Comune di Ferrara

sabato, 25 settembre 2021.

Dove sei: Homepage > Lista notizie > Garante delle persone con disabilità, approvato il Regolamento per l'inclusione di tutti

SERVIZI COMUNALI - L’ass. Travagli: svolta che segna un cambio di passo e trasforma la tutela in un’azione sistemica per ogni tipo di disabilità

Garante delle persone con disabilità, approvato il Regolamento per l'inclusione di tutti

19-05-2021 / Giorno per giorno

È stato approvato nell'ultima seduta del Consiglio comunale (martedì 18 maggio 2021) il Regolamento dell'Autorità di Garante delle Persone con disabilità per il Comune di Ferrara.
"Un risultato importante e non scontato che segna - come sottolinea l'assessore Angela Travagli -  una svolta per la città di Ferrara, alla quale siamo arrivati dopo un percorso lunghissimo e difficile, durato quasi due anni. Il regolamento è infatti il risultato di un lungo percorso partecipato, condiviso con il Comitato Ferrarese Area disabili (CFAD) che ringrazio per il dialogo e la concreta collaborazione".

Questo Regolamento - spiega la Travagli - rappresenta una conquista per la città di Ferrara, anche se lo considero un punto di partenza e non un traguardo, perché afferma prima di tutto un cambio di passo e di approccio culturale verso le persone con disabilità.

 "Con la sua introduzione - prosegue l'assessore comunale - come già attraverso la nomina del Garante e la previsione della sua figura nelle linee strategiche di mandato, abbiamo voluto iniziare a parlare di politiche delle disabilità. È la prima volta che un Regolamento di questa natura e di questa portata viene inserito nel sistema amministrativo ferrarese. E le indicazioni che sono contenute nel testo di regolamentazione sottolineano la valenza plurale delle disabilità, di cui è giusto tenere conto per creare servizi adeguati che siano a disposizione davvero di tutti. Il tema disabilità non si esaurisce nell'abbattimento delle barriere fisiche, ma anche di quelle ideologiche e invisibili. L'obiettivo di questo Regolamento e di questo nuovo approccio è quello di mettere al centro del Sistema Comune la persona con disabilità. Così come richiesto dalla Convenzione delle Nazioni Unite, abbiamo voluto mettere in campo un maggiore impegno da parte della Pubblica amministrazione predisponendo un 'quadro normativo' rinnovato e più complesso per fare sì che i servizi pubblici rimodellino i propri procedimenti, considerando la tutela della persona disabile come un'azione di sistema, volta ad eliminare ogni forma di discriminazione".

L'obiettivo è quello di superare la logica dello sportello attraverso un'azione trasversale che coinvolgerà gli Assessorati del Comune, affinché provvedano a informare e a fare formazione in ogni ufficio e servizio e affinché - ribadisce l'ass. Travagli - l'inclusione diventi patrimonio di tutti e si alzi il livello di formazione e conoscenza nelle Istituzioni. In questo senso lo scopo dichiarato dall'assessore è quello di arrivare a poter ridurre il più possibile l'azione del Garante, "rendendo la città più inclusiva in ogni settore e quindi consapevole dei diritti concreti che spettano a ciascun cittadino".

Al termine dell'intervento di presentazione e di approvazione in Consiglio comunale del Regolamento, l'assessore Angela Travagli ha espresso un particolare ringraziamento al Garante, istituito recentemente per volontà dell'amministrazione guidata dal sindaco Alan Fabbri, e costituito dal portavoce del Comitato ferrarese area disabili Carlos Dana e dall'avvocato Davide Conti, "che si sono messi a disposizione della collettività offrendo la loro esperienza e professionalità e ai quali auguro buon lavoro".

Nella foto - scaricabile in fondo alla pagina - un momento della presentazione pubblica dell'autorità del Garante delle persone con disabilità (Factory Grisù, Ferrara, 15 ottobre 2020)

Links:

Immagini scaricabili:

Presentazione pubblica del Garante delle persone con disabilità - Factory Grisù, Ferrara2020