Comune di Ferrara

venerdì, 23 agosto 2019

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Presentazione delle attività del Coro polifonico Santo Spirito

CONFERENZA STAMPA - Venerdì 15 marzo alle 10.30 nella Sala degli Arazzi della residenza municipale - DOCUMENTAZIONE

Presentazione delle attività del Coro polifonico Santo Spirito

13-03-2019 / Giorno per giorno

Venerdì 15 marzo 2019 alle 10.30 nella Sala degli Arazzi della residenza municipale si terrà la conferenza stampa di presentazione delle attività programmate dal Coro polifonico Santo Spirito per l'anno 2019.
All'incontro con i giornalisti interverranno il vicesindaco e assessore alla Cultura del Comune Massimo Maisto, il presidente del Coro polifonico Santo Spirito Mauro Vignolo, il direttore del Coro Polifonico Santo Spirito Francesco Pinamonti.

AGGIORNAMENTO del 15 marzo 2019 >> DOCUENTAZIONE scaricabile in fondo alla pagina 

LA SCHEDA (a cura del Teatro Comunale di Ferrara) - Parte da Acis and Galatea di Händel l'anno musicale del Coro Polifonico Santo Spirito, che prenderà parte allo spettacolo in programma al Teatro Comunale il prossimo 21 marzo. La formazione presieduta da Mauro Vignolo e diretta da Francesco Pinamonti si conferma così ancora una volta dal 2013 protagonista della Stagione Lirica di Ferrara con un titolo barocco, che vedrà la direzione musicale di Alessandro Quarta, la partecipazione orchestrale dell'Accademia dello Spirito Santo, la regia di Marco Bellussi e un cast internazionale di voci specializzate nel repertorio: Sabrina Cortese, Leonardo Cortellazzi, Mauro Borgioni e Luca Cervoni.
Un anno pieno di attività destinato a proseguire con alcuni appuntamenti concertistici già programmati, a coronamento di un periodo che ha visto dal 2011 a tutt'oggi oltre trenta produzioni tra liriche e concertistiche e una decina tra registrazioni, trasmissioni radiofoniche e incisioni discografiche. Dal 1986, anno della sua costituzione, il Coro Polifonico ha esteso il proprio repertorio da Palestrina a Faurè, regalando alla città capolavori assoluti della musica come la Messa in Si minore e la Passione secondo Matteo di Bach e il Messiah di Haendel, e il meglio del repertorio sacro con orchestra dal Barocco al Romanticismo.
La consuetudine di affrontare anche ambiti meno frequentemente eseguiti troverà realizzazione domenica 14 aprile alle ore 21. La Chiesa di Santo Spirito ospiterà la prima esecuzione assoluta in città dello Stabat Mater di Agostino Steffani (1728), ultima opera di un autore coltissimo e profondamente religioso; completerà la serata l'Historia Jepthe di Gian Giacomo Carissimi, in un programma destinato ad abbinare all'ascolto spunti di riflessione spirituale.
Il terzo appuntamento 2019 vedrà l'attenzione del Coro Polifonico Santo Spirito di nuovo rivolta ad ad Händel: venerdì 14 giugno proporrà i suoi Dixit Dominus HWV 232 e Laudate pueri HWV 237, pagine di grande impatto e comunicativa scritte negli anni italiani della sua giovinezza.
Di entrambi i concerti sarà coprotagonista l'ensemble strumentale Accademia dello Spirito Santo, che da tre anni a questa parte affianca il Coro Polifonico nelle sue produzioni barocche, con il maestro Luca Ranzato nel ruolo di primo violino concertatore. L'anno musicale si concluderà poi nella basilica di Santa Maria in Vado domenica 3 novembre con un altro importante concerto cittadino dedicato alla Messa dell'Incoronazione di Mozart e completato dai suoi Vesprae solemnes de Confessore. Vedrà ancora una volta la formazione corale diretta da Francesco Pinamonti collaborare con l'orchestra da Camera di Ravenna condotta da Paolo Manetti, direttore e compositore allievo di Bruno Bettinelli: un binomio ormai abituale, quello costituito dalla formazione ravennate e dal coro di Mauro Vignolo, che propone ogni anno dal 2009 pagine per coro, soli e orchestra nelle chiese cittadine, in un programma coordinato con l'antica città bizantina.

Immagini scaricabili:

Allegati scaricabili: