Comune di Ferrara

martedì, 04 agosto 2020

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Bilancio: confermato il mantenimento del pareggio con un programma di investimenti per quasi 15 milioni di euro

BILANCIO COMUNALE - Fabbri: 'un risultato non scontato dopo l'emergenza Covid e considerati gli interventi già adottati per la ripresa'

Bilancio: confermato il mantenimento del pareggio con un programma di investimenti per quasi 15 milioni di euro

22-07-2020 / Giorno per giorno

Pareggio di bilancio confermato per il Comune di Ferrara, nonostante l'emergenza Covid, già entro la scadenza ordinaria del 31 luglio e investimenti per 15 milioni di euro in opere per strade, marciapiedi, mura, scuole, sicurezza e decoro della città. Questa in sintesi la manovra che l'Amministrazione comunale di Ferrara si appresta ad approvare con la delibera sull'assestamento e la salvaguardia degli equilibri del Bilancio di previsione 2020/2022, in Consiglio comunale il prossimo 27 luglio.

"Ringrazio - ha dichiarato oggi in conferenza stampa il sindaco Alan Fabbri - gli uffici comunali per il lavoro che hanno svolto in questi mesi, a seguito dell'emergenza Coronavirus, e che ha permesso di ottenere risultati non scontati, di fronte a una miriade di problemi legati sia a cause naturali sia a scelte, a mio avviso, poco chiare da parte del Governo. Il bilancio del Comune di Ferrara è solido e forte, anche grazie al lavoro fatto dall'amministrazione precedente, e attraverso un utilizzo oculato sia delle risorse comunali del 2019 sia di risorse di provenienza governativa, siamo riusciti, sfruttando anche il posticipo delle rate dei mutui, a coprire il buco che si è creato a seguito delle misure per il lockdown. In questo quadro siamo riusciti anche ad adottare una serie di scelte repentine sia sul tema dell'emergenza che su quello della ripartenza, con interventi a favore delle imprese e dell'economia del territorio. Un sistema virtuoso che ci permette di approvare l'assestamento e gli equilibri di bilancio entro il 31 luglio, nonostante la possibilità offerta dal Governo di approvarli entro il 30 settembre. In questo modo potremo quindi accelerare con lo sblocco degli investimenti che abbiamo programmato per 15 milioni di euro in opere pubbliche e altri interventi per la città. Una scelta importante che ci dà la possibilità di partire al più presto con le assegnazioni dei lavori".

"Non era affatto scontato quest'anno - ha confermato l'assessore al bilancio Matteo Fornasini - riuscire ad approvare l'assestamento e dichiarare il nostro bilancio in equilibrio già entro il 31 luglio, che è la scadenza ordinaria prevista dal Testo unico sugli enti locali. Ci siamo riusciti con una serie di interventi virtuosi di gestione già nel corso del 2019 e con una prima variazione di bilancio approvata a giugno 2020, da oltre 4 milioni di euro, che ci ha consentito di mettere in sicurezza, insieme a questa nuova manovra, il nostro bilancio. Un bilancio pesantemente colpito dalla crisi che ci ha coinvolto con l'emergenza sanitaria. Assieme alla manovra di assestamento andremo ad approvare una importante variazione di bilancio che, tramite l'utilizzo dell'avanzo libero del 2019, andrà a finanziare investimenti per quasi 15 milioni di euro. Il tutto in un quadro in cui abbiamo sostenuto in maniera molto forte il sistema economico della nostra città, con un milione e 700mila euro a disposizione del bando per contributi a fondo perduto alle imprese e una serie di rinvii e sospensioni di canoni come la Cosap per tutto il 2020, oltre all'azzeramento delle rette scolastiche. Questo è stato possibile grazie a una gestione virtuosa e prudente del bilancio e soprattutto senza aumentare l'imposizione fiscale, anzi confermandone la riduzione per circa un milione di euro per il 2020, mantenendo alto il livello dei servizi offerti e confermando un ricco programma di investimenti in opere pubbliche e altri interventi per la città".

Tra le opere previste (v. elenco completo scaricabile a fondo pagina) figurano tre stanziamenti da 700mila euro ciascuno per la manutenzione e il rifacimento delle pavimentazioni di marciapiedi e strade in tutto il territorio comunale, cui si aggiungono 750mila euro per la ripavimentazione di largo Castello. Altri 900mila euro andranno al progetto un km di mura all'anno e 1.565.000 euro per lavori di edilizia scolastica, oltre ad altri interventi su strade, edifici pubblici, parchi e decoro della città. Un ulteriore milione e mezzo di euro sarà infine destinato ad interventi per la sicurezza, con il completamento della nuova caserma della Polizia locale all'interno delle Corti di Medoro e l'acquisto di strumentazioni sempre per la Polizia locale e di telecamere.

"I 15 milioni di euro di investimenti - ha precisato infine la dirigente del Settore Programmazione finanziaria del Comune Piera Pellegrini - sono finanziati per la quota di circa 10 milioni da avanzo del 2019 e per la quota restante con assunzione di nuovo mutuo, consentita grazie al pareggio di bilancio".

 

LA SCHEDA a cura del Settore Programmazione finanziaria del Comune di Ferrara

Il Comune di Ferrara ha adottato il Bilancio di previsione 2020/2022 lo scorso 16 marzo con delibera del Consiglio comunale.

Nel periodo dell'emergenza sanitaria da Covid-19 le entrate comunali sono state tuttavia negativamente intaccate dalle disposizioni adottate per il contenimento della diffusione dell'epidemia. In conseguenza di ciò, il 29 giugno scorso, con atto di Consiglio comunale è stata adottata una variazione al Bilancio di Previsione 2020/2022 per la copertura finanziaria di tali minori entrate, pari a un totale di € 4.672.737,40 e relative: ai proventi per sanzioni da violazioni al codice della strada, ai proventi dei servizi museali e culturali, all'imposta di soggiorno, ai proventi da permessi di costruire, al canone occupazione suolo pubblico, ai proventi dei servizi sportivi e all'addizionale comunale IRPEF.

Per la copertura finanziaria di tali previsioni di minori entrate sono state utilizzate le risorse derivanti da: trasferimenti statali per 1.675.228,49 euro; rate mutui CDP per 163.619,67 euro; rate mutui Unicredit per 850.000 euro; diminuzione del fondo crediti di dubbia esigibilità per adeguamento del relativo stanziamento alle suddette minori entrate per 808.682,04 euro; risparmi di spesa conseguenti alla chiusura per alcuni mesi di servizi culturali e scolastici per 317.085,80 euro, e riduzioni di spesa corrente per interventi di manutenzione ordinaria per 858.121,40 euro.

Il prossimo lunedì 27 luglio sarà sottoposta all'approvazione del Consiglio comunale una nuova delibera relativa a "Assestamento generale del Bilancio 2020/2022 (art. 175 del D. Lgs. n. 267/2000) - salvaguardia degli equilibri di Bilancio (art 193 del D. Lgs. n. 267/2000) - approvazione variazioni del Piano triennale OO.PP. 2020-2022 - variazioni al Bilancio di Previsione 2020-2022 - applicazione al Bilancio di Previsione 2020-2022 di parte dell'avanzo di amministrazione 2019".

Con tale delibera si dà atto che è stata compiuta la periodica verifica generale di tutte le voci di entrata e uscita del Bilancio di previsione 2020/2022 (come richiesto dall'art 193 D.lgs 267/2000) , tenendo conto anche dell'applicazione al Bilancio di previsione 2020/2022 Esercizio 2020 di parte dell'avanzo di amministrazione 2019.

Nella delibera si rileva inoltre che anche altre entrate risentono negativamente degli effetti delle disposizioni per il contenimento del coronavirus, rendendo perciò necessario adottare opportune manovre finanziarie per assicurare il pareggio di bilancio e tutti gli equilibri richiesti dall'ordinamento contabile. Si tratta, in particolare di minori entrate per un totale di 3.279.122,84 euro relative a imposta imu, recupero gettito imu, imposta sulla pubblicità, diritti sulle pubbliche affissioni, canone occupazione suolo, canone uso impianti sportivi, affitti, ingresso al Castello; che saranno coperte da maggiori entrate derivanti, tra l'altro, da trasferimenti statali per funzioni fondamentali Covid 19 e trasferimenti per esenzioni relative al settore turistico.

Sempre con la delibera che sarà sottoposta al Consiglio comunale il 27 luglio prossimo, saranno anche apportate modifiche al Piano triennale delle opere pubbliche e ad altre voci di spesa, mantenendo comunque garantita la copertura finanziaria per un totale pari a quasi 15 milioni di euro di opere pubbliche ed altri investimenti.

Verificato, quindi, che gli accertamenti di tutte le voci iscritte o da iscrivere nelle entrate correnti messi a confronto con il complesso delle spese correnti consentono di confermare il mantenimento del pareggio del Bilancio 2020/2022 (così come richiesto dall'art. 175, comma 8 del D. Lgs n 267/2000), non sarà necessario per il Comune di Ferrara rinviare a settembre la verifica di bilancio, come concesso dal Governo.

 

Immagini scaricabili:

22lug2020

Allegati scaricabili: