Comune di Ferrara

sabato, 11 luglio 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > In piazza Cattedrale una simulazione di allagamento del centro di Ferrara

PROTEZIONE CIVILE E SICUREZZA - In calendario per martedì 10 dicembre 2019 dalle 13 alle 17 - FOTO

In piazza Cattedrale una simulazione di allagamento del centro di Ferrara

10-12-2019 / Giorno per giorno

Nelle foto alcuni momenti dell'esercitazione svoltasi il 10 dicembre 2019 in piazza Cattedrale

>>AGGIORNAMENTO del 6 dicembre 2019 - La simulazione di allagamento nelle piazze del centro di Ferrara è stata riprogrammata e, superata la fase di emergenza legata alla piena del Po, verrà messa in atto per martedì 10 dicembre 2019 dalle 13 alle 17 in piazza Cattedrale.

>>AGGIORNAMENTO del 25 novembre 2019 - Come da comunicazione dell'Ufficio Protezione civile del Comune di Ferrara, in seguito alle indicazioni della Regione Emilia Romagna per allerta meteo sulla piena del Po, è annullata l'esercitazione di simulazione di allagamento prevista per domani, 26 novembre 2019 dalle 13 alle 17, in piazza della Cattedrale a Ferrara.

Causa mobilitazione della Protezione civile e dei volontari della Protezione civile, impegnati a gestire l'emergenza per l'arrivo della piena del fiume Po, nella giornata di domani, 26 novembre 2019, non sarà possibile effettuare la prevista simulazione. L'iniziativa verrà riprogrammata in una giornata nel mese di dicembre 2019 di cui sarà data tempestiva notizia.

-----------------

>>AGGIORNAMENTO del 4 novembre 2019 - L'esercitazione con simulazione di allagamento delle piazze centrali del centro storico inizialmente prevista per giovedì 7 novembre 2019 è stata rinviata a martedì 26 novembre 2019 con orario dalle 13 fino alle 17 tra piazza Trento Trieste e piazza del Municipio. Si tratta di un'attività mirata alla prevenzione e alla gestione dei rischi che riguardano il patrimonio culturale in caso di piogge violente. L'iniziativa è organizzata prendendo in considerazione il "sistema delle piazze del Centro storico". L'azione si realizza nell'ambito del Progetto Europeo di Cooperazione Territoriale sulla Valutazione dei rischi e la protezione sostenibile del Patrimonio Culturale in considerazione dei cambiamenti climatici (ProteCHt2save) gestito dal Settore Pianificazione Territoriale e Ufficio Progettazione Europea. 

>> Da Cronacacomune del 31 ottobre 2019
A questo appuntamento di simulazione di rischi sarà presente il vicesindaco e assessore alla Protezione civile Nicola Lodi, oltre a tecnici del Comune di Ferrara e alle forze impiegate per la realizzazione dell'esercitazione (Polizia locale, Vigili del fuoco).
L'esercitazione sarà coordinata dal Servizio associato di Protezione Civile Terre Estensi. Scopo della simulazione di un caso di calamità sarà quello di riprodurre le azioni che potrebbero essere messe in campo in seguito a eventi atmosferici simili a quello che si è verificato il 6 settembre scorso, circoscrivendo la simulazione all'interno di piazza Trento Trieste e piazza del Municipio. Saranno coinvolti la Polizia Locale, i Vigili del Fuoco,  i volontari di Protezione Civile, il Centro Operativo Comunale e i tecnici del Comune di Ferrara.
I cittadini sono invitati a partecipare e a seguire l'esercitazione 

Piazza Trento Trieste - detta Listone - a FerraraLA SCHEDA a cura dell'ufficio Relazioni Internazionali e Progettazione Europea - Disastri e catastrofi rappresentano un rischio per la conservazione dei beni culturali ma anche per l'importanza culturale, i valori storici e artistici e per la sicurezza dei visitatori e della comunità locale; causano conseguenze negative per le economie locali con perdite di entrate provenienti dal turismo e per la sussistenza delle popolazioni locali che dipendono da esso.

Il Settore Pianificazione Territoriale del Comune di Ferrara è impegnato dall'anno 2017 in un Progetto Europeo sulla Protezione sostenibile del patrimonio culturale a rischio per effetto dei cambiamenti climatici (ProteCHt2save), coordinato dal CNR-ISAC, Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima.
Sono inoltre partner di Progetto con il Comune di Ferrara, i seguenti soggetti:
Istituto di Teoretica e Meccanica Applicata dell'Accademia delle Scienze Ceca di Praga - Repubblica Ceca;
Università per l'Educazione Continua , Università del Danubio di Krems - Austria;
Dipartimento per la gestione delle crisi della Regione di  Bielsko-Biala - Polonia;
Agenzia per lo Sviluppo Regionale  della Regione di  Bielsko-Biala - Polonia;
Municipalità di Praga - Troja - Repubblica Ceca;
Governo della Provincia di Baranya - Municipalità di Pecs - Ungheria;
Municipalità di Kastela - Croazia;
Municipalità di Kocevje - Slovenia.

I risultati di questo Progetto, nell'ambito della cooperazione territoriale europea, contribuiranno a migliorare le capacità di mitigare gli impatti dei cambiamenti climatici e rischi naturali sul patrimonio culturale, sui siti, strutture e manufatti. Il progetto si concentra principalmente sullo sviluppo di soluzioni praticabili e misurabili per la realizzazione di una strategia di resilienza del patrimonio culturale per fare fronte a eventi quali inondazioni e piogge con l'obiettivo di attuare strategie regionali e locali sulle misure di preparazione e evacuazione dei piani in caso di emergenza. Nello specifico, il progetto fornirà soluzioni ICT e strumenti di supporto decisionale, buone pratiche transnazionali e un manuale sulle procedure di salvataggio per il rischio, la gestione e la tutela del patrimonio culturale in Europa centrale. Contribuirà ad indirizzare i bisogni e le esigenze delle parti interessate con l'obiettivo della mitigazione dei disastri e la salvaguardia dei beni culturali. Fornirà input per l'adattamento delle politiche dei governi locali promuovendo strategie e piani di miglioramento per la protezione dei beni culturali.
Azioni pilota sono state selezionate sulla base del rischio nelle aree e della vulnerabilità del patrimonio culturale e saranno utilizzate per implementare e valutare le strategie sviluppate, e per migliorare i piani di gestione del rischio di disastro esistenti e le politiche nelle città dell'Unione Europea.
Nello specifico per il caso ferrarese le attività si concentrano sulla prevenzione e gestione dei rischi sul Patrimonio Culturale, dovuti alle piogge violente, prendendo in considerazione il "sistema delle piazze del Centro Storico".
Tra le azioni previste per l'anno 2019 rientra un'esercitazione con simulazione di allagamento delle piazze centrali del Centro Storico programmata per il giorno 26 novembre 2019 dalle 13 alle 17 (RINVIATA al 10 dicembre).
L'esercitazione sarà coordinata dal Comando Provinciale Vigili del Fuoco Ferrara in collaborazione con il Servizio Associato di Protezione Civile Terre Estensi; scopo dell'esercitazione sarà riprodurre le azioni che potrebbero essere messe in campo in seguito ad eventi atmosferici simili a quello che si è verificato il 6 settembre scorso, circoscrivendo la simulazione all'interno della Piazza della Cattedrale.
Saranno coinvolti la Polizia Locale, i Vigili del Fuoco,i volontari di Protezione Civile, il Centro Operativo Comunale e i tecnici del Comune di Ferrara.

Immagini scaricabili:

Piazza della Cattedrale di Ferrara con sagrato allagato da pioggia Piazza Trento Trieste - detta Listone - a Ferrara

Allegati scaricabili: