCIALI - Il 13 marzo evento a sostegno di Associazione Giulia, promosso da Lions Club "Ferrara Diamanti". Assessore Coletti: "Evento emozionante, che va oltre le barriere"

Il "Dopo di me" e l'inclusione sul palco del Teatro Comunale con lo spettacolo benefico "Permettiti che io ti aiuti"

07-03-2024 / Giorno per giorno

Ferrara, 07/03/2024. Uno spettacolo emozionante, nel segno della vera inclusione che ritorna a Ferrara per la terza volta dopo il debutto di successo avvenuto a maggio 2022.

È quasi tutto pronto al Teatro Comunale per lo spettacolo "Permettiti che io ti aiuti", promosso dal Lions Club "Ferrara Diamanti" e dall'Associazione Giulia alla quale verrà destinato il ricavato. L'iniziativa, che si terrà mercoledì 13 marzo alle 21, beneficia del patrocinio dell'Assessorato alle Politiche sociali del Comune di Ferrara.

"Un evento - ha commenta l'assessore alle Politiche Sociali Cristina Coletti - che sta diventando una splendida consuetudine, capace di raccogliere il consenso della città. Ricordo l'emozione nell'aver assistito agli spettacoli precedenti, da cui chi partecipa non può che uscirne con gioia. Si tratta di un'esperienza teatrale autentica, in cui tutte le barriere vengono superate.

Ringrazio per la sensibilità e il grande impegno sociale del Lions Club, che ha scelto nuovamente di affiancare l'associazione Giulia supportandola nella encomiabile azione nell'ambito dell'oncologia pediatrica. L'associazione Giulia è realtà eccellente del territorio, con la quale l'amministrazione ha sempre collaborato in piena sinergia e collaborazione. L'invito che rivolgo a tutti i cittadini è di partecipare, per rendersi pienamente conto delle abilità di ragazzi speciali che hanno da insegnare anche a tutti noi".

L'evento è curato da "Cosquillas Theatre Methodology" e dal regista Massimiliano Piva, e rappresenta la terza edizione del percorso teatrale "Dopo di me", all'interno del quale giovani artisti con disabilità e non si esibiscono insieme in una performance unica nel suo genere in Italia.

Gli artisti - che appartengono al laboratorio teatrale "Progetto Kintsugi", che è l'arte giapponese di ‘ornare le ferite' ovvero riassemblare con l'oro i vasi preziosi andati in pezzi rendendo splendido ciò che pareva compromesso - interpretano testi scritti da loro insieme ai propri familiari, aventi ad oggetto la vita delle persone disabili dopo che il nucleo familiare di appartenenza non potrà più occuparsi di loro. Il concetto di autonomia è un aspetto centrale dello spettacolo, come meta ambita ma a volte difficilmente realizzabile per le persone con fragilità specifiche.

"Si tratta di un evento grandioso - ha detto Carla Resca, presidente del Lions Club "Ferrara Diamanti" -, che va al di là dello spettacolo: ciò che va sul palco è davvero emozionante. È il terzo anno consecutivo che Lions lo sostiene, aggiungo con facilità perché l'appoggio del Comune, che ci mette a disposizione gratuitamente il Teatro Comunale, è fondamentale. Lions si è sempre occupata del sostegno nell'ottica del ‘Dopo di me', ma senza l'Amministrazione comunale non riusciremmo a fare nulla".

"È il terzo evento che si incanala nel percorso del ‘Dopo di me'" ha aggiunto Alessandra De Rosa, responsabile service Lions Club "Ferrara Diamanti", che si è detta onorata "di collaborare con l'associazione Giulia".

"Sarà uno spettacolo unico nel suo genere, che mi riempie il cuore e che merita la giusta sensibilità anche da parte della cittadinanza" ha affermato il presidente dell'associazione Giulia Michele Grassi. Un invito alla partecipazione a cui si è unita anche Franca Navarra, membro del direttivo dell'associazione Giulia.

Il progetto del teatro nasce dalla volontà di dare risalto all'unicità di ogni persona e alle sue potenzialità espressive. Lo spettacolo, che ha debuttato a Ferrara nel maggio 2022, ogni anno viene arricchito di nuove performance. Quest'anno saranno in scena anche il coro "Son Arte" e il quintetto folk "Ancistrus" e Francesco Piazzi come "Live Looping".

Il ricavato delle libere offerte andrà a finanziare i progetti di psico-oncologia e cure palliative pediatriche sostenuti dall'associazione Giulia e al supporto dell'associazione Orizzonti, che promuove laboratori teatrali e attività ludico creative rivolte a persone con disabilità.

Nella foto principale, da sinistra: Carla Resca (presidente Lions Club "Ferrara Diamanti"), Alessandra De Rosa (responsabile service Lions Club "Ferrara Diamanti"), Assessore Cristina Coletti, Michele Grassi (presidente "Associazione Giulia"), Franca Navarra (membro del direttivo "Associazione Giulia")

Immagini scaricabili: