Comune di Ferrara

giovedì, 25 aprile 2024.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Le iniziative sostenute dal Comune nella Giornata Mondiale dell'Endometriosi

POLITICHE SOCIALI - Assessore Coletti: "Malattia impattante, quasi 100mila donne la soffrono in Emilia-Romagna. Sensibilizzazione per non farle sentire sole e promuovere le cure"

Le iniziative sostenute dal Comune nella Giornata Mondiale dell'Endometriosi

28-03-2024 / Giorno per giorno

[Nella foto: da sinistra: Rita Zobbi; assessore Cristina Coletti; Daniela Candiano ed Elena Errico]

Il 28 marzo è universalmente riconosciuto come la Giornata Mondiale dell'Endometriosi. Una condizione cronica, che influenza significativamente la qualità della vita delle persone colpite, ma ancora troppo poco conosciuta nonostante affligga più di 175 milioni di donne, con una stima che indica nel 10% il tasso di incidenza per la popolazione femminile europea in età riproduttiva.

Ferrara promuove la sensibilizzazione attraverso la concessione del patrocinio alle associazioni che a marzo sono scese in piazza per portare all'attenzione della cittadinanza questa seria problematica.

Le manifestazioni in città sono state tutte promosse con il supporto e il sostegno dell'Assessorato alle Politiche Sociosanitarie del Comune di Ferrara.

"Tutto ciò che è sensibilizzazione e prevenzione - afferma l'assessore alle Politiche Sociosanitarie Cristina Coletti - porta conoscenza e propaga responsabilità nella cittadinanza. L'endometriosi è una malattia molto impattante e diffusa, eppure nonostante i numeri è ancora sottovalutata e non sempre affrontata con la giusta e dovuta consapevolezza a partire dalle prime manifestazioni. In Emilia-Romagna si stima che l'endometriosi riguardi quasi 100mila donne. Queste persone non devono sentirsi sole, ma devono sentire il sostegno di tutta la comunità".

A marzo, l'Associazione Progetto Endometriosi Odv (Ape) - con il patrocinio del Comune di Ferrara - ha realizzato alcuni banchetti presso il mercato coperto di via Montebello e in piazza Trento Trieste, dove le volontarie Rita Zobbi, Daniela Candiano e Erica Errico hanno distribuito materiali informativi e raccolto donazioni nell'ambito dell'iniziativa "I Fiori della Consapevolezza". A fronte di un contributo, destinato al finanziamento di corsi di formazione e aggiornamento dei sanitari sul tema dell'endometriosi, ai cittadini è stato consegnato un kit contenente una gerbera fiorita e un vaso pieno di semi di girasole da coltivare in autonomia. Sono state quasi 100 le piante distribuite ai cittadini.

L'assessore Cristina Coletti ha portato la sensibilità dell'Amministrazione comunale recandosi ad un banchetto, dove ha ribadito alle volontarie i propri ringraziamenti e la necessità di "continuare a rimanere vicini alle donne colpite, che patiscono conseguenze fisiche e psicologiche dolorose, che si riversano nella sfera personale. Occorre affrontare il tema con determinazione, per fare della prevenzione la prima medicina e per promuovere anche i progressi medici".

Inoltre, con il sostegno all'idea dell'associazione "La voce di una è la voce di tutte" di installare in un luogo simbolico una panchina gialla come segno di sensibilizzazione sulla condizione, Ferrara 2 anni fa è diventata la terza città in Regione a dotarsi di questa speciale seduta, posizionata nell'area giochi del parco Marco Coletta.

 

Immagini scaricabili: