Comune di Ferrara

martedì, 16 aprile 2024.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Giornata del Fiocchetto Lilla sui Disturbi del Comportamento Alimentare, le iniziative di sensibilizzazione a Ferrara

POLITICHE SOCIALI - Programma realizzato in sinergia fra Assessorato Politiche sociosanitarie, Aziende Sanitarie e Associazione Kairos. Ass. Coletti: "Momento importante per fare rete e dare risposte alle famiglie"

Giornata del Fiocchetto Lilla sui Disturbi del Comportamento Alimentare, le iniziative di sensibilizzazione a Ferrara

13-03-2024 / Giorno per giorno

[Nella foto principale, da sinistra: Elisabetta Zerbini (presidente Kairos), Marina Messori (Piscoterapeuta e socia Kairos), Assessore Cristina Coletti, Francesca Giovannini (psicologa Azienda Usl) e Barbara Tecchiati (tecnico della Riabilitazione Psichiatrica Ausl Ferrara)]

L'Assessorato alle Politiche sociosanitarie del Comune di Ferrara celebra la Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla, istituita il 15 marzo e dedicata alla sensibilizzazione sui Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA). Sono diversi i momenti di conoscenza volti ad accendere i riflettori su una patologia che a partire dal periodo pandemico ha registrato una crescita di casi di oltre il 120%. Nella città estense le iniziative sono state realizzate in collaborazione con le Aziende Sanitarie Ferraresi e con l'Associazione Kairos, realtà fondata nel 2015 che opera attivamente sul territorio con l'obiettivo di offrire sostegno a chi soffre di disturbi alimentari e ai loro familiari. 

"I disturbi del comportamento alimentare - dichiara l'assessore alle Politiche sociosanitarie del Comune di Ferrara Cristina Coletti - sconvolgono gli equilibri fisici e mentali di chi li patisce, sortendo un gravoso effetto anche sulle famiglie. Sono temi urgenti, che a partire dall'emergenza sanitaria del biennio 2020-2021 hanno segnato dati in preoccupante aumento. Tutto ciò consegna alla comunità una responsabilità sociale non indifferente, in quanto i pazienti sono spesso giovanissimi e l'età di esordio dei disturbi è calata. Come Amministrazione abbiamo stretto una preziosa sinergia con Kairos, che nell'ultimo anno ha potuto beneficiare di 25mila euro di contributi grazie ai quali sono nati progetti che anno attivamente coinvolto quasi 300 ragazzi, il personale scolastico, oltre che i professionisti della sanità e circa 50 farmacisti delle Farmacie Comunali. La Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla è un momento importante, e ringrazio chi, come l'associazione Kairos, promuove iniziative che stimolano le istituzioni a fare rete e ad agire per dare risposte a chi le attende. I ringraziamenti vanno anche alle aziende sanitarie del territorio e a tutto il personale sanitario per il grande impegno che contraddistingue il loro lavoro quotidiano". 

"In questo ultimo anno - dice la presidente dell'Associazione Kairos Elisabetta Zerbini - la nostra associazione, grazie al supporto dell'assessore Coletti, si è strutturata in maniera tale da riuscire a realizzare una rete che sia di risposta alle famiglie toccate da questi disturbi, che sono sempre di più. La tavola rotonda, grazie alla partecipazione di persone competenti e qualificate, sarà utile anche a far conoscere alla cittadinanza sempre di più i servizi offerti dalla nostra associazione". 

Durante il dibattito previsto il 15 marzo interverrà anche la psicologa e conduttrice delle attività di supporto familiari e prevenzione scolastica Marina Messori, socia dell'associazione Kairos: "Abbiamo pensato fosse importante realizzare un momento in cui poter raccontare i progetti realizzati. Siamo partiti dalla formazione del personale sanitario e sociosanitario, sono stati effettuati interventi di prevenzione nelle scuole e formazioni di docenti, dei gruppi caregiver e stiamo realizzando banchetti di counseling nelle farmacie". 

Tutto ciò ad integrazione delle attività svolte sul territorio dalle Aziende Sanitarie, il cui Centro Interaziendale DCA dell'Azienda Usl e dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara assiste circa 200 pazienti ogni anno. 

"I disturbi del comportamento alimentare - evidenzia Francesca Giovannini, psicologa dell'Azienda Usl di Ferrara - si sviluppano spesso durante l'adolescenza. Lo scorso anno sono stati presi in carico 165 pazienti, di questi il 68% ha visto l'esordio dei sintomi nella fascia di età 18-24 anni". 

"Da parte del Centro Dca è stata prevista una Settimana lilla - racconta Barbara Tecchiati, tecnico della Riabilitazione Psichiatrica Azienda Usl di Ferrara -, con iniziative dedicate ai temi dei social sui disturbi alimentari, ma anche incontri pomeridiani in cui i ragazzi in cura al Centro prepareranno i gadget che saranno in mostra anche al banchetto informativo che si terrà presso la Cittadella San Rocco nella mattinata di venerdì 15 marzo". 

Il programma delle iniziative

Lunedì 11 è stata la volta del gruppo "Peer support". Dopo uno spazio iniziale riservato alle riflessioni sul percorso intrapreso, si è passati alla creazione di un poster motivazionale realizzato dalle utenti della Neuropsichiatria infantile. Martedì 12 lo stesso iter è stato eseguito dal gruppo "Social fame" concentrandosi sul rapporto fra il disturbo e i social media. Infine, mercoledì 13 marzo il gruppo espressivo "Con amore" ha chiuso le danze con bricolage di carta, filo e oggetti di riciclo.

Venerdì 15 marzo

Dalle 9 alle 12, presso la Casa della Comunità "Cittadella San Rocco", piano terra, sarà allestito un banchetto informativo che mostrerà anche i lavori artistici realizzati dai pazienti del Centro Dca. Sarà aperto a tutta la cittadinanza con lo scopo di sensibilizzare sul tema, fornire un approfondimento sul disturbo e informare sui servizi di Azienda USL che se ne occupano nel ferrarese.

Dalle ore 18.30 alle ore 20 (al bar pasticceria San Giorgio), sarà invece il momento di un incontro informale aperto ai genitori dei giovani in carico al Centro coinvolti nei gruppi Maudsley, per confrontarsi sulle ricadute a livello familiare.

All'ex Refettorio di via Boccaleone, 19, dalle ore 20.30 l'Associazione Kairos promuove una tavola rotonda che intende fare chiarezza su disturbi complessi, che richiedono un approccio integrato e multidisciplinare.  

Al dibattito interverranno: l'assessore comunale alle Politiche Sociosanitarie Cristina Coletti; la presidente dell'associazione Kairos Elisabetta Zerbini; la psicologa, psicoterapeuta e conduttrice dei gruppi di sostegno ai caregiver e interventi preventivi in collaborazione con Kairos Marina Messori; l'ex primario del Centro Interaziendale Disturbi del Comportamento Alimentare di Ausl Stefano Caracciolo; la direttrice dell'Unità Operativa Neuropsichiatria Infanzia e Adolescenza di Ausl Franca Emanuelli; la psicoterapeuta, psicoanalista ed esperta in disturbi alimentari Chiara Baratelli; la psicoterapeuta Claudia Rossi; il medico pediatra, esperto di epigenetica e biologia molecolare Ernesto Burgio. 

La stessa sera la fontana di piazza della Repubblica si tingerà di lilla, un'iniziativa del Comune di Ferrara proposta dall'assessore Cristina Coletti. 

Sabato 16 Marzo

"Il Volo dei Sogni Lilla" è il titolo della serata-concerto che si terrà a partire dalle 20.30 presso la Sala Estense di piazza Municipale. L'evento è curato dall'artista Emiliano Toso, che oltre alla passione per la musica è anche un biologo cellulare. Toso è ideatore della "Translational Music", una tecnica in grado di favorire l'omeostasi cellulare e indurre in uno stato di benessere le persone che la ascoltano. Le sue composizioni vengono utilizzate in contesti educativi, sanitari e aziendali. Durante la serata, ai partecipanti sarà distribuito un palloncino di colore lilla. 

Per entrambe le iniziative promosse da Kairos è necessaria la prenotazione. L'Associazione Kairos è contattabile telefonicamente (389/7867721 - 329/1618691) oppure via email (associazione_kairos@virgilio.it)

Immagini scaricabili: